Gli Stati Uniti temono la banalizzazione del “ricatto deterrente” russo e cinese

Appena pochi giorni dopo l'inizio delle operazioni militari in Ucraina, Vladimir Putin ha ordinato, in modo molto pubblicizzato, al suo capo di stato maggiore e al suo ministro della Difesa di mettere in massima allerta le forze strategiche russe, in risposta al primo round di sanzioni da gli Stati Uniti e l'Europa contro la Russia in risposta a questa aggressione. Da allora, Mosca ha ripetutamente ripetuto le sue minacce strategiche nel tentativo di impedire all'Occidente di interferire nel conflitto in corso e di fornire un sostegno crescente agli ucraini. Se ciò non impedisse agli Stati Uniti, alla Gran Bretagna e a molti paesi europei di consegnare armamenti...

Leggi l'articolo

La difesa contro i missili ipersonici è strutturata in Occidente

Dall'entrata in servizio del missile ipersonico Kh47M2 Kinzhal nel 2018, e ancor di più con l'imminente arrivo del missile ipersonico antinave 3M22 Tzirkon, entrambi di origine russa, il timore di vedere queste munizioni neutralizzare permanentemente la potenza navale occidentale ha stato ampiamente diffuso dai media. È vero che a causa della loro velocità, della loro bassa traiettoria e, per alcuni, della loro capacità di manovrare in fase discendente, queste armi minano lo scudo antimissilistico occidentale, basato sui missili a impattore cinetico THAAD e SM-3. Inoltre, i missili antiaerei attualmente in servizio, come l'SM-2, l'Aster 30 o il Sea Ceptor, hanno...

Leggi l'articolo

Queste 7 tecnologie che rivoluzioneranno il campo di battaglia entro il 2040

Se gli ultimi anni della guerra fredda sono stati occasione di numerosi e importanti progressi tecnologici nel campo degli armamenti, con l'arrivo di missili da crociera, aerei e navi stealth e sistemi avanzati di comando e geolocalizzazione, questa dinamica si è completamente arrestata con il crollo del blocco sovietico. In assenza di un avversario importante e tecnologicamente avanzato, e a causa delle numerose campagne asimmetriche a cui hanno preso parte le forze armate, tra il 1990 e il 2020 si sono registrati pochissimi progressi significativi dal punto di vista tecnologico, con la notevole eccezione della generalizzazione di droni aerei di ogni tipo. Ma con l'emergere, dall'inizio di...

Leggi l'articolo

Tecnologie di difesa che hanno fatto notizia nel 2021

Nonostante la crisi legata alla pandemia di Covid-19, le novità del 2021 sono state spesso segnate da alcune tecnologie di difesa, in un contesto geopolitico di crescenti tensioni e crisi critiche. Dall'annullamento a sorpresa da parte dell'Australia dell'ordine per i sottomarini a propulsione convenzionale di fabbricazione francese di passare ai sottomarini d'attacco nucleari statunitensi-britannici, ai missili ipersonici; dai droni subacquei al nuovo sistema di bombardamento orbitale frazionato cinese; queste tecnologie di difesa, a lungo sullo sfondo della scena mediatica mondiale, si sono ritrovate nelle notizie, e talvolta nei titoli dei giornali durante quest'anno. In questo articolo in due parti,...

Leggi l'articolo

La Russia sviluppa una versione aerea "leggera" del missile ipersonico antinave Tzirkon

Dall'entrata in servizio del missile ipersonico Kh47m2 Kinzhal all'interno dell'aviazione russa alla fine del 2017, il paese ha preso un comodo vantaggio rispetto ad altre nazioni, e in particolare agli Stati Uniti, in questo settore. E i test conclusivi del sistema antinave ipersonico 3M22 Tzirkhon condotti negli ultimi mesi hanno solo rafforzato questo fatto, soprattutto perché a differenza del Kinzhal, lo Tzirkon utilizza un nuovo motore di tipo Scramjet per la sua propulsione. È proprio sulla base di un nuovissimo scramjet denominato “Object 70” (Izdelie 70), più compatto di quello utilizzato a bordo dello Tzirkon, che gli ingegneri…

Leggi l'articolo

Rivelate le ambizioni del programma bombardiere strategico PAK DA della Russia

Sebbene avviato all'inizio del decennio precedente, il programma di bombardieri strategici russi PAK DA, destinato a sostituire dal 2027 l'antidiluviano Tu-95 Bear ancora in servizio nell'arsenale strategico di Mosca, rimane molto misterioso, e ben poche informazioni sono state effettivamente divulgato al riguardo, senza che sia possibile giudicarne la veridicità. Un articolo pubblicato sul sito RIA Novosti offre una visione leggermente più illuminata di quello che sarà questo nuovo velivolo, che si evolverà insieme ai bombardieri strategici Tu-160M ​​Black Jack e ai bombardieri supersonici a lungo raggio Tu-22M3M Backfire. l'inizio del prossimo...

Leggi l'articolo

La Russia mantiene la leadership nelle armi ipersoniche con il Mini-Kinzhal

Quando Vladimir Putin, allora nel mezzo di una campagna elettorale per la propria successione, annunciò l'entrata in servizio del missile ipersonico aereo Kh-47M2 Kinzhal, nel marzo 2018, il personale occidentale rimase a dir poco sbalordito. Non solo non prevedevano l'avanzata russa in questo campo, ma era poi un campo relativamente trascurato finora negli Stati Uniti come in Europa, e nessuno aveva un'alternativa valida da proporre a breve per contrastare il nuovo missile russo , sia che si tratti di un sistema antimissilistico o di un sistema equivalente. La stessa cosa accadde un anno dopo, quando Mosca annunciò che l'aliante atmosferico ipersonico di rientro...

Leggi l'articolo

L'aeronautica navale russa acquisisce missili ipersonici Kh47m2 Kinzhal

Poco conosciuta, la Russian Naval Aeronautics ha risorse aeree più che significative. Oltre ai venti Mig-29K e ad altrettanti Su-33 in grado di essere schierati dalla portaerei Kuznetsov, la sua flotta di caccia è composta anche da una ventina di Su-30SM, altrettanti Su-27 e Su-24M d'attacco operati da terra basi per proteggere le acque russe. Soprattutto allinea 32 intercettori MIG-31 che svolgono missioni di intercettazione vicino alle basi navali del Paese. Ma questa missione sarà presto estesa, poiché secondo l'Agenzia Tass, la Marina russa si prepara a schierare due reggimenti di Mig-31K, la versione ...

Leggi l'articolo

Riepilogo 2020: importanti progressi tecnologici nella difesa nel 2020

Se il 2020 passerà alla storia come l'anno della grande Pandemia da Covid-19, sarà anche, per quanto riguarda le tecnologie per la Difesa, un anno cardine di passaggio tra la visione tecnologica ereditata dalla Guerra Fredda che poco era cambiata in questi 30 anni, e la svolta tecnologica si avvicina in molte forze armate e in molti laboratori di ricerca. Tra questi numerosi e vari progressi, alcuni meritano un'attenzione speciale. 1- Armi ipersoniche Le armi ipersoniche sono state al centro delle preoccupazioni della stragrande maggioranza delle grandi nazioni tecnologiche. L'argomento non è nuovo, dal momento che il missile ipersonico Kh47m2...

Leggi l'articolo

Le portaerei sono ora troppo vulnerabili per essere utili?

Dall'annuncio da parte del Presidente della Repubblica del lancio del programma Portaerei di nuova generazione francese, molte voci si sono levate per mettere in dubbio la rilevanza di un tale investimento, in particolare di fronte alla minaccia rappresentata, ormai, dal lungo raggio missili antinave ipersonici, come il russo 3M22 Tzirkon o il cinese DF26. Secondo loro, e secondo altri, in particolare negli Stati Uniti, tali colossi dei mari sono facilmente individuabili e quindi costituiscono i primi bersagli per i nuovi missili antinave nemici. Tuttavia, un'analisi fattuale e obiettiva delle capacità offerte dalle portaerei, nonché della realtà di ...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE