Il veicolo da combattimento della fanteria svedese CV90 Mk IV vince la competizione slovacca

Per quanto riguarda i contratti di armi, le argomentazioni utilizzate per scegliere il materiale, che è più importante per le importazioni, sono il più delle volte vaghe, per non dire opache. In questo ambito, ha avuto una chiarezza senza precedenti la competizione organizzata dalle autorità slovacche al fine di potenziare o sostituire la propria flotta di veicoli da combattimento di fanteria BVP-1/2 ereditati dall'era del Patto di Varsavia, offrendo una visione obiettiva delle opzioni considerate oltre che le caratteristiche dei mezzi blindati selezionati, sia in ambito operativo che dal punto di vista economico e industriale. Al termine di questo percorso particolarmente preciso e documentato, il...

Leggi l'articolo

La Repubblica Ceca annulla la gara per i nuovi veicoli da combattimento della fanteria

Nel 2016, Praga ha lanciato un vasto concorso volto a sostituire i suoi veicoli da combattimento di fanteria ereditati dall'era del Patto di Varsavia, con modelli moderni di partner occidentali. In, sono stati selezionati 4 modelli per competere, lo svedese CV90 Mk IV, lo spagnolo Ascod 2, e il tedesco Lynx KF41 e Puma, con l'obiettivo di produrre 210 veicoli blindati per una dotazione di 2 miliardi di euro per equipaggiare la brigata meccanizzata ceca. Puma di KMW è stato gradualmente eliminato nel 2019 dopo che le specifiche tecniche sono state modificate in modo significativo e i test sono iniziati a maggio di quest'anno. Ai primi di novembre, però, il Ministero...

Leggi l'articolo

L'esercito britannico dovrà abbandonare il programma corazzato dell'Ajax?

A metà degli anni '90, l'esercito britannico decise di sostituire i suoi veicoli corazzati da ricognizione e corazzati specializzati Scorpion, Scimitar, Spartan e Sultan, che erano in servizio dall'inizio degli anni '70 e che stavano iniziando a mostrare chiaramente il peso degli anni in un ambiente mutevole veloce. Tuttavia, è stato solo nel 2010 che, nell'ambito del programma Future Rapid Effect System, il Ministero della Difesa britannico si è espresso a favore dello Scout SV di Lockheed-Martin, con dispiacere di BAe e del suo CV90 che stava già vincendo un vero e proprio successo in Europa. Derivato dal modello ASCOD progettato congiuntamente da Spagna e Austria,...

Leggi l'articolo

Per la Svezia, la NATO non è l'unica soluzione per difendere l'Europa

Come la Finlandia, la Svezia è stata fermamente impegnata a mantenere la sua posizione neutrale sin dalla fine della seconda guerra mondiale. Nonostante la vicinanza delle forze prima sovietiche e poi russe, e le tante tensioni che ne hanno deturpato la storia nei decenni passati, Stoccolma ha sempre cercato di mantenere una posizione sicuramente europea, ma aperta agli 'Is, pur mantenendo un notevole apparato difensivo capacità per un paese di soli 10 milioni di anime. Tuttavia, la tentazione è grande, per alcuni leader politici svedesi, di avvicinarsi alla NATO e, perché no, di aderire all'Alleanza, di allinearsi con i loro vicini e partner...

Leggi l'articolo

La Svezia vuole aumentare il proprio budget per la difesa del 40% entro il 2025

Come molti paesi europei, la Svezia aveva pesantemente ridotto i suoi investimenti nella difesa in seguito al crollo del blocco sovietico, passando dal 2,57% del suo PIL nel 1990 a solo l'1% nel 2015. , aumentata da 65.000 uomini a 16.000 nel 2012. Con l'aumento di Potenza militare russa dal 2010, e soprattutto l'annessione della Crimea che ha svolto un ruolo di innesco nell'opinione pubblica e nella classe politica svedese, il Paese ha avviato la ricostruzione del suo strumento di Difesa, riducendo in particolare la forza dei suoi eserciti a 30.000 soldati dal 2014, …

Leggi l'articolo

La Svezia riattiva i bunker navali contro la minaccia russa

Il rafforzamento delle capacità militari russe è preso molto sul serio dalle autorità svedesi, come del resto avviene per la maggior parte dei paesi scandinavi o che si affacciano sul Mar Baltico. Pur essendo membro dell'Unione Europea, la Svezia, come la Finlandia, è un Paese che si definisce neutrale e che, di fatto, non appartiene alla NATO. Ma, come Helsinki, Stoccolma è consapevole della posizione strategica del Paese per il controllo del Mar Baltico e del Mare del Nord, e che il Paese rappresenta quindi un obiettivo primario per le forze russe in caso di conflitto con la NATO. Questo è…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE