Il Giappone vuole armare i suoi sottomarini con missili da crociera a cambio medio

Relativamente preservato durante la Guerra Fredda, il Giappone, a differenza della Germania, ha mantenuto fino ad oggi i rigidi vincoli della sua costituzione postbellica in termini di forze armate. Pertanto, per Tokyo, le forze armate giapponesi, designate sotto il titolo di forze di autodifesa, sono progettate solo per garantire l'immediata difesa del paese. Infatti, anche se le forze giapponesi sono tutt'altro che trascurabili, con in particolare una forza aerea che schiera 240 aerei da combattimento di cui 150 F-15J, e una forte forza navale di 20 sottomarini, 36 cacciatorpediniere (di cui 8 AEGIS), 8 fregate (22 alla fine) oltre a 2 portaerei leggere, queste non furono equipaggiate, fino a quando…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE