General Atomics presenta il drone aerotrasportato leggero Eaglet per alta intensità

Dall'entrata in servizio del primo drone MALE MQ-1 Predator nella US Air Force nel 1995, il ruolo di questi velivoli pilotati da terra e dotati di un'autonomia di oltre 24 ore non ha smesso di crescere negli eserciti mondiali. Ora, la maggior parte dei principali eserciti del mondo utilizza questo tipo di drone, o il suo successore MQ-9 Reaper, per svolgere missioni di intelligence e talvolta di attacco in teatri a bassa intensità, come è avvenuto durante le campagne irachene e gli afgani per il Stati Uniti, o per l'Operazione Barkhane nel Sahel per gli eserciti francesi....

Leggi l'articolo

Taiwan equipaggerà i droni MALE con i missili aria-aria Sky Sword I.

Taiwan è senza dubbio oggi uno dei paesi in evoluzione sotto la maggiore pressione militare esterna del pianeta. Pertanto, le autorità cinesi hanno annunciato ancora una volta lo svolgimento non di una, ma di due grandi esercitazioni navali nel sud del Mar Cinese, e quindi vicino all'isola indipendente, all'inizio della settimana. Inoltre, una di queste esercitazioni si concentrerà su un assalto anfibio, una minaccia presa molto sul serio dalle autorità di Taipei. Questo spiega perché le notizie sulla difesa si occupano così spesso di programmi di difesa taiwanesi, siano essi programmi locali o l'acquisizione di attrezzature per la difesa da...

Leggi l'articolo

Il successore del drone Reaper sarà furtivo e avrà persino una maggiore resistenza

Mentre gli europei faticano ancora a capire se finanziare il programma Eurodrone o affidarsi ancora una volta agli Stati Uniti per ciò che concerne il settore critico dei droni da combattimento, l'azienda americana General Atomics, progettista del drone Predator e del suo successore il Reaper, ha presentato uno schizzo di quello che sarà il suo prossimo modello, destinato a sostituire i due precedenti a seguito della richiesta di informazioni da parte dell'US Air Force. E il minimo che possiamo dire è che gli ingegneri americani non hanno esitato a reinventarsi per affrontare le sfide operative del prossimo decennio. Perchè se…

Leggi l'articolo

L'India avvia l'acquisizione di altri 6 Boeing P8i Poseidon

Le crescenti tensioni tra Pechino e Nuova Delhi sono ovviamente prese molto sul serio dalle autorità indiane, che stanno aumentando le procedure per l'acquisizione di equipaggiamenti per la difesa, a volte in emergenza, dai propri partner internazionali. È il caso in particolare degli Stati Uniti, ai quali New Delhi ha appena notificato una richiesta di offerta (RFP for Request for Price) relativa a 6 nuovi pattugliatori marittimi P8i, oltre agli 8 già in servizio e ai 4 esemplari ordinati in 2016. Il contratto è stimato a $ 1,8 miliardi. Inizialmente, l'ordine doveva riguardare 10 velivoli aggiuntivi, come annunciato lo scorso anno dall'Indian Defence Committee. Mais…

Leggi l'articolo

Il decreto presidenziale per facilitare l'esportazione di droni da combattimento divide i politici statunitensi

Finora esportazioni da parte degli Stati Uniti di sistemi di droni di categoria 1, ovvero con una capacità di carico utile inferiore a 500 kg a più di 300 km, come l'MQ-1 Predator, l'MQ -9 Reaper o l'RQ-4 Global Hawk , erano subordinati a un esplicito previo consenso delle autorità americane, secondo la regola della “presunzione di rifiuto”, all'assimilazione ai missili della normativa Missile Technology Control Regime, o MTCR. Il paese acquirente ha dovuto giustificare, in circostanze eccezionali, la sua richiesta, che ha generato una procedura lunga e sensibilmente più macchinosa rispetto ad altre apparecchiature. Secondo le dichiarazioni di diversi industriali...

Leggi l'articolo

I droni sostituiranno presto gli aerei da combattimento?

La settimana, il carismatico presidente della società Tesla e SpaceX Elon Musk ha sbalordito il pubblico dei piloti di caccia dell'Air Force Association quando ha affermato che la sostituzione dei piloti e dei tradizionali jet da combattimento con i droni era inevitabile in un tempo relativamente breve. Secondo lui, la massa di informazioni che un pilota deve elaborare con ritardi sempre più brevi, associata ai vincoli fisiologici del corpo umano, rende obsoleto il concetto di aereo da combattimento pilotato e indica un'unica e unica soluzione, la loro scomparsa in favore di sistemi senza pilota, droni da combattimento. E la presentazione del concept “Defender”…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE