L'industria statunitense non è in grado di sostituire le probabili perdite in un conflitto grave

Durante la Guerra Fredda, a partire dalla Guerra di Corea, le autorità americane mantennero stabilmente una capacità industriale di difesa molto elevata, dimensionata per poter compensare la distruzione di equipaggiamenti in caso di un grande conflitto, così da mantenere un volume di combattimento costante forze anche nel tempo. Dagli anni '90, tra l'euforia causata dall'implosione del blocco sovietico e la vittoria radicale contro l'Iraq, la pianificazione industriale statunitense si è progressivamente allontanata da questa nozione, strutturandosi con la certezza che le guerre in arrivo sarebbero state brevi, lontane e di scarsa impronta materiali.…

Leggi l'articolo

La fine del mandato di Donald Trump mette in forte tensione la comunità della difesa americana

Mai nella storia recente degli Stati Uniti un passaggio tra il presidente in carica e il presidente eletto avrà generato tante tensioni e minacce per la durabilità delle stesse istituzioni americane. Non soddisfatto di aver già posto situazioni molto complesse da gestire per il suo successore, come nel caso della vendita dell'F35A agli Emirati Arabi Uniti, Donald Trump sta infatti minacciando direttamente il Pentagono, compiendo azioni potenzialmente gravide di conseguenze in spero di rimanere in carica oltre il 20 gennaio. Questo è stato particolarmente il caso quando il presidente ha posto il veto al bilancio 2021 del Pentagono al...

Leggi l'articolo

Vittime di hacking giganti, le agenzie statunitensi puntano alla Russia

Il caso ha suscitato scalpore dall'altra parte dell'Atlantico. In effetti, molte delle più importanti agenzie governative americane, tra cui il Department of Homeland Security, sono state hackerate per diversi mesi da un team di hacker che potenzialmente avevano accesso a tutte le email e ai documenti scambiati da queste agenzie, creando una delle più grandi violazioni della sicurezza gli Stati Uniti hanno visto negli ultimi decenni. Oltre ai metodi impiegati dagli hacker e ai dati potenzialmente trapelati, il Dipartimento della Sicurezza Nazionale sta ora cercando di determinare l'origine dell'hacking e sembra che tutte le strade portino a Mosca. È attraverso una piattaforma software Orion...

Leggi l'articolo

La Casa Bianca vuole triplicare i finanziamenti per la costruzione navale della Marina americana

Nonostante sia a poche settimane dalla sua partenza dalla Casa Bianca, Donald Trump non è pronto a rinunciare alle sue prerogative presidenziali, in un calcolo politico ovvio, ma che non manca di fondamenta. Pertanto, uno degli impegni della campagna presidenziale del 2016 era quello di avere, nel 2030, una flotta di 350 navi da guerra, di cui oggi ne ha solo 297. visto e procrastinazione del budget, questo progetto ha davvero preso forma solo pochi mesi fa, nella forma di un nuovo piano per rafforzare la US Navy chiamato Navy 2045, che...

Leggi l'articolo

Trump era pronto a vincere la sua resa dei conti per vendere F35 agli Emirati Arabi Uniti

La fase di transizione tra l'amministrazione di Donald Trump e quella di Joe Biden, che dovrebbe concludersi con l'insediamento di quest'ultimo il prossimo 20 gennaio, è oggetto di intensi scontri tra il campo democratico e quello repubblicano, in particolare in materia di difesa. Così, il presidente in carica da un altro mese, ha insistito per il passaggio urgente del bilancio 2021 del Pentagono, in cui ha riposto alcuni degli assi che considera prioritari. Paradossalmente, questo stesso Donald Trump oggi minaccia di porre il suo veto presidenziale su questo stesso Bilancio, se il Congresso americano non dovesse cedere su più...

Leggi l'articolo

Donald Trump vuole accelerare i programmi militari prima dell'inaugurazione di Joe Biden

Tradizionalmente, il periodo tra le elezioni presidenziali e l'investitura, particolarmente lungo negli Stati Uniti in quanto dura più di due mesi, è dedicato alla consegna dei fascicoli chiave tra le due amministrazioni, per non creare tagli la gestione del paese. Ma Donald Trump è tutt'altro che tradizionale. Non torneremo sulle accuse di frode su cui il Presidente in carica vuole basare i suoi rimedi legali, in quanto riguardano problemi di politica interna. D'altra parte, sembra che, quali che siano i risultati di questi ricorsi, il presidente in carica per altri 2 mesi fino al 2 gennaio 20, intenda...

Leggi l'articolo

Logistica, petroliere, munizioni: il Pentagono "concreto" i fondamentali

Dopo anni di peregrinazioni di bilancio e di spese sconsiderate, il bilancio del Pentagono è oggi oggetto di tutte le attenzioni, tanto da parte dello Stato Maggiore quanto dell'Esecutivo e del Congresso, poiché i bisogni osservati sono tanti, mentre il bilancio resta fisso o vincolato a un leggero aumento. Se è vero che quando è arrivato alla Casa Bianca, Donald Trump ha dato priorità al bilancio del Pentagono, con un aumento di quasi il 15% tra il 2016 e il 2018, la spesa per la difesa prevista degli Stati Uniti dovrebbe ristagnare nel 2020 e nel 2021, per poi crescere di “solo” dal 3 al 5% per...

Leggi l'articolo

5 dei 6 capi di stato maggiore americani in quarantena a causa del Covid-19

La maggior parte dei capi di stato maggiore delle forze armate statunitensi è ora in quarantena, dopo che il capo di stato maggiore della guardia costiera statunitense, l'ammiraglio Charles Ray, è stato diagnosticato con il coronavirus Covid19 all'inizio della settimana. Quest'ultimo aveva infatti manifestato sintomi lievi durante il fine settimana, giustificando il test. Tutti gli ufficiali generali che in questi giorni hanno collaborato con l'ammiraglio Ray, ovvero 5 dei 6 capi di stato maggiore, unica eccezione il generale Berger del Corpo dei Marines americani, sono quindi in quarantena da ieri sera, creando una situazione del tutto nuova al Pentagono. Secondo il portavoce del Pentagono, i capi di stato maggiore interessati restano...

Leggi l'articolo

La legge statunitense vieterebbe l'acquisto di attrezzature per la difesa non statunitensi già nel 2026

Il caso ha suscitato scalpore nei corridoi del Campidoglio a Washington. In effetti, il Comitato per i servizi armati della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, i Comitati per i servizi armati della Camera, farebbe ogni sforzo per approvare, nel quadro del National Defense Authorization Act, articoli che obbligherebbero il Pentagono a non acquistare più attrezzature con meno del 75% di componenti fabbricati negli Stati Uniti entro ottobre 2021 e imporrebbe apparecchiature al 100% dall'industria statunitense entro il 2026, nello spirito del dinamico presidente Trump's America First. Per i promotori di questa legge si tratta soprattutto di garantire...

Leggi l'articolo

Donald Trump accusa il Pentagono di condurre guerre "a vantaggio delle compagnie di armi"

Fino a che punto si spingerà il presidente degli Stati Uniti Donald Trump per cercare di recuperare il ritardo nei sondaggi per le elezioni presidenziali del 3 novembre 2020? Ci si può ragionevolmente porre la domanda, viste le ultime dichiarazioni dell'inquilino della Casa Bianca, visibilmente pronto a tutto pur di spianare nuove strade senza altra visione che le elezioni stesse. Così, dopo aver giocato la carta dell'America bianca conservatrice non esitando a flirtare con posizioni apertamente razziste, ecco che attacca direttamente gli ufficiali generali del Pentagono, accusandoli di subornazione alle grandi compagnie della Difesa Usa, e...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE