KF51 vs EMBT: duello fioretto maculato tra Rheinmetall e KNDS attorno al programma MGCS

Come il programma di velivoli da combattimento di nuova generazione SCAF, il programma Main Ground Combat System, o MGCS, volto a progettare la sostituzione dei carri armati tedeschi Leopard 2 e francesi Leclerc, sta incontrando molte difficoltà. Oltre alle profonde differenze dottrinali che si oppongono nelle specificazioni tra Esercito e Bundeswehr, la condivisione industriale tra i principali attori, il tedesco Rheinmetall da un lato, e i gruppi Nexter e Krauss Maffei Wegman riuniti nel gruppo KNDS sul altro, è anch'esso oggetto di intensa tensione. In effetti, il gruppo di Monaco, che è anche molto politicamente presentato al Bundestag, il parlamento tedesco, non è di...

Leggi l'articolo

MGCS: Italia, Polonia, Norvegia e Gran Bretagna potrebbero aderire al programma dal 2023

Risultato di uno studio preliminare lanciato congiuntamente da Francia e Germania nel 2012, il programma Main Ground Combat System, o MGCS, è stato lanciato ufficialmente nel 2017 da Emmanuel Macron e Angela Merkel per sostituire nel 2035 i carri armati francesi Leclerc e i tedeschi Leopard 2, insieme a 3 altri programmi emblematici della cooperazione franco-tedesca nel settore della difesa, il Future Air Combat System o SCAF per sostituire il Rafale e il Typhoon nel 2040, il Common Indect Fire System o CIFS per sostituire i cannoni semoventi e lanciarazzi multipli nel 2035, e il Maritime Airborne Warfare System o MAWS per...

Leggi l'articolo

SCAF, MGCS… Arriverà troppo tardi il nuovo equipaggiamento militare europeo?

In un'intervista rilasciata al sito lesecho.fr, Franck Haun, CEO del gruppo KNDS che riunisce il tedesco Krauss Maffei Wegman e il francese Nexter, ha invitato i governi francese e tedesco ad accelerare il Main Ground Combat System o programma MGCS , che secondo lui, allo stato attuale delle cose, non dovrebbe arrivare ad una consegna prima del 2040 e nemmeno del 2045. Se le considerazioni di Franck Haun sono soprattutto industriali, invitando in particolare ad allargare il programma sulla scena europea, resta il fatto non meno vero di un'analisi oggettiva dei palinsesti dei programmi in corso, MGCS come SCAF, il programma degli aerei da combattimento...

Leggi l'articolo

Il carro armato KNDS EMBT sarà molto più di un dimostratore industriale

Il carro armato E-MBT della società franco-tedesca KNDS ha fatto scalpore a EuroSatory 2018, orgogliosamente intronizzato nel cuore della mostra come simbolo della cooperazione franco-tedesca nel campo dell'equipaggiamento per la difesa, istituito nel 2015 quando lo specialista tedesco di armature Krauss Maffei Wegman e il francese Nexter, rispettivamente all'origine del carro Leopard 2 e del Leclerc, crearono con pari potenza la joint venture KNDS. E l'E-MBT, per Enhanced Main Battle Tank, rifletteva perfettamente questo equilibrio, con una torretta Leclerc appollaiata su uno scafo Leopard 2. Tuttavia, nulla suggeriva che questo carro armato potesse effettivamente vedere la luce del giorno oltre...

Leggi l'articolo

La Francia sta sacrificando parte della sua industria della difesa sull'altare della cooperazione con la Germania?

È ufficiale, la società KNDS, che riunisce il francese Nexter e il tedesco Krauss-Maffei Wegman, e che fino ad ora era pilotata da una struttura a due capi composta dal CEO di Nexter Stephan Mayer e dal suo omologo di KMW, vedrà la sua struttura evolve, e ora sarà guidata da un consiglio di amministrazione di 9 persone presieduto da Philippe Petitcolin, amministratore delegato del produttore francese di motori Safran, mentre l'azienda passerà sotto la direzione di Frank Haun, finora boss di KMW, che sarà essere sostituito in questa posizione dal vicepresidente della società, Ralf Ketzel, mentre Stéphane Mayer lascerà Nexter, senza che il suo successore sia stato finora nominato....

Leggi l'articolo

Il programma di carri armati MGCS risponde alle sfide operative e industriali franco-tedesche?

Quando è arrivato all'Eliseo dopo la vittoria alle elezioni presidenziali del 2017, il presidente francese Emmanuel Macron ha subito avviato con Berlino una serie di importanti programmi di difesa, volti sia ad avvicinare le posizioni dei due paesi in termini di Difesa che a prendere sfruttare le possibili sinergie tra le due basi industriali e le tecnologie di difesa. Sono emersi quattro programmi principali, lo SCAF nel campo degli aerei da combattimento, il CIFS nel campo dell'artiglieria, il MAWS nel campo del pattugliamento marittimo e il Main Ground Combat System, o MGCS, programma nel campo dei carri di...

Leggi l'articolo

Progetti militari franco-tedeschi: tra anticipi e blocchi

Da oltre dieci anni, la Francia cerca un partner europeo duraturo per i suoi progetti di collaborazione militare, sia operativa che industriale. Ciò è iniziato nel 2010 con gli accordi di Lancaster House poi, a seguito del fallimento di un primo programma SCAF franco-britannico, un riavvicinamento politico e industriale tra Parigi e Berlino. Distribuzioni industriali e stalli politici In termini di esigenze militari, il riavvicinamento tra Francia e Germania è diventato molto presto evidente. Sono così emersi tre grandi temi: SCAF: il futuro sistema di combattimento aereo in sostituzione dei caccia Rafale ed Eurofighter MGCS (Main Ground Combat System): sostituzione dei carri armati Leclerc (Francia) e…

Leggi l'articolo

Il presidente Macron apre le porte alla partecipazione polacca al programma di carri armati franco-tedesco MGCS

In viaggio in Polonia il 4 febbraio, E. Macron sembra pronto per iniziare un riavvicinamento diplomatico e politico con la Polonia, anche se Parigi e Varsavia sono state un po' fredde per alcuni anni. Se i sudditi militari sono al centro delle recenti liti tra Francia e Polonia, questa volta potrebbero permettere la loro riconciliazione. Il Presidente della Repubblica ha infatti accennato alla possibilità di integrare la Polonia nel futuro programma di carri armati, il MGCS (Main Ground Combat System), possibilmente nell'ambito della cooperazione strutturata permanente (CSP o PESCO in inglese). ) dell'Unione Europea . Una…

Leggi l'articolo

Lo stato francese si rifiuta di cedere la maggioranza di KNDS a Rheinmettal

Nel corso di una movimentata audizione del Comitato di difesa dell'Assemblea nazionale, in particolare a causa dei pregiudizi molto polemici e approssimativi di alcuni parlamentari in merito alle esportazioni di armi francesi verso l'Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti, il ministro delle armi, Florence Parly, ha risposto alle richieste della società Rheinmetall in merito al controllo della società KNDS. Ricordiamo che la società KNDS, che riunisce la francese Nexter e la tedesca Krauss Maffei Wegman, è in comproprietà per il 50% dallo stato francese e per il 50% dalla famiglia Baude, proprietaria di KMW. Il secondo player tedesco nel mercato delle auto blindate, Rheinmetall, ha unito le forze con la famiglia Baude...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE