Il Regno Unito vuole più F-35B e A400M

Come la maggior parte degli eserciti europei, le forze militari britanniche hanno subito il contraccolpo dei benefici della pace a livello di bilancio tra la metà degli anni '90 e gli anni 2010. D'altra parte, a causa della significativa partecipazione britannica al Golfo della Seconda Guerra Mondiale e al campagna in Afghanistan, questi hanno rapidamente eroso le loro riserve operative, al punto da essere sull'orlo di una rottura delle capacità globali all'inizio degli anni 2010. Pattugliamento marittimo o capacità aerea navale di bordo, Londra si è impegnata nel 2012 ad aumentare i suoi investimenti, quindi come ricostituire e modernizzare il...

Leggi l'articolo

L'ex architetto del programma NGAD Will Roper si unisce al programma Tempest

I 3 anni durante i quali il dottor Will Roper ha diretto le acquisizioni e la ricerca e sviluppo della US Air Force, da febbraio 2018 a gennaio 2021, sono stati caratterizzati da un dinamismo dimenticato per diversi decenni dalle forze americane, sia nella progettazione stessa del nuovo velivolo da combattimento che nel pilotare i programmi stessi. Architetto della "Digital Century Series" che oggi sovrintende ai programmi USAF, compreso il promettente programma Next Generation Air Dominance, o NGAD, che dovrebbe dare vita al sostituto dell'F-22 Raptor prima del 2030, e che potrebbe benissimo produrne un sostituto per l'F-16 in lavorazione...

Leggi l'articolo

La Gran Bretagna condiziona il nuovo ordine per l'F35B a costi di manutenzione inferiori

Mentre gli F35B della Royal Air Force hanno iniziato le prime missioni operative dell'aereo e gli attacchi dalla portaerei Queen Elizabeth II, mirando a obiettivi dello Stato Islamico in Medio Oriente, il ministro della Difesa britannico, Ben Wallace, ha ponderato queste precedenti dichiarazioni in merito a futuri ordini per l'aereo Lockheed-Martin. Secondo il ministro conservatore, questi nuovi ordini entreranno in vigore solo una volta completata e convalidata l'integrazione del missile aria-aria a lungo raggio Meteor a bordo del nuovo velivolo. Soprattutto, ha annunciato, il 23 giugno, che questi avverranno solo una volta che i costi di manutenzione e aggiornamento...

Leggi l'articolo

La sostenibilità economica è al centro del programma British Tempest

Il Ministero della Difesa britannico ha annunciato all'inizio di questa settimana l'inizio della prossima fase di sviluppo del programma FCAS per il Future Combat Air System e il suo aereo da combattimento di sesta generazione, il Tempest. Per questo, Londra ha confermato una dotazione di 6 miliardi di sterline per finanziare gli sviluppi nei prossimi 2 anni, dal 4 al 2021, consentendo al programma di essere a lungo termine e per mantenere il suo ingresso negli obiettivi di servizio tra il 2025 e il 2035 per sostituire Royal Tifoni dell'aeronautica. Questo annuncio è di per sé solo la conferma di quanto stabilito da...

Leggi l'articolo

La Royal Navy invierà 165.000 tonnellate di diplomazia nel Pacifico

Ovviamente, le autorità britanniche come la Royal Navy vogliono rendere il primo dispiegamento operativo a lungo termine della loro nuova portaerei, la HMS Queen Elizabeth, un evento tanto significativo quanto simbolico. Infatti, il gruppo da battaglia della portaerei che salperà il mese prossimo per una missione di 28 settimane nell'Oceano Indiano e nell'Oceano Pacifico, sarà composto da non meno di 8 grandi navi quotate in Gran Bretagna, per un tonnellaggio totale di 165.000 tonnellate, di più per l'indicatore globale di marines come la Turchia o il Brasile. Nessun mese su 18 F35B si imbarcherà sulla HMS Queen Elizabeth, di cui 8 appartenenti alla Royal Air...

Leggi l'articolo

La Gran Bretagna ordina 14 elicotteri pesanti Chinook MH-47G

La Royal Air Force continuerà a schierare l'elicottero pesante CH-47 Chinook per molti anni a venire. Il 25 marzo, infatti, è stato firmato un accordo tra le autorità britanniche e il Pentagono, riguardante un ordine per 14 MH-47G oltre a motori, armamenti e sistemi di difesa, per un importo complessivo di 2 miliardi di dollari. Tale ordinanza, in discussione dal 2018 e inizialmente per 16 aeromobili, sarà infine posticipata di 3 anni su richiesta delle autorità britanniche, al fine di assorbire gli effetti di bilancio della crisi del Covid19. Il nuovo velivolo sostituirà il più vecchio dei 60 CH-47 ancora in servizio in...

Leggi l'articolo

Il Regno Unito ordinerà più F35B nei prossimi anni

Prima della pubblicazione della nuova Integrated Strategic Review, circolavano molte voci sugli arbitrati che verranno effettuati dal governo Johnson, per ridefinire il format degli eserciti britannici. Tra questi figurava in primo piano l'ipotesi di un calo significativo degli ordini di velivoli F35, di cui la Gran Bretagna si era impegnata a ordinarne 138 esemplari. Per molto tempo si è trattato addirittura di limitare la dimensione della flotta di questo essenziale dispositivo per l'utilizzo delle due nuove portaerei della classe Queen Elizabeth, a soli 48 aeromobili, ovvero il numero di aeromobili già ordinati. in fase di consegna. La pubblicazione della Rivista...

Leggi l'articolo

Il dimostratore britannico di droni da combattimento Mosquito volerà nel 2023

Per diversi anni, francesi e tedeschi hanno visto il programma britannico FCAS, che include tra le altre cose il combattente di nuova generazione Tempest, come un estraneo al programma SCAF, anche come uno scoppio di orgoglio da parte dei politici d'oltremanica dopo la Brexit. Oggi è chiaro che questo programma sta avanzando rapidamente, e molto più serenamente del programma "europeo", e che le sue ambizioni sono ben lungi dall'essere così limitate che potremmo sentirlo dire che mancano ancora pochi mesi. Oltre al notevole sforzo compiuto dalle autorità britanniche per sostenere questo programma, con un budget annuale fissato a 2 miliardi di sterline dalla nuova revisione strategica...

Leggi l'articolo

La tecnologia è un sostituto per le masse in difesa?

Dal suo rilascio pubblico la scorsa notte, il nuovo Libro bianco sulla difesa britannica ha fatto scorrere infiniti flussi di inchiostro digitale. Nel mirino della maggior parte dei commenti, molto spesso ostili all'approccio proposto dal governo conservatore di Boris Johnson, la riduzione della manodopera e del volume della forza dell'esercito britannico, che perderà 10.000 uomini per stabilirsi in 70.000 soldati, alcuni dei suoi Carri pesanti Challenger II e tutti i suoi veicoli da combattimento della fanteria Warrior una volta raggiunto il limite di età, ma anche 24 Typhoon di prima generazione della Royal Air Force, o anche...

Leggi l'articolo

Revisione strategica: il Regno Unito guarda al Pacifico e rafforza la sua forza deterrente

Il governo britannico di Boris Johnson ha presentato, il 16 marzo, la prima parte della sua Integrated Strategic Review, che traccia la traiettoria di difesa della Gran Bretagna per gli anni a venire. Londra ha ovviamente scelto una strategia deliberata che rompe con quella applicata dalla fine della Guerra Fredda, per affrontare le sfide strategiche che stanno emergendo in tutto il mondo. Questa prima parte affronta i principali assi strategici che saranno i pilastri dell'evoluzione degli obiettivi e dei mezzi destinati alle forze armate di Sua Maestà nei prossimi anni. La seconda parte, presentata la prossima settimana, specificherà...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE