4 argomenti a favore dello sviluppo di un carro armato Leclerc 2 prima del programma franco-tedesco MGCS

Tra le tante lezioni ereditate dal conflitto in Ucraina, il ruolo centrale del carro armato nelle manovre di terra, sia offensive che difensive, è probabilmente quello che più contraddice molte certezze ereditate dalla fine della Guerra Fredda, così come le 2 Guerre irachene. Per molte forze armate, fino a tempi recenti, il carro armato da combattimento era un'eredità sull'orlo dell'obsolescenza, di fronte al moltiplicarsi e all'addensarsi delle minacce con l'arrivo di sistemi anticarro sempre più efficienti, anche nelle mani della fanteria. In Ucraina, invece, come è avvenuto nel...

Leggi l'articolo

L'Esercito sta studiando l'opportunità di aumentare la propria massa tramite la robotica attraverso lo studio Vulcain

La modernizzazione dell'esercito francese oggi prevede due grandi programmi. Il programma SCORPION attualmente in corso mira a sostituire entro il 2035 la componente leggera e media dei mezzi a sua disposizione con la consegna di 1872 corazzate 6×6 VBMR Griffon, 54 Griffon equipaggiati con il sistema di artiglieria MEPAC, 300 EBRC Jaguar da ricognizione e combattimento veicoli e 2038 Serval 4 × 4 VBMR, oltre alla sostituzione di veicoli corazzati leggeri dal 2025 e all'acquisizione di 33 nuovi cannoni CAESAR. Il programma TITAN, i cui studi sono già iniziati, mira a sostituire...

Leggi l'articolo

Leopard 2, Leclerc, Merkava: quanto valgono i carri armati moderni? (1/3)

Fin dalla sua prima apparizione sui campi di battaglia durante la prima guerra mondiale, il carro armato principale è stato oggetto sia di estremo fascino per alcuni che di totale smentita per altri. Nel corso dei conflitti, e della comparsa di nuovi sistemi d'arma, come il missile anticarro o più recentemente le munizioni erranti, la fine del primato del carro armato nel combattimento terrestre è stata più volte profetizzata, seguendo l'esempio altri armamenti importanti come portaerei o aerei da combattimento. Tuttavia, è chiaro oggi, mentre le tensioni geopolitiche continuano a crescere, che il mercato...

Leggi l'articolo

L'esercito francese rivela le sue ambizioni con il programma TITAN

L'esercito francese e la Direction Générale de l'Armement (DGA) hanno pubblicato questa settimana un'animazione video che presenta le principali linee di sviluppo in corso e future per il combattimento aria-terra degli eserciti francesi. Se oggi tutti gli occhi, e la stragrande maggioranza dei crediti, sono puntati sul rinnovamento del segmento “mediano”, ovvero i veicoli corazzati leggeri e medi, i più probabili da impiegare in operazioni esterne, nell'ambito del programma SCORPION, il il rinnovo della componente pesante delle forze è ora previsto all'interno di un nuovo programma chiamato TITAN. TITAN non è, di per sé, davvero un...

Leggi l'articolo

Gli eserciti francesi si preparano a testare le loro prime armi laser dalle PMI CILAS con sede a Orleans

Nella battaglia attualmente in corso a Idlib, in Siria, le forze turche sembrano imporre un ritmo operativo senza precedenti e un'implacabile superiorità operativa in gran parte legata all'uso intensivo di droni di ogni tipo e formato. Vettori di attacco diretto, rilevatori di bersagli o designatori di artiglieria, droni aerei (UAV) sono ora al centro delle dottrine di combattimento terrestre e aria-terra. Se la Francia lo ha capito bene, progettando di integrare sempre più droni nel sistema di combattimento SCORPION, ha anche potuto misurare la minaccia rappresentata da tali sistemi implementati...

Leggi l'articolo

Con SCORPION, l'esercito francese sta rivoluzionando le sue capacità di combattimento in contatto

Tra i principali programmi di difesa europei, il programma francese SCORPION occupa indiscutibilmente un posto molto speciale. Veramente strutturante, prevede nientemeno che un profondo ammodernamento non solo degli equipaggiamenti ma anche delle dottrine delle unità tattiche dell'Esercito. Aperto dal 2018 a una certa forma di cooperazione europea, attraverso il programma belga CaMo, il programma SCORPION (Synergie du CONtact Reinforced par la Versatility et l'Info valorisatiON) prevede lo sviluppo di diversi nuovi veicoli, il rinnovamento delle attrezzature, ma anche e soprattutto l'implementazione di un sistema di combattimento infovalorizzato, il SICS, che spingerà l'esercito francese e...

Leggi l'articolo

Il DGA notifica all'ordine di 54 Griffon MEPAC equipaggiati con malte da 120mm 2M2R

In un comunicato stampa pubblicato lo scorso 24 gennaio, il GME Scorpion – Momentary Grouping of Companies composto da Nexter, Arquus e Thales – ha dichiarato che la DGA aveva notificato loro in data 30 dicembre 2019 una nuova modifica al contratto del programma SCORPION. L'emendamento riguarda l'ordine previsto dalla scorsa estate per 54 veicoli corazzati multiruolo Griffon equipaggiati per trasportare nella stiva un mortaio rigato da 120 mm. L'emendamento consente così di rispettare l'obiettivo di 1872 veicoli SCORPION previsto dall'attuale legge di programmazione militare. Questa nuova variante del Griffon è designata MEPAC, for Embedded Mortar for Contact Support, il mortaio in questione è...

Leggi l'articolo

CONTATTO Radio: la Francia entra nell'era del combattimento aereo-terra collaborativo

La scorsa settimana l'Esercito ha annunciato l'assegnazione della nuova radio CONTACT, sviluppata da Thalès, in sostituzione della PR4G. Se l'Esercito è il primo a percepire questa nuova capacità, presto seguiranno l'Aeronautica Militare e la Marina Nazionale. E per una buona ragione, la radio Contact è uno dei mattoni di base delle future armi combinate e delle dottrine di combattimento collaborativo congiunte. Distribuita a livello tattico, la radio CONTACT non è da meno parte di una prospettiva strategica per i nostri eserciti, perché la vera grande innovazione del programma SCORPION non risiede tanto nel rinnovamento dell'equipaggiamento nell'esercito francese quanto...

Leggi l'articolo

Veicoli blindati leggeri, una specialità francese

Il ministro della Difesa belga, Steven Vandeput, e il suo omologo francese, Florence Parly, hanno firmato un accordo per la fornitura agli eserciti belgi di 60 carri armati leggeri Jaguar EBRC e 382 veicoli corazzati VBMR Griffon, equipaggiati con il dispositivo di controllo sul campo. . Per il consorzio francese composto da Nexter, Arquus e Thales (tra gli altri), questo ordine di 1,6 miliardi di euro è il più grande da un paese europeo all'industria della difesa francese dal 2000, quando la Grecia ha ordinato 55 mirage2000-5 e l'armamento necessario per lo stesso Quantità. Se i blindati francesi hanno avuto successo in Europa e nel...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE