La marina americana dividerà il programma delle fregate FFG / X.

È legato agli effetti della crisi del Covid19 sul settore della Difesa? Tuttavia, la US Navy ha annunciato che dividerà il programma FFG/X in due sottoprogrammi di 10 navi. Al vincitore dell'attuale competizione tra 4 gruppi industriali sarà assegnata la costruzione di 10 navi, mentre sarà subito lanciato un nuovo concorso per la costruzione di 10 fregate di classe diversa. Questo approccio consentirà di distribuire velocemente il carico di lavoro tra i cantieri americani e i loro subappaltatori, molti dei quali sono duramente colpiti dalle conseguenze della crisi sanitaria ed economica legata al Covid19. Permetterà inoltre...

Leggi l'articolo

Le principali industrie della difesa europee minacciate dai prezzi delle azioni

La combinazione di timori per la pandemia di coronavirus Covid-19, il disastroso intervento unilaterale del presidente Donald Trump per vietare agli europei di entrare negli Stati Uniti per 30 giorni e la minaccia strutturale del debito societario, ha innescato un crollo del mercato azionario oggi 12 marzo, a sua volta un primo forte calo l'11 marzo in seguito all'esplosione del numero di casi di coronavirus in Italia e alla quarantena nel Paese. Questo calo, che supera il 12% a Parigi e il 10% a Francoforte e Londra, sta colpendo pesantemente le grandi società quotate nel settore della difesa europea, con prezzi...

Leggi l'articolo

L'appello di Hervé Guillou, CEO di Naval Group, per un "Airbus Naval" fa appello ai produttori europei?

Dall'avvio delle discussioni per un riavvicinamento tra il Gruppo Navale francese e l'italiana Fincantieri, due dei principali gruppi di difesa navale europei, è emersa più volte un'idea, quella di creare “un Airbus navale”. E in occasione del suo breve discorso degno di nota prima della sua partenza, Hervé Guillou, presidente di Naval Group dal 2014 e che lascerà infatti questa posizione a favore di Pierre-Eric Pommellet, ha invitato ancora una volta l'industria europea della difesa navale a riunirsi e consolidarsi, per essere pronti ad affrontare la concorrenza di paesi come la Corea del Sud, la Turchia, la Russia e soprattutto il...

Leggi l'articolo

Roma era pronta a vincere al Cairo sulle macerie della cooperazione di difesa franco-egiziana

All'inizio della scorsa settimana, la stampa italiana ha rivelato che l'Egitto sarebbe in trattative per l'acquisizione delle ultime due fregate polivalenti italiane FREMM-GP, la F598 Spartaco Schergat e la F599 Emilio Bianchi. Nella nostra analisi dell'argomento abbiamo evocato le logiche industriali, diplomatiche e operative che potrebbero essere alla base di tale acquisto, ricordando che tali trattative sono per definizione lunghe e incerte. Tuttavia, lo scorso fine settimana, la twittosfera della difesa italiana si è fatta nuovamente travolgere evocando un potenziale mega-contratto da oltre 9 miliardi di euro che sarebbe in trattativa tra Roma e Il Cairo, oltre ai primi due FREMM,...

Leggi l'articolo

Dopo la Grecia, la Spagna potrebbe aderire al programma Corvette europeo franco-italiano

Presentato il 12 novembre 2019 da Francia e Italia per aderire al Programma europeo di cooperazione strutturata permanente, o Pesco, il programma European Patrol Corvette mira a progettare una nave da combattimento da 3000 tonnellate, ovvero una fregata leggera o una corvetta pesante. Per Roma, che prevede di ordinare 8 unità, si tratta di sostituire le corvette di classe Commandante, Cassiope e Minerva, mentre per Parigi la necessità individuata riguarda soprattutto la sostituzione delle 6 Fregate di Sorveglianza della classe Floreal. È anche il primo programma di cooperazione di Naviris, la joint venture tra la Marina francese...

Leggi l'articolo

L'Italia potrebbe vendere le sue ultime due FREMM all'Egitto

Da qualche giorno sulla stampa italiana circola la voce, a seguito delle rivelazioni di Start Magazine, che Fincantieri e lo Stato italiano sono in trattativa con l'Egitto per la vendita di due FREMM della classe Bergamini, prelevati dagli ultimi due immobili previsto per la Marina Militare. Tale vendita consentirebbe all'Egitto di completare la sua flotta di superficie, che ha già acquisito un FREMM in Francia nel 2015. Tale vendita, se si dovessero trovare accordi di finanziamento, si andrebbe poi ad aggiungere a un lungo elenco di transazioni effettuate tra l'Egitto e costruttori navali europei dal rovesciamento di Hosni Mubarak in...

Leggi l'articolo

Fincantieri rafforza i legami con il Qatar

I cantieri italiani Fincantieri e il Ministero della Difesa del Qatar hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per rafforzare i legami e il lavoro congiunto tra il gruppo navale italiano e la holding statale Barzan del Qatar. Questo accordo riguarda la cooperazione tecnologica nella costruzione navale, ma anche la Cybersecurity e i radar, e potrebbe dare origine a nuovi ordini. Inoltre, include la costruzione della base navale da cui opereranno i nuovi edifici della flotta ordinati nel 2016, nonché tutti i servizi che circondano questa flotta, come la manutenzione e...

Leggi l'articolo

Alcuni dettagli sulle future petroliere della marina francese

In ottemperanza alla LPM 2019-2025, il Ministero delle Forze Armate ha annunciato, tramite la voce del Ministro Florence Parly, l'ordine di 4 Tanker Refueler derivati ​​dal Vulcano LSS di Fincantieri, per un importo di 1,7 miliardi di dollari. Si tratta quindi dell'esecuzione del programma FLOTLOG, destinato a sostituire le petroliere della classe Durance, oggi obsolete, anche ecologicamente pericolose. Le nuove Force Supply Vessels, BRF, misureranno più di 30.000 tonnellate caricate, o quasi il doppio della Durance, per una lunghezza di 193 metri. Sarà in grado di trasportare, oltre 8000 km, 1.500 tonnellate di merci e 13.000 m3 di carburante, il che aumenterà notevolmente l'autonomia...

Leggi l'articolo

I Paesi Bassi sono invitati a unirsi alla partnership tra Germania e Norvegia per i suoi sottomarini

Il ministro della Difesa norvegese ha affermato che i Paesi Bassi sarebbero invitati a partecipare al programma di sottomarini Type212 NG, emerso dalla partnership tra Germania e Norvegia. La marine des Pays-Bas méne actuellement une phase préparatoire au lancement d'un appel d'offre visant à remplacer ses sous-marins de classe Walrus, datant des années 80. Pour rappel, la Norvège a mis fin à la procédure d'appel d'offre qui opposait le Scorpene de DCNS et le U212 de TKMS, pour accepter l'offre de partenariat stratégique de l'Allemagne afin de concevoir et construire en commun une version améliorée du sous-marin Type212, la Marine Allemande s'engageant à ordinare…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE