La Germania può diventare il pilastro della difesa europea in divenire?

L'aggressione russa contro l'Ucraina ha infranto molte certezze in Europa sulla realtà della sicurezza del vecchio continente. Il Paese che oggi risente maggiormente di questi cambiamenti non è altro che quello che il 27 febbraio, appena 4 giorni dopo l'inizio dell'offensiva russa ha annunciato il cambiamento più radicale della propria politica, abbandonando 30 anni di Soft-Power e OstPolitik per misure spettacolari per modernizzare e rafforzare le sue forze armate, con una dotazione immediata di 100 miliardi di euro e un budget annuale che sarà aumentato oltre il 2% del PIL richiesto dalla NATO dal...

Leggi l'articolo

La Francia allineerà il suo sforzo di difesa con la Germania?

Tra i profondi sconvolgimenti geopolitici causati dall'offensiva russa in Ucraina, l'annuncio fatto domenica 27 febbraio dal cancelliere tedesco Olaf Scholz al Bundestag sul massiccio aumento dello sforzo di difesa tedesco, è senza dubbio quello che avrà più conseguenze in Europa a medio e lungo termine. Rompendo con 30 anni di sottoinvestimenti cronici da parte della Bundeswehr, che hanno portato il capo di stato maggiore tedesco ad avvertire pubblicamente Berlino del deterioramento delle capacità operative dei suoi eserciti dal primo giorno del conflitto in Ucraina, Berlino ha annunciato un piano volto a modernizzare l'esercito tedesco eserciti a breve termine con...

Leggi l'articolo

Perché i leader politici tedeschi sono sempre più ostili allo SCAF?

Mentre il Bundestag ha appena autorizzato il finanziamento della fase 1A del programma di cooperazione tra Germania, Francia e Spagna, per progettare il dimostratore del programma SCAF volto a sostituire l'Eurofighter Typhoon e Rafale dei 3 paesi all'orizzonte 2040, molte voci sono sollevato dall'altra parte del Reno per criticare il programma, nonché l'entusiasmo mostrato dalle autorità tedesche e francesi per ottenere questa approvazione parlamentare. Sembra, e questo sempre più chiaramente, che il programma SCAF, e con esso tutta la cooperazione industriale militare franco-tedesca, stiano ora concentrando molte ostilità, sia in classe...

Leggi l'articolo

Non sorprende che Berlino si stia avvicinando all'acquisizione dell'americano P8A Poseidon

Interpellato da un parlamentare in merito alla sostituzione del pattugliatore marittimo P3 Orion ancora in servizio presso le forze tedesche, il rappresentante del ministero della Difesa presso il Bundestag, Thomas Silberhorn, ha dichiarato che il ministero non ha tenuto in considerazione l'offerta francese relativa ad un provvedimento provvisorio soluzione basata sul prestito di 4 velivoli Atlantique 2 dalla Marina francese come soluzione adattata alle esigenze delle forze armate tedesche in quest'area, mentre l'acquisizione di 5 Boeing P8A Poseidon soddisfa le aspettative operative dello Stato-Maggiore tedesco. Secondo lui, le trattative per l'acquisizione di questi dispositivi, un contratto valutato dal...

Leggi l'articolo

SCAF, MGCS: Perché la Germania si sta spingendo troppo in là?

Dall'ultimo incontro virtuale tra il presidente francese Emmanuel Macron e il suo omologo tedesco Angela Merkel la scorsa settimana sul tema dei programmi di cooperazione alla difesa tra Francia e Germania, in Francia sembra soffiare vento di panico, sia sul versante industriale che su quello lato politico. La Cancelliera tedesca ha infatti, in occasione di questo incontro, indicato di voler rinegoziare ancora una volta la distribuzione industriale attorno al programma di Air Combat System of the Future SCAF che riunisce Francia, Germania e Spagna. Più precisamente, ora vuole che l'industria tedesca sviluppi anche uno dei prototipi del...

Leggi l'articolo

Covid-19: quali conseguenze per i progetti di difesa e cooperazione tedeschi?

Alcuni giorni fa, l'analista di Forecast International Daniel Darling ha pubblicato un articolo in cui discute l'impatto dell'attuale epidemia di coronavirus sulla spesa per la difesa tedesca nei prossimi anni. Al di là del cupo inventario stilato da Daniel Darling, ci si può interrogare sui programmi che potrebbero risentire maggiormente di eventuali tagli alla spesa da parte del ministero della Difesa tedesco. Rallentamento economico e riduzione della spesa per la difesa In termini di gestione della crisi sanitaria, la Germania è uno dei Paesi europei che gestisce meglio l'epidemia di Covid-19 che sta colpendo attualmente il pianeta. Il paese ha un…

Leggi l'articolo

Il controllo legale delle esportazioni di armi è controproducente per le ONG

Una corte di giustizia tedesca ha emesso una sentenza il 03 dicembre 2019 che annulla la sospensione decisa dal governo tedesco sulle consegne di armi all'Arabia Saudita. Avviata nell'ottobre 2018, la decisione di sospensione è stata formalizzata a marzo 2019. La scadenza è prevista per marzo 2020. Per la cronaca, questa decisione è stata annunciata da Angela Merkel dopo l'omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi. Non riguardava quindi ufficialmente il conflitto in Yemen, che ha evitato alla Germania di dover embargare anche le consegne agli Emirati Arabi Uniti, membro della stessa coalizione e cliente diretto...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE