Nexter sfida Rheinmetall con il suo cannone ASCALON per il programma MGCS

Per la tedesca Rheinmetall il caso era chiaro: l'esperienza e la reputazione acquisite dal progettista del cannone Rh-120 L44 da 120 mm che equipaggia il Leopard 2 giustificavano, secondo il gruppo di Düsseldorf, da sole, che il design del cannone principale a lui è attribuita la pistola del programma franco-tedesco MGCS. Per questo Rheinmetall intendeva affidarsi al suo nuovo cannone da 130 mm L/51, presentato 5 anni fa, nonostante i test effettuati dal francese Nexter, che nel 140 aveva sperimentato un nuovo cannone da 2019 mm su telaio Leclerc, come parte del programma Future Tank Main Armament,...

Leggi l'articolo

La cooperazione industriale franco-tedesca della difesa cristallizza le opinioni in Francia

Nelle ultime settimane, i programmi di cooperazione industriale della difesa franco-tedesca, come il programma SCAF di nuova generazione di aerei da combattimento e il programma di carri armati da combattimento MGCS, hanno incontrato molte difficoltà. Di fronte a una certa intransigenza ed eccessive pretese da parte della Germania, l'industria della difesa francese, ma anche una parte significativa dell'opinione pubblica nazionale, si è preparata in un atteggiamento di ostilità, con l'obiettivo di proteggere l'industria della difesa come a volte opporsi al principio stesso della cooperazione europea. Questo dibattito, svoltosi principalmente sui social network e in un comitato ristretto, ha oggi varcato una nuova soglia,...

Leggi l'articolo

Il probabile arrivo dei Verdi nel governo tedesco minaccia il programma SCAF

Da diversi mesi i programmi di cooperazione industriale militare tra Francia e Germania sono in difficoltà, per non dire francamente minacciati. Che si tratti di un riposizionamento delle autorità tedesche a favore del collegamento transatlantico a seguito dell'elezione di Joe Biden, di eccessive e sbilanciate ambizioni industriali tra gli attori, o di divergenze nelle aspettative operative degli eserciti dei due paesi, le tensioni tra Parigi e Berlino stanno aumentando, creando nel frattempo una crescente ostilità dell'opinione pubblica nei confronti di questi programmi, e questo su entrambe le sponde del Reno. Come se non bastasse, una spada di Damocle si è ora materializzata sopra...

Leggi l'articolo

La Francia può sviluppare i suoi programmi di difesa senza la Germania?

In questi mesi non passa settimana senza che nuove informazioni mettano in dubbio la volontà della Germania di perseverare nell'ambiziosa cooperazione nei programmi di difesa lanciata 4 anni fa dal presidente Macron e dalla cancelliera Merkel, sull'altare delle tensioni tra Stati Uniti ed europei, in particolare Germania, le conseguenze dell'intransigenza del presidente Trump sui temi della condivisione dello sforzo di difesa. Se negli ultimi due anni le richieste di Berlino potrebbero ancora sembrare legate a una diversa concezione dello sforzo difensivo, la fragorosa uscita dal...

Leggi l'articolo

L'esercito britannico si interessa al programma di carri armati MGCS franco-tedesco

I programmi di cooperazione europea sembrano essere al centro delle novità della Difesa all'inizio dell'anno. Infatti, dopo Italia e Polonia, tocca alla Gran Bretagna interessarsi al programma franco-tedesco MGCS, che prevede di progettare e realizzare entro il 2035 un nuovo carro pesante da combattimento in sostituzione del Leopards.2 della Bundeswehr e del Leclerc di l'esercito. Secondo il sito Defensenews.com, le autorità britanniche hanno infatti aperto discussioni con le loro controparti tedesche e francesi su questo argomento, al fine di trovare un sostituto per i suoi carri armati Challenger 2 che rimarranno in servizio all'interno degli inglesi...

Leggi l'articolo

Il programma franco-tedesco di artiglieria CIFS potrebbe essere rinviato

Quando è salito al potere, Emmanuel Macron ha avviato 4 grandi programmi di cooperazione tra Francia e Germania nel campo degli equipaggiamenti per la difesa, con l'obiettivo di dare vita a una dinamica che avrebbe portato alla nascita di una vera autonomia strategica europea. Mentre le collaborazioni franco-tedesche in questo campo erano quasi ferme da quasi 30 anni nonostante le numerose richieste di Parigi, Berlino ha accolto favorevolmente questa iniziativa francese, in realtà è in gran parte stimolata dalla posizione del presidente Trump ostile alla NATO e molto critico nei confronti della mancanza di investimenti della Germania in...

Leggi l'articolo

Possiamo cambiare i paradigmi del moderno carro armato?

Dall'inizio degli anni '30, la logica alla base dell'evoluzione del carro armato da combattimento è rimasta la stessa, ovvero un'armatura più spessa, un cannone più potente e un motore più efficiente per mantenere la mobilità dell'armatura. Fu così che i carri armati da 30 tonnellate come il T34 o il Panzer IV all'inizio della seconda guerra mondiale, si trasformarono a poco a poco in veicoli corazzati di oltre 40 tonnellate come il Panther e l'M26 Pershing 2, e anche oltre con le Tigri tedesche di 57 tonnellate. Alla fine della seconda guerra mondiale, nacquero due scuole nel...

Leggi l'articolo

La Francia sta sacrificando parte della sua industria della difesa sull'altare della cooperazione con la Germania?

È ufficiale, la società KNDS, che riunisce il francese Nexter e il tedesco Krauss-Maffei Wegman, e che fino ad ora era pilotata da una struttura a due capi composta dal CEO di Nexter Stephan Mayer e dal suo omologo di KMW, vedrà la sua struttura evolve, e ora sarà guidata da un consiglio di amministrazione di 9 persone presieduto da Philippe Petitcolin, amministratore delegato del produttore francese di motori Safran, mentre l'azienda passerà sotto la direzione di Frank Haun, finora boss di KMW, che sarà essere sostituito in questa posizione dal vicepresidente della società, Ralf Ketzel, mentre Stéphane Mayer lascerà Nexter, senza che il suo successore sia stato finora nominato....

Leggi l'articolo

L'esercito francese rivela le sue ambizioni con il programma TITAN

L'esercito francese e la Direction Générale de l'Armement (DGA) hanno pubblicato questa settimana un'animazione video che presenta le principali linee di sviluppo in corso e future per il combattimento aria-terra degli eserciti francesi. Se oggi tutti gli occhi, e la stragrande maggioranza dei crediti, sono puntati sul rinnovamento del segmento “mediano”, ovvero i veicoli corazzati leggeri e medi, i più probabili da impiegare in operazioni esterne, nell'ambito del programma SCORPION, il il rinnovo della componente pesante delle forze è ora previsto all'interno di un nuovo programma chiamato TITAN. TITAN non è, di per sé, davvero un...

Leggi l'articolo

Il programma di carri armati MGCS risponde alle sfide operative e industriali franco-tedesche?

Quando è arrivato all'Eliseo dopo la vittoria alle elezioni presidenziali del 2017, il presidente francese Emmanuel Macron ha subito avviato con Berlino una serie di importanti programmi di difesa, volti sia ad avvicinare le posizioni dei due paesi in termini di Difesa che a prendere sfruttare le possibili sinergie tra le due basi industriali e le tecnologie di difesa. Sono emersi quattro programmi principali, lo SCAF nel campo degli aerei da combattimento, il CIFS nel campo dell'artiglieria, il MAWS nel campo del pattugliamento marittimo e il Main Ground Combat System, o MGCS, programma nel campo dei carri di...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE