I programmi UK Tempest e FX giapponesi si stanno avvicinando ancora di più

Il governo britannico di Boris Johnson è particolarmente attivo sulle questioni della difesa e nel campo della cooperazione industriale internazionale. Che sia l'alleanza AUKUS con una possibile cooperazione con l'Australia nel campo dei sottomarini nucleari, l'apertura del programma Tempest ad alcuni partner europei, o il riavvicinamento con il programma americano Futur Vertical Lift, la Gran Bretagna ha moltiplicato gli annunci in questi mesi, con un certo successo deve essere riconosciuto. E uno dei più grandi successi di oggi si basa sul riavvicinamento a Londra e Tokyo attorno al programma FX per il caccia giapponese di prossima generazione, con la firma di un protocollo di cooperazione, fine...

Leggi l'articolo

L'ex architetto del programma NGAD Will Roper si unisce al programma Tempest

I 3 anni durante i quali il dottor Will Roper ha diretto le acquisizioni e la ricerca e sviluppo della US Air Force, da febbraio 2018 a gennaio 2021, sono stati caratterizzati da un dinamismo dimenticato per diversi decenni dalle forze americane, sia nella progettazione stessa del nuovo velivolo da combattimento che nel pilotare i programmi stessi. Architetto della "Digital Century Series" che oggi sovrintende ai programmi USAF, compreso il promettente programma Next Generation Air Dominance, o NGAD, che dovrebbe dare vita al sostituto dell'F-22 Raptor prima del 2030, e che potrebbe benissimo produrne un sostituto per l'F-16 in lavorazione...

Leggi l'articolo

Il programma Tempest sarebbe a rischio secondo l'autorità di perizia pubblica britannica

Dal suo annuncio ufficiale nel luglio 2018, il programma British Future Combat Air System pilotato da BAe, e il suo caccia Tempest di nuova generazione, sono stati un simbolo dell'autonomia strategica riconquistata per Londra a seguito del referendum del 2016 che darà luogo alla Brexit. Quasi 50 anni dopo l'Harrier, la Gran Bretagna annunciò che stava intraprendendo la progettazione e la costruzione indipendente di un nuovo aereo da combattimento destinato a sostituire il Typhoon progettato e costruito in collaborazione con Germania, Italia e Regno Unito. E se l'Italia e poi la Svezia hanno subito dichiarato il loro interesse per questo programma, sono state proprio le finanze pubbliche britanniche...

Leggi l'articolo

Per il capo di stato maggiore della Luftwaffe, i programmi SCAF e Tempest trarrebbero vantaggio da un avvicinamento

Ci sono frasi che, da sole, riassumono perfettamente una determinata situazione. E interrogato dal sito americano Defense News, il tenente generale Ingo Gerhartz, capo di stato maggiore della Luftwaffe, dichiara di auspicare che i programmi SCAF che uniscono Germania, Francia e Spagna, e Tempest, pilotato dalla Gran Bretagna con la partecipazione di Italia e Svezia, si avvicina, in linea con le dichiarazioni di SACEUR della NATO di pochi giorni fa, sta solo dicendo ad alta voce ciò che molti funzionari tedeschi stanno pensando a se stessi, ovvero quella cooperazione con la Gran Bretagna e...

Leggi l'articolo

SCAF vs NGAD: l'Europa è dietro a una generazione industriale?

Nel campo degli aerei da combattimento di nuova generazione, in Occidente si fronteggiano due programmi. Da un lato, il programma SCAF per Future Air Combat System, riunisce Germania, Spagna e Francia, con l'obiettivo di sviluppare contemporaneamente una nuova piattaforma, il Next Generation Fighter o NGF destinato a sostituire il francese Rafale e il tedesco e spagnolo Typhoon , oltre a una serie di sistemi che evolvono il dispositivo in una nuova era di combattimento incentrato sull'informazione. D'altra parte, il Next Generation Air Dominance, o NGAD, è il nuovo programma della US Air Force che inizialmente sostituirà l'F-22 Raptor insieme all'F-35A,...

Leggi l'articolo

La NATO chiede una fusione dei programmi SCAF, Tempest e NGAD

No, non si tratta di unire i 3 programmi! (questo dovrebbe abbreviare molti commenti da parte di persone che hanno letto solo il titolo). Detto questo... In occasione di una conferenza organizzata dal Consiglio Atlantico, un'organizzazione americana il cui scopo è promuovere l'efficacia della NATO e il collegamento transatlantico, è venuto il generale Tod Wolters, l'attuale Comandante supremo alleato in Europa, o SACEUR favorevole all'unione dei 3 cosiddetti programmi di sistema di combattimento aereo di sesta generazione attualmente in fase di sviluppo, vale a dire Next Generation Air Dominance o NGAD dell'aeronautica statunitense, Future Combat Air, ecc.

Leggi l'articolo

La sostenibilità economica è al centro del programma British Tempest

Il Ministero della Difesa britannico ha annunciato all'inizio di questa settimana l'inizio della prossima fase di sviluppo del programma FCAS per il Future Combat Air System e il suo aereo da combattimento di sesta generazione, il Tempest. Per questo, Londra ha confermato una dotazione di 6 miliardi di sterline per finanziare gli sviluppi nei prossimi 2 anni, dal 4 al 2021, consentendo al programma di essere a lungo termine e per mantenere il suo ingresso negli obiettivi di servizio tra il 2025 e il 2035 per sostituire Royal Tifoni dell'aeronautica. Questo annuncio è di per sé solo la conferma di quanto stabilito da...

Leggi l'articolo

La tecnologia si sta muovendo troppo velocemente per i programmi di difesa industriale?

Da 2 anni, il Corpo dei Marines degli Stati Uniti ha avviato una profonda riflessione sulla natura della sua missione negli anni a venire, e sui mezzi a sua disposizione per portarla a termine con successo contro un avversario tecnologicamente avanzato con ingenti risorse militari, come l'Esercito popolare di liberazione cinese, il tutto in un contesto di bilancio nel migliore dei casi fisso, nel peggiore in declino. I primi progressi in questo pensiero sono emersi con la pubblicazione lo scorso anno di una nuova dottrina di intervento per il Corpo, basata su unità più piccole, molto più mobili e agili, che agiscono in...

Leggi l'articolo

Il dimostratore britannico di droni da combattimento Mosquito volerà nel 2023

Per diversi anni, francesi e tedeschi hanno visto il programma britannico FCAS, che include tra le altre cose il combattente di nuova generazione Tempest, come un estraneo al programma SCAF, anche come uno scoppio di orgoglio da parte dei politici d'oltremanica dopo la Brexit. Oggi è chiaro che questo programma sta avanzando rapidamente, e molto più serenamente del programma "europeo", e che le sue ambizioni sono ben lungi dall'essere così limitate che potremmo sentirlo dire che mancano ancora pochi mesi. Oltre al notevole sforzo compiuto dalle autorità britanniche per sostenere questo programma, con un budget annuale fissato a 2 miliardi di sterline dalla nuova revisione strategica...

Leggi l'articolo

Il probabile arrivo dei Verdi nel governo tedesco minaccia il programma SCAF

Da diversi mesi i programmi di cooperazione industriale militare tra Francia e Germania sono in difficoltà, per non dire francamente minacciati. Che si tratti di un riposizionamento delle autorità tedesche a favore del collegamento transatlantico a seguito dell'elezione di Joe Biden, di eccessive e sbilanciate ambizioni industriali tra gli attori, o di divergenze nelle aspettative operative degli eserciti dei due paesi, le tensioni tra Parigi e Berlino stanno aumentando, creando nel frattempo una crescente ostilità dell'opinione pubblica nei confronti di questi programmi, e questo su entrambe le sponde del Reno. Come se non bastasse, una spada di Damocle si è ora materializzata sopra...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE