La difesa contro i missili ipersonici è strutturata in Occidente

Dall'entrata in servizio del missile ipersonico Kh47M2 Kinzhal nel 2018, e ancor di più con l'imminente arrivo del missile ipersonico antinave 3M22 Tzirkon, entrambi di origine russa, il timore di vedere queste munizioni neutralizzare permanentemente la potenza navale occidentale ha stato ampiamente diffuso dai media. È vero che a causa della loro velocità, della loro bassa traiettoria e, per alcuni, della loro capacità di manovrare in fase discendente, queste armi minano lo scudo antimissilistico occidentale, basato sui missili a impattore cinetico THAAD e SM-3. Inoltre, i missili antiaerei attualmente in servizio, come l'SM-2, l'Aster 30 o il Sea Ceptor, hanno...

Leggi l'articolo

Queste 7 tecnologie che rivoluzioneranno il campo di battaglia entro il 2040

Se gli ultimi anni della guerra fredda sono stati occasione di numerosi e importanti progressi tecnologici nel campo degli armamenti, con l'arrivo di missili da crociera, aerei e navi stealth e sistemi avanzati di comando e geolocalizzazione, questa dinamica si è completamente arrestata con il crollo del blocco sovietico. In assenza di un avversario importante e tecnologicamente avanzato, e a causa delle numerose campagne asimmetriche a cui hanno preso parte le forze armate, tra il 1990 e il 2020 si sono registrati pochissimi progressi significativi dal punto di vista tecnologico, con la notevole eccezione della generalizzazione di droni aerei di ogni tipo. Ma con l'emergere, dall'inizio di...

Leggi l'articolo

La NATO all'offensiva contro la Russia e le aspirazioni di difesa europee

Dopo la debacle americana in Afghanistan quest'estate, diversi leader europei hanno rianimato il desiderio di acquisire, all'interno dell'Unione Europea, una propria capacità di intervento militare operativa, complementare all'Alleanza Atlantica, che le consenta di agire indipendentemente dagli Stati Uniti in caso di necessità . Per un certo periodo Washington e la NATO non hanno reagito, o molto poco, a ciò, essendo stata offuscata l'immagine dell'alleato americano. La crisi franco-americana sui sottomarini australiani ha portato nuovi argomenti ai pilastri dell'autonomia strategica europea, la Francia in testa, gli Stati Uniti che hanno chiaramente dimostrato di seguire un...

Leggi l'articolo

La Cina costruirà il terzo sito di lancio di missili nucleari ICBM

All'inizio di luglio 2021 due ricercatori americani hanno evidenziato la costruzione di un vasto sito sugli altipiani di Gunza, tra Mongolia e Tibet, destinato ad ospitare almeno 119 silos in grado di implementare missili balistici intercontinentali ICBM, il primo per Pechino, che fino ad ora aveva schierato solo 2 siti limitati per implementare missili DF-5 di vecchia generazione e che sembrava fare affidamento soprattutto sui suoi nuovi missili balistici intercontinentali mobili DF-41 per rafforzare l'aumento di potenza della sua forza di deterrenza strategica. 3 settimane dopo, la costruzione di un secondo sito, a circa 380 km dal primo, è stata identificata da questi...

Leggi l'articolo

Le portaerei sono ora troppo vulnerabili per essere utili?

Dall'annuncio da parte del Presidente della Repubblica del lancio del programma Portaerei di nuova generazione francese, molte voci si sono levate per mettere in dubbio la rilevanza di un tale investimento, in particolare di fronte alla minaccia rappresentata, ormai, dal lungo raggio missili antinave ipersonici, come il russo 3M22 Tzirkon o il cinese DF26. Secondo loro, e secondo altri, in particolare negli Stati Uniti, tali colossi dei mari sono facilmente individuabili e quindi costituiscono i primi bersagli per i nuovi missili antinave nemici. Tuttavia, un'analisi fattuale e obiettiva delle capacità offerte dalle portaerei, nonché della realtà di ...

Leggi l'articolo

La Germania aderisce al programma europeo di difesa antimissile TWISTER

Annunciato appena un anno fa, il programma TWISTER, per l'allarme tempestivo e l'intercettazione con la sorveglianza dei teatri spaziali, è senza dubbio il programma europeo più ambizioso sviluppato nell'ambito della cooperazione strutturata permanente, o PESCO, dell'Unione Europea. Guidato dalla Francia, il programma ha riunito al suo lancio Finlandia, Italia, Paesi Bassi e Portogallo, con l'obiettivo di sviluppare un sistema antimissilistico europeo in grado di intercettare nuove minacce, inclusi missili ipersonici e alianti atmosferici, oggi fuori dalla portata delle esistenti sistemi antimissilistici. Berlino non partecipava attivamente al programma, avendo solo lo status di osservatore e da...

Leggi l'articolo

Gli europei sviluppano una soluzione antimissile per contrastare le minacce emergenti

Tra i nuovi programmi annunciati nell'ambito di PESCO, il programma strutturato di cooperazione dell'Unione Europea, il programma TWISTER, per la TEMPESTIVA AVVISO E INTERCETTAZIONE CON LA SORVEGLIANZA DEL TEATRO SPAZIALE, è senza dubbio il più ambizioso dal punto di vista tecnologico. Guidata dalla Francia, in collaborazione con Finlandia, Italia, Paesi Bassi e Portogallo, TWISTER mira a sviluppare una soluzione antimissilistica volta a contrastare le cosiddette minacce emergenti, ovvero minacce che oggi non possono essere affrontate dai sistemi antimissilistici esistenti, quindi come fornire una base europea per il programma di difesa dai missili balistici della NATO. Dobbiamo già...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE