Il programma della portaerei CVX della Corea del Sud è stato criticato dalla critica

Di fronte all'aumento delle capacità di primo attacco della Corea del Nord, lo stato maggiore sudcoreano, supportato dal governo, ha annunciato nel luglio 2019 l'intenzione di acquisire due portaerei leggere in grado di operare 20 aerei da combattimento F-35B ciascuno con presa verticale o corta decollo e atterraggio. Secondo le argomentazioni avanzate dai militari, questo programma, denominato CVX, consentirà di mantenere le capacità di attacco e risposta anche se Pyongyang dovesse iniziare le ostilità contro il suo vicino meridionale, e di distruggere le basi aeree sudcoreane con attacchi balistici preventivi e missili da crociera. In…

Leggi l'articolo

Accelera la corsa ai missili nella penisola coreana

Dopo diversi mesi di calma, la corsa missilistica, balistica o da crociera, ha subito negli ultimi giorni una rapida accelerazione su entrambi i lati del 38° parallelo della penisola coreana. Sia Seoul che Pyongyang sono state infatti impegnate in una mostra di postura di forza per alcune settimane, avendo raggiunto quello che possiamo pensare come il suo apice oggi. Infatti, nel giro di poche ore, la Corea del Nord ha lanciato due missili balistici a corto raggio nel Mar del Giappone, mentre il suo vicino meridionale stava effettuando il 3° e presumibilmente ultimo test di qualificazione del suo missile...

Leggi l'articolo

La Corea del Sud testa con successo il lancio del missile SLBM Hyunmoo 4-4 dal sottomarino

Nel mondo solo 7 paesi hanno sottomarini in grado di implementare missili balistici: i 5 membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (Cina, Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna e Russia), l'India e la Corea del Nord. Un ottavo paese ha appena dimostrato questa capacità. Infatti, il sottomarino Dosan Ahn Chang-ho, la prima unità dell'omonima classe del programma KSS-III, e il primo sottomarino interamente costruito in Corea del Sud, avrebbe effettuato il primo lancio di un missile balistico Hyunmoo 4. -4 secondo diverse fonti concordanti, e nessuna smentita dalle autorità di Seoul. Questo test di successo...

Leggi l'articolo

La Corea del Sud ha testato il lancio di un missile balistico sotto la superficie

Come sapevamo, la Corea del Sud investe costantemente nello sviluppo di missili da crociera e missili balistici, per poter, per quanto poco fare, contrastare la crescente minaccia rappresentata dall'arsenale balistico nordcoreano. È così che il Paese ha sviluppato, dai primi anni '80, la famiglia di missili Hyunmoo superficie-superficie, inizialmente progettati con un trasferimento di tecnologia dagli Stati Uniti in cambio degli impegni di Seoul sulla portata massima delle armi sviluppate, poi nell'ambito di una partnership con Mosca negli anni '90, che ha permesso alla seconda generazione di missili, gli Hyunmoo 2, di integrare...

Leggi l'articolo

Tipo 214, Scorpene, Yuan: come si comportano i moderni sottomarini convenzionali? - Parte 1

Con il ritorno delle tensioni internazionali all'inizio degli anni 2010, il ruolo dei sottomarini d'attacco è aumentato considerevolmente per le marine mondiali. Sta ora entrando in servizio una nuova generazione di sottomarini d'attacco a propulsione convenzionale, spesso dotati di moduli anaerobici che estendono il loro raggio di immersione e offrono prestazioni migliorate e capacità offensive migliorate. Oggi una dozzina di modelli condividono questo mercato spesso critico per molte marine. In questo articolo presenteremo i primi 5 modelli (classificazione alfabetica per paese), per comprenderne prestazioni e vantaggi. Un secondo articolo presenterà gli ultimi 5 modelli. Germania: Tipo 212...

Leggi l'articolo

A discrezione, Taiwan iniziò la costruzione del primo sottomarino prodotto localmente

Niente è semplice per Taiwan quando si tratta di trovare partner internazionali nel programma di difesa. Ma la sostituzione dei suoi 4 sottomarini d'attacco, due risalenti alla fine della seconda guerra mondiale, e due alla metà degli anni '80, è tanto più difficile, in quanto l'unico Paese che ufficialmente osa sfidare l'embargo di fatto imposto da Pechino sulle armi destinate a Taiwan, gli Stati Uniti non costruiscono un sottomarino a propulsione convenzionale da più di 50 anni. E costruire una nave complessa come un sottomarino da 2000 tonnellate senza supporto esterno è un progetto di difficoltà colossale... È, tuttavia...

Leggi l'articolo

Portaerei, sistemi antimissili, aerei da combattimento: Seoul svela le sue ambizioni per il prossimo decennio

A differenza degli europei, la Corea del Sud non ha mai trascurato i suoi investimenti nella difesa, anche nel periodo successivo al crollo del blocco sovietico e caratterizzato da un riavvicinamento tra Occidente e Cina. C'è da dire che con un vicino come la Corea del Nord accusato di aver sviluppato un programma nucleare militare già nel 1989, Seoul, anche nel raggio dell'artiglieria nordcoreana, non ha mai conosciuto davvero un periodo di calma, per approfittare dei “Benefits of Peace” caro ai leader europei negli anni '90 e 2000. E infatti, la Corea del Sud oggi ha una forza armata di...

Leggi l'articolo

Scorpene del gruppo navale selezionato per la finale del programma indiano P75i

Il Ministero della Difesa indiano ha pubblicato l'elenco delle 5 compagnie internazionali e 2 cantieri navali locali che parteciperanno alla finale del programma P75i relativo alla progettazione e costruzione di 6 sottomarini a propulsione anaerobica. I finalisti sono il Gruppo Navale francese con il sottomarino Scorpene, il russo Rubin con l'Amur 1650, il tedesco TKMS con il Type 214, lo spagnolo Navantia con l'S80 e il sudcoreano DSME con il KS-III. I due cantieri selezionati sono Mazagon Docks Ltd (MDL), che ha già prodotto i primi 2 sottomarini Scorpene del programma P75, e cantieri L&T. Il…

Leggi l'articolo

Portaerei, sottomarini nucleari, navi da arsenale, la Marina sudcoreana ha grandi ambizioni

La Marina della Corea del Sud è impegnata, da vent'anni, in un profondo cambiamento volto ad acquisire capacità di alto mare e di proiezione, in concomitanza con lo sviluppo della sua industria della difesa navale, che oggi riesce addirittura a prevalere nelle competizioni internazionali. Ora ha 20 sottomarini d'attacco, 12 cacciatorpediniere, altrettante fregate e 10 navi d'assalto di cui 2 LHD della classe Doko (più uno in produzione), del peso di 18.000 tonnellate e in grado di proiettare 700 uomini e 200 veicoli. È anche impegnata in diversi programmi avanzati di navi da combattimento, come i sottomarini d'attacco Dosan Ahn Changho...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE