Il sottomarino missilistico nucleare di Kazan sarà l'incubo delle marine occidentali?

Secondo il ministero della Difesa russo, il nuovo sottomarino missilistico nucleare Kazan, seconda unità della classe Iassen ma prima unità del progetto 885-M variante Iassen-M, sarebbe stato ammesso in servizio attivo questo venerdì 7 maggio e avrebbe si unì alla Marina russa per essere schierato all'interno della Flotta del Nord. Nonostante i ritardi di costruzione e una consegna posticipata di 2 anni, l'arrivo di questo nuovo sottomarino sembra preoccupare lo Stato Maggiore Occidentale, preoccupato per le capacità offensive del nuovo sommergibile, ma anche per la sua grande discrezione. E infatti, il Kazan, insieme agli altri 7 sottomarini della variante Yassen-M a...

Leggi l'articolo

La Russia mantiene la leadership nelle armi ipersoniche con il Mini-Kinzhal

Quando Vladimir Putin, allora nel mezzo di una campagna elettorale per la propria successione, annunciò l'entrata in servizio del missile ipersonico aereo Kh-47M2 Kinzhal, nel marzo 2018, il personale occidentale rimase a dir poco sbalordito. Non solo non prevedevano l'avanzata russa in questo campo, ma era poi un campo relativamente trascurato finora negli Stati Uniti come in Europa, e nessuno aveva un'alternativa valida da proporre a breve per contrastare il nuovo missile russo , sia che si tratti di un sistema antimissilistico o di un sistema equivalente. La stessa cosa accadde un anno dopo, quando Mosca annunciò che l'aliante atmosferico ipersonico di rientro...

Leggi l'articolo

L'aeronautica navale russa acquisisce missili ipersonici Kh47m2 Kinzhal

Poco conosciuta, la Russian Naval Aeronautics ha risorse aeree più che significative. Oltre ai venti Mig-29K e ad altrettanti Su-33 in grado di essere schierati dalla portaerei Kuznetsov, la sua flotta di caccia è composta anche da una ventina di Su-30SM, altrettanti Su-27 e Su-24M d'attacco operati da terra basi per proteggere le acque russe. Soprattutto allinea 32 intercettori MIG-31 che svolgono missioni di intercettazione vicino alle basi navali del Paese. Ma questa missione sarà presto estesa, poiché secondo l'Agenzia Tass, la Marina russa si prepara a schierare due reggimenti di Mig-31K, la versione ...

Leggi l'articolo

Riepilogo 2020: importanti progressi tecnologici nella difesa nel 2020

Se il 2020 passerà alla storia come l'anno della grande Pandemia da Covid-19, sarà anche, per quanto riguarda le tecnologie per la Difesa, un anno cardine di passaggio tra la visione tecnologica ereditata dalla Guerra Fredda che poco era cambiata in questi 30 anni, e la svolta tecnologica si avvicina in molte forze armate e in molti laboratori di ricerca. Tra questi numerosi e vari progressi, alcuni meritano un'attenzione speciale. 1- Armi ipersoniche Le armi ipersoniche sono state al centro delle preoccupazioni della stragrande maggioranza delle grandi nazioni tecnologiche. L'argomento non è nuovo, dal momento che il missile ipersonico Kh47m2...

Leggi l'articolo

La Russia ordina 6 nuove corvette per la flotta del Pacifico

Il Ministero della Difesa russo ha annunciato, tramite l'agenzia TASS, un nuovo ordine per le corvette della famiglia 20380, al fine di rafforzare e modernizzare la flotta del Pacifico tra il 2024 e il 2028. Due di queste navi saranno corvette di classe Steregushchiy del progetto 20380, mentre le altre 4 saranno della classe Gremyashchiy del progetto 20385, in entrambi i casi navi con una notevole potenza di fuoco, e in grado di rafforzare significativamente le capacità navali russe sulla sua costa del Pacifico. Le corvette della classe Steregushchiy, 6 delle quali sono già in servizio con le flotte baltiche e...

Leggi l'articolo

Le portaerei sono ora troppo vulnerabili per essere utili?

Dall'annuncio da parte del Presidente della Repubblica del lancio del programma Portaerei di nuova generazione francese, molte voci si sono levate per mettere in dubbio la rilevanza di un tale investimento, in particolare di fronte alla minaccia rappresentata, ormai, dal lungo raggio missili antinave ipersonici, come il russo 3M22 Tzirkon o il cinese DF26. Secondo loro, e secondo altri, in particolare negli Stati Uniti, tali colossi dei mari sono facilmente individuabili e quindi costituiscono i primi bersagli per i nuovi missili antinave nemici. Tuttavia, un'analisi fattuale e obiettiva delle capacità offerte dalle portaerei, nonché della realtà di ...

Leggi l'articolo

Drone da combattimento stealth russo S-70 Okhotnik testato con missili aria-aria

Gli occidentali hanno spesso la fastidiosa abitudine di imprimere le proprie idee tattiche e strategiche sugli eserciti e sugli equipaggiamenti di altri paesi. È così che molti esperti e commentatori militari hanno valutato le prestazioni del sistema S-400 non nel contesto della difesa aerea multistrato integrata per cui è stato progettato, ma isolatamente, creando analisi di bias alterando notevolmente la validità delle conclusioni Avanzate. Lo stesso vale per una serie di attrezzature in produzione in Russia o Cina, nel campo dei veicoli corazzati, aerei, navi e sommergibili e capacità strategiche. È questo approccio un po' narcisistico che...

Leggi l'articolo

I cacciatorpediniere pesanti cinesi Tipo 055 saranno presto equipaggiati con missili balistici anti-nave

Se c'è un'arma che la Cina ha oggi che rappresenta un problema per gli Stati Uniti, è la sua flotta di missili balistici antinave a medio raggio, composta da missili DF-21D con una gittata di 1.500 km., e DF-26 missili con una portata di 4.000 km. Considerate a lungo dai servizi di intelligence militari occidentali come armi di propaganda, perché presumibilmente incapaci di prendere di mira efficacemente una nave in movimento, ora vengono prese molto più sul serio dalla Marina degli Stati Uniti, che potrebbe vedere direttamente le sue unità principali, le portaerei e l'LHA (portaelicotteri d'assalto) minacciato. Pechino sembra ora determinata a sfruttare il proprio vantaggio, imbarcando questo tipo di missile su...

Leggi l'articolo

La Russia inizia contemporaneamente la costruzione di 2 fregate, 2 sottomarini nucleari e 2 portaelicotteri d'assalto

Sappiamo che la Difesa russa è abile quando si tratta di comunicazione e che non è avara di simboli. A questo proposito, questo 16 luglio 2020 sarà una pietra miliare per la Marina russa, poiché le cerimonie di deposizione della chiglia di due fregate del progetto esteso Admiral Gorshkov 22350, due sottomarini nucleari dell'885-M Iassen e due del progetto 23900 d'assalto portaelicotteri In un solo giorno, la Marina russa vara 6 grandi navi oceaniche, che è tanto, se non di più, di molte marine occidentali ed europee. Negli ultimi decenni, la Marina...

Leggi l'articolo

Accelera la campagna di test missilistici ipersonici russi 3Mz Tzirkon

Ovviamente, la Marina russa è desiderosa di implementare il missile antinave ipersonico 3M22 Tzirkon destinato a sostituire i missili supersonici P700 su parte delle sue unità subacquee e di superficie. Secondo l'agenzia di stampa statale Tass, infatti, la campagna di test statale, che richiede ancora una dozzina di lanci, si svolgerà tra il 2020 e il 2021, suggerendo l'entrata in servizio per la seconda metà del 2021, o l'inizio del 2022. Per fare un confronto, i test di validazione del missile antinave supersonico P800 Onyx si sono svolti in quasi 5 anni. Secondo una fonte anonima, la campagna...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE