LPM 2023: Stealth Drone o Electronic Warfare Burst, ci vorrà uno dei due

Per impegnarsi al di sopra di un teatro di operazioni molto conteso, le forze aeree francesi dispongono di un aereo molto potente, il Dassault Aviation Rafale. Grazie alla sua capacità di volare ad alta velocità a bassissima quota, il velivolo francese può infatti sfruttare il mascheramento del terreno per evitare il rilevamento radar, almeno per quanto riguarda i radar terrestri. Inoltre, l'aereo ha una firma radar ridotta, senza essere qualificato come furtivo, anche se questa caratteristica tende ad appassire quando il Rafale trasporta diverse taniche di carburante e missili o bombe su tralicci. Il dispositivo ha anche un potentissimo sistema di autoprotezione...

Leggi l'articolo

La Corea del Sud lancia lo sviluppo della famiglia di droni da combattimento stealth

A lungo ampiamente dipendente dall'equipaggiamento militare occidentale, in particolare americano e tedesco, la Corea del Sud si è impegnata, una ventina di anni fa, a sviluppare rapidamente e con grandi ambizioni la propria industria della difesa. Negli ultimi anni Seoul ha raccolto gli allori dei suoi investimenti, non solo aumentando in modo spettacolare la propria autonomia strategica con lo sviluppo di nuovi equipaggiamenti ad alte prestazioni come i cacciatorpediniere classe Seijong le Grand, i sottomarini Dosan Anh Changho o i sistemi di artiglieria K9, ma anche moltiplicando i successi sulla scena internazionale, tuttavia molto competitiva, di cui rappresenta il recente super contratto firmato con Varsavia...

Leggi l'articolo

SCAF o meno, dovrebbe essere sviluppata la coppia Super-Rafale Neuron proposta da Dassault

Come di consueto all'inizio dell'estate, le fiere delle armi si sono moltiplicate nelle ultime settimane, con Eurosatory in Francia dedicato alle armi da terra a metà giugno, la fiera aeronautica ILA di Berlino una settimana dopo, e questa settimana, il British Airshow di Farnborough. Ciò che lo è meno è la straordinaria discrezione della Francia, delle sue autorità e della sua industria aeronautica durante questi spettacoli, in particolare per quanto riguarda un programma che è tuttavia importante e consistente, l'Air Combat System of the Future, o SCAF. Il fatto è che, dall'inizio dell'anno, il programma che riunisce Germania, Francia e Spagna è...

Leggi l'articolo

La Francia ha perso la sua audacia nell'innovazione della Difesa?

All'inizio della settimana, l'Agenzia francese per l'innovazione della difesa ha lanciato due inviti a presentare progetti per la progettazione di modelli di munizioni vagabondi. Queste armi, a volte impropriamente chiamate droni suicidi, segnano le novità nel conflitto ucraino, con l'arrivo dei modelli Switchblade 300 e 600 e del misterioso Phoenix Ghost appositamente progettato dall'industria della difesa statunitense su richiesta degli ucraini. Tuttavia, l'efficacia delle munizioni vagabonde non è emersa durante questo conflitto, né durante la guerra del Nagorno Karabakh nel 2020 durante la quale gli Harops e gli Orbiters di fabbricazione israeliana hanno saturato le difese armene. In effetti, questo tipo di munizioni esiste...

Leggi l'articolo

Il Rafale sarà l'erede del Mirage III per il futuro dell'industria aeronautica francese?

Veloce, agile, potente e ben armato, il Mirage III è senza dubbio una leggenda nell'aviazione militare da combattimento di tutto il mondo. Nelle mani dei piloti israeliani, il caccia monomotore ad ala delta della Dassault Aviation ha prevalso contro i MiG e i cacciatori arabi durante le guerre dei Sei Giorni e dello Yom Kippur e ha svolto un ruolo decisivo nella vittoria dello stato ebraico in questi due conflitti, adornando il aereo con un'aura di efficienza e prestazioni che ha costruito il suo successo nelle esportazioni con 1400 aeromobili costruiti (Mirage III e V) e che ha imposto i caccia di Dassault Aviation sul mercato internazionale per diversi decenni.…

Leggi l'articolo

SCAF, MGCS… Arriverà troppo tardi il nuovo equipaggiamento militare europeo?

In un'intervista rilasciata al sito lesecho.fr, Franck Haun, CEO del gruppo KNDS che riunisce il tedesco Krauss Maffei Wegman e il francese Nexter, ha invitato i governi francese e tedesco ad accelerare il Main Ground Combat System o programma MGCS , che secondo lui, allo stato attuale delle cose, non dovrebbe arrivare ad una consegna prima del 2040 e nemmeno del 2045. Se le considerazioni di Franck Haun sono soprattutto industriali, invitando in particolare ad allargare il programma sulla scena europea, resta il fatto non meno vero di un'analisi oggettiva dei palinsesti dei programmi in corso, MGCS come SCAF, il programma degli aerei da combattimento...

Leggi l'articolo

Riusciranno la Francia e l'Europa a tornare nella corsa con i droni MALE grazie a NEURON?

Dire che la Francia, e l'Europa in generale, mancavano di talento per quanto riguarda l'arrivo dei droni, e in particolare dei droni da combattimento Medium Altitude Long Endurance o MALE, come l'MQ1 Predator, l'MQ9 Reaper o il turco TB2 Bayraktar, sarebbe un profondo eufemismo. Non solo devono attrezzarsi tutti all'estero, con gli Stati Uniti per la stragrande maggioranza dei casi, ma ancora oggi restano incapaci di mettersi d'accordo sulle funzionalità e sul finanziamento del programma Eurodrone, che rischia di vedere la luce del giorno anche quando una nuova generazione di droni da combattimento, molto più efficiente di quella attualmente in servizio, inizierà a...

Leggi l'articolo

Drone da combattimento stealth russo S-70 Okhotnik testato con missili aria-aria

Gli occidentali hanno spesso la fastidiosa abitudine di imprimere le proprie idee tattiche e strategiche sugli eserciti e sugli equipaggiamenti di altri paesi. È così che molti esperti e commentatori militari hanno valutato le prestazioni del sistema S-400 non nel contesto della difesa aerea multistrato integrata per cui è stato progettato, ma isolatamente, creando analisi di bias alterando notevolmente la validità delle conclusioni Avanzate. Lo stesso vale per una serie di attrezzature in produzione in Russia o Cina, nel campo dei veicoli corazzati, aerei, navi e sommergibili e capacità strategiche. È questo approccio un po' narcisistico che...

Leggi l'articolo

Il drone Remote Carrier del programma SCAF sarà al centro dello standard Rafale F5?

Mentre l'aereo da combattimento Rafale di Dassault Aviation è un aereo robusto ed efficiente in molte aree, che si tratti di combattimento aria-aria, penetrazione a bassissima quota, ricognizione o attacchi nucleari, c'è un'area in cui il dispositivo francese supera completamente tutti i suoi concorrenti , scalabilità. Infatti, a differenza dello svedese Gripen, dell'Eurofighter Typhoon e persino dell'F35, il velivolo francese è stato modernizzato in strati successivi fino allo standard F3R, senza che sia necessario modificare la cellula. E il primo Rafale F1 che ha equipaggiato la flottiglia 12F dell'aeronautica navale francese nel 2001 per...

Leggi l'articolo

È troppo tardi per il NEURON?

Il 1° dicembre 2012 il primo drone da combattimento di fabbricazione europea, il NEURON, è decollato per la prima volta dalla base aerea 125 di Istres, nelle Bocche del Rodano, per un volo della durata di 25 minuti sopra la Etang de Berre. Questo evento ha concretizzato 9 anni di sforzi da parte dei team Dassault Aviation e dei suoi partner europei italiani, svedesi, spagnoli, greci e svizzeri e ha offerto all'Europa l'opportunità di posizionarsi all'avanguardia nel campo dei droni stealth fighters, destinati diventare cruciale nelle guerre aeree a venire. 8 anni dopo, il programma dimostrativo ha dato solo...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE