La Francia consegnerà i sistemi di artiglieria mobile CAESAR all'Ucraina

In un'intervista incentrata sulle questioni politiche internazionali rilasciata al quotidiano regionale Ouest-France, il presidente Macron ha indicato che oltre agli sforzi diplomatici compiuti in coordinamento con l'Ucraina per mantenere i contatti con il Cremlino, la Francia ha anche intensificato i suoi sforzi per fornire armamenti all'Ucraina , citando i missili anticarro MILANO e, e questo è un primo, i sistemi di artiglieria mobile CAESAR 155mm, un cannone rinomato per la sua alta precisione, portata e grande mobilità

Leggi l'articolo

La Francia allineerà il suo sforzo di difesa con la Germania?

Tra i profondi sconvolgimenti geopolitici causati dall'offensiva russa in Ucraina, l'annuncio fatto domenica 27 febbraio dal cancelliere tedesco Olaf Scholz al Bundestag sul massiccio aumento dello sforzo di difesa tedesco, è senza dubbio quello che avrà più conseguenze in Europa a medio e lungo termine. Rompendo con 30 anni di sottoinvestimenti cronici da parte della Bundeswehr, che hanno portato il capo di stato maggiore tedesco ad avvertire pubblicamente Berlino del deterioramento delle capacità operative dei suoi eserciti dal primo giorno del conflitto in Ucraina, Berlino ha annunciato un piano volto a modernizzare l'esercito tedesco eserciti a breve termine con...

Leggi l'articolo

In che modo la guerra russo-ucraina ha ridisegnato la mappa geopolitica globale in pochi giorni?

Al di là dell'eroica resistenza degli ucraini e del loro presidente contro le forze russe, e dell'evidente cambio di strategia nel piano di attacco del Cremlino che torna a una strategia più convenzionale ma anche molto più violenta nei confronti delle popolazioni civili, la decisione di Vladimir Putin di lanciare questa offensiva contro l'Ucraina ha provocato, su scala internazionale, un'ondata geopolitica di portata senza precedenti dalla caduta del muro di Berlino. Perché se i soldati russi hanno seriamente sottovalutato la capacità di resistenza dei soldati ma anche dei civili ucraini, il Cremlino, dal canto suo, ha profondamente sottovalutato l'unità e la risposta che sarà dimostrata...

Leggi l'articolo

Il dispiegamento militare russo intorno all'Ucraina raggiunge la soglia critica

Da diversi mesi ormai, dal novembre 2021, gli eserciti russi hanno dispiegato e stazionato un gran numero di truppe in giro per l'Ucraina, sia lungo il confine con il Donbass, in Crimea, sia lungo il confine settentrionale del Paese. Al Fun di dicembre, le osservazioni fisiche e satellitari hanno permesso di stimare in 100.000 il numero di soldati dispiegati nelle immediate vicinanze dei confini dell'Ucraina e in circa sessanta il numero di battaglioni di armi combinate, l'equivalente russo del Battle Group Inter- Armes, o GTIA, francese, costituita. Ma negli ultimi giorni Mosca ha effettuato un significativo rafforzamento delle forze schierate,...

Leggi l'articolo

Industria, lavoro, geopolitica e tecnologia: i punti chiave del contratto Rafale negli Emirati Arabi Uniti

L'annuncio dell'ordine eccezionale di 80 caccia Rafale da parte degli Emirati Arabi Uniti è stato accolto in Francia in maniera contrastante. Come ormai è diventata la regola ad ogni annuncio di un importante contratto di difesa, un numero significativo di leader politici, ma anche ONG, giornalisti e redattori hanno messo in dubbio la rilevanza di questo contratto. È vero che non sempre vengono avanzate le stesse argomentazioni. Pertanto, nel caso della Grecia o della Croazia, le riserve avanzate riguardavano le capacità di pagamento del paese, ma anche l'impatto sulla flotta di...

Leggi l'articolo

Oltre al contratto Rafale, gli Emirati Arabi Uniti ordinano 12 H225M Caracal da Airbus Helicopters

Ovviamente, Emmanuel Macron non ha viaggiato per niente durante il suo tour express in Medio Oriente dal 2 al 4 dicembre. Infatti, oltre allo storico contratto da 16 miliardi di euro per la consegna di 80 velivoli da combattimento Rafale secondo lo standard F4 e uno stock di missili MICA NG e Scalp, gli Emirati Arabi Uniti hanno ordinato dalla Francia anche 12 elicotteri di manovra H225M. per un importo stimato compreso tra 700 e 800 milioni di euro. Questa provvidenziale commessa per Airbus Helicopter ed in particolare per il sito di Marignane dove verrà assemblato il velivolo, consentirà al costruttore europeo di elicotteri di passare senza incidenti i pochi...

Leggi l'articolo

Gli Emirati Arabi Uniti ordinano 80 Rafale F4 dalla Francia per 16 miliardi di euro

Se durante la vorticosa visita di Emmanuel Macron nei paesi del Golfo dal 2 al 4 dicembre era previsto un ordine per un aereo Rafale, pochissimi speravano che raggiungesse un tale volume! Infatti, il presidente francese e il suo omologo degli Emirati, il principe ereditario Sheikh Mohammed Bin Zayed Al-Nahyan, comunemente noto come MBZ, hanno firmato questa mattina due contratti per un importo record di 16 miliardi di euro relativi in ​​primo luogo all'acquisizione di 80 velivoli Rafale secondo lo standard F4 per 14 miliardi di euro, inclusi gli aeromobili ma anche le infrastrutture di manutenzione, i pezzi di ricambio e la formazione del personale, oltre a un contratto da 2 miliardi di euro con...

Leggi l'articolo

La Germania è pronta a tutto per preservare il gas russo?

Nelle ultime settimane, le tensioni tra Mosca e Kiev hanno nuovamente superato non uno, ma diversi livelli. Non solo gli eserciti russi continuano ad accumulare truppe considerevoli ai confini dell'Ucraina, di fronte al Donbass o in Crimea, ma la propaganda interna russa è diventata molto attiva nel presentare l'Ucraina all'opinione pubblica russa, ma anche la NATO, come aggressore e persino gli istigatori delle attuali tensioni. Inoltre, Mosca ha ora strumentalizzato la Bielorussia del dittatore Lukashenko, non solo sfruttando le ondate di migranti dall'Iraq e dalla Siria contro la Polonia e gli Stati baltici, ma anche crescendo artificialmente...

Leggi l'articolo

Florence Parly conferma la sostituzione dei 12 Rafale usati venduti alla Croazia

Questo pone fine a una lunga suspense, oltre che a certe preoccupazioni. Infatti, il ministro delle Forze armate francesi Florence Parly, in viaggio a Zagabria per la firma della vendita di 12 Rafale di seconda mano alla Croazia, ha confermato con un tweet che i dispositivi, che saranno prelevati dalla flotta dell'esercito francese de l'Air et de l'Espace, sarà effettivamente sostituito da un ordine che sarà lanciato nel 2023. in questo momento secondo la pianificazione della legge ...

Leggi l'articolo

Grecia, Belgio .. Questi paesi che indicano la strada per la Difesa Europa

Dalla rinascita del concetto di difesa europea in seguito all'elezione del presidente Macron nel 2017 e dall'inizio di una cooperazione attiva ma così caotica con Berlino, i progressi registrati sul campo sono stati contrastanti. A livello europeo, ormai non ci sono più dubbi sul fatto che la Cooperazione Strutturata Permanente, o PESCO, rappresenti una forma efficace per sostenere questa cooperazione europea, e l'ultima versione dei progetti presentata il 16 novembre 2021, segna al riguardo un chiaro spostamento verso una cooperazione tecnologica e industriale incentrata su obiettivi operativi e tempi ridotti, in accordo con le esigenze degli eserciti. Nel campo…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE