La DARPA ha testato con successo un secondo modello di missile da crociera ipersonico

Quando nel marzo 2018 Vladimir Putin annunciò che il missile balistico ipersonico aviotrasportato Kinzhal sarebbe presto entrato in servizio, tutte le forze armate occidentali compresero che questa nuova tecnologia sarebbe diventata rapidamente un imperativo operativo e che in quest'area l'avevano lasciata alla Russia, ma anche alla Cina, che l'anno successivo presentò il proprio missile ipersonico DF17, un progresso decisamente troppo grande. Se gli europei, come al solito, hanno reagito con la velocità di un cetriolo di mare, i giapponesi, gli australiani, i sudcoreani e soprattutto gli Stati Uniti hanno reagito con rapidità e determinazione, attuando rapidamente programmi volti ad acquisirne il maggior numero rapidamente possibile di questo tipo di armamento. lun...

Leggi l'articolo

Australia e Stati Uniti progettano in anticipo il missile da crociera ipersonico

Ad oggi, ci sono tre approcci tecnologici alla progettazione di un missile ipersonico. Il primo si basa su un missile che segue una traiettoria semi-balistica e dispone di carburante sufficiente per mantenere la sua velocità fino all'impatto. È il caso del Kh47M2 Kinzhal, un missile aviotrasportato derivato dal missile balistico a corto raggio Iskander, che risparmia il prezioso carburante necessario per le corse ipersoniche grazie al lanciatore Mig-31K o Tu-22M3. Il secondo approccio è quello dell'aliante ipersonico, un proiettile progettato per mantenere velocità e manovrabilità ipersoniche durante tutta la fase di discesa dopo essere stato portato ad altissima quota e...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE