L'industria statunitense non è in grado di sostituire le probabili perdite in un conflitto grave

Durante la Guerra Fredda, a partire dalla Guerra di Corea, le autorità americane mantennero stabilmente una capacità industriale di difesa molto elevata, dimensionata per poter compensare la distruzione di equipaggiamenti in caso di un grande conflitto, così da mantenere un volume di combattimento costante forze anche nel tempo. Dagli anni '90, tra l'euforia causata dall'implosione del blocco sovietico e la vittoria radicale contro l'Iraq, la pianificazione industriale statunitense si è progressivamente allontanata da questa nozione, strutturandosi con la certezza che le guerre in arrivo sarebbero state brevi, lontane e di scarsa impronta materiali.…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE