La Russia perderà il suo esercito in Ucraina?

Dall'intervento militare del 2008 in Georgia, la potenza militare convenzionale russa è stata un potente strumento al servizio del Cremlino, sia per intimidire i suoi vicini sia per riportare la Russia in prima linea sulla scena geopolitica internazionale. I successi registrati in Crimea e poi in Siria hanno creato un'aura di potere che ha permesso a Mosca di imporsi in più occasioni in Europa ma anche in Africa. Questa stessa potenza convenzionale, sostenuta dall'immensa forza deterrente dell'arsenale nucleare russo, spiega ampiamente l'atteggiamento talvolta timoroso degli occidentali a sostegno dell'Ucraina durante le prime settimane del conflitto, quando pochissimi credevano che...

Leggi l'articolo

La Cina ha ufficialmente la massima priorità per il Pentagono ora

Come sappiamo, molti servizi del Pentagono stimano da diversi anni, anche mesi, che l'aumento della forza militare cinese sia diventata la principale minaccia per gli Stati Uniti e i loro alleati, nel teatro del Pacifico e nel mondo. . Ma una direttiva confidenziale di cui è stato informato il sito americano BreakingDefense.com, mostra che d'ora in poi è tutto il Pentagono a ritenere che questa minaccia sia la priorità degli eserciti americani, al punto da affidarne il pilotaggio esclusivo a lo stesso Segretario alla Difesa, il generale Lloyd Austin, che avrà il compito di definire e attuare la politica “cinese”…

Leggi l'articolo

Il Giappone è ora pronto a sostenere gli Stati Uniti per proteggere Taiwan

Fino a poco tempo, la dottrina giapponese nei confronti di Pechino si basava esclusivamente sulla negoziazione e sulla buona comprensione, nonostante a volte gravi disaccordi, in particolare attorno alle isole Senkaku rivendicate dai due paesi, oltre che da Taiwan. Negli anni 2000, i due paesi sono riusciti addirittura ad attuare il co-sfruttamento del sottosuolo ricco di gas e petrolio intorno a questo arcipelago, un modo per risolvere puntualmente le controversie territoriali tra loro e mantenere la dinamica economica molto positiva della regione, che beneficia i due draghi asiatici. Ma da qualche anno, e soprattutto da...

Leggi l'articolo

Quale sarà la strategia di Joe Biden per la NATO e l'Europa?

Molte cancellerie europee hanno appreso dell'elezione di Joe Biden alla Casa Bianca con sincero sollievo, poiché i rapporti con il suo predecessore erano così tesi e difficili. Donald Trump non aveva mai nascosto il suo disprezzo per la NATO e per quegli europei che "hanno beneficiato della protezione americana" senza pagarne il prezzo. Con l'eccezione di alcuni paesi, come la Polonia, che si è schierata troppo apertamente con l'ex presidente, e che ora deve mantenere un atteggiamento discreto in attesa del tempo per svolgere il suo lavoro, molti leader del vecchio continente hanno accolto con favore l'arrivo di Joe Biden alla guida degli Stati Uniti in generale...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE