Quali sono i punti di forza e di debolezza dell'Air and Space Force?

Nella notte dal 13 al 14 aprile 2017, 5 aerei Rafale della base di Saint-Dizier scortati da 4 Mirage-2000-5, 2 aerei Awacs e 6 aerei cisterna KC-135, hanno effettuato un raid della durata di 10 ore e 7000 km colpire e distruggere utilizzando i 2 missili da crociera SCALP portati da ciascuno dei Rafale, gli impianti chimici siriani utilizzati dal regime del presidente Bashar El Assad, nel quadro di una coalizione tripartita che riunisce Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia. Nonostante le significative difese antiaeree siriane implementate, tutti gli obiettivi presi di mira dalla coalizione colpiscono in...

Leggi l'articolo

La Germania aderisce al programma europeo di difesa antimissile TWISTER

Annunciato appena un anno fa, il programma TWISTER, per l'allarme tempestivo e l'intercettazione con la sorveglianza dei teatri spaziali, è senza dubbio il programma europeo più ambizioso sviluppato nell'ambito della cooperazione strutturata permanente, o PESCO, dell'Unione Europea. Guidato dalla Francia, il programma ha riunito al suo lancio Finlandia, Italia, Paesi Bassi e Portogallo, con l'obiettivo di sviluppare un sistema antimissilistico europeo in grado di intercettare nuove minacce, inclusi missili ipersonici e alianti atmosferici, oggi fuori dalla portata delle esistenti sistemi antimissilistici. Berlino non partecipava attivamente al programma, avendo solo lo status di osservatore e da...

Leggi l'articolo

Droni turchi per ricevere il collegamento satellitare e attirare i clienti

Con munizioni vagabonde israeliane, droni israeliani come l'ormai famoso TB2 di Bayraktar hanno dimostrato innegabilmente grande efficacia durante il conflitto in Nagorno-Karabakh, conflitto durante il quale hanno partecipato all'eliminazione di buona parte di armature e fortificazioni armene, nonostante la presenza di mezzi antiaerei come le batterie SA-8 di origine sovietica. Questi successi non fanno che confermare quelli già registrati in Libia e Siria, teatri nei quali avrebbero ottenuto un notevole successo contro moderni sistemi antiaerei come il Pantsir S1 di fabbricazione russa, eppure progettati per combattere questo tipo di...

Leggi l'articolo

Gli eserciti americani testano la loro nuova dottrina di combattimento "All-Domain"

Tradizionalmente, la percezione della potenza militare di un paese si basa su una valutazione del formato delle sue forze, del numero e della qualità del suo equipaggiamento, e dell'addestramento e persino del rafforzamento del suo personale. Ed è vero che, con poche eccezioni, ricordano i francesi ad Agincourt, questo approccio ha permesso di valutare efficacemente gli equilibri di potere, e quindi il gradiente di potere. Così, durante la Guerra Fredda, la NATO scommise sulla potenza tecnologica e su una forza aerea più efficiente per compensare il marcato eccesso della forza corazzata sovietica e dei suoi paesi satelliti. Ma alcuni eventi storici significativi hanno dimostrato...

Leggi l'articolo

La costellazione satellitare dell'esercito americano sarà operativa tra il 2025 e il 2027

Durante un Webinar ospitato dalla DARPA, il generale di brigata Rob Collins al comando del Command, Control, Communication-Tactical Program Executive Office, designato con l'acronimo PEO C3T, ha indicato che sarà operativa la costellazione di satelliti in orbita di medio e basso livello dell'esercito americano tra gli anni 2025 e 2027. Questo programma prevede, come il programma Blackjack della DARPA, di fornire all'esercito degli Stati Uniti un gran numero di satelliti per attuare la strategia info-centrica di impegno cooperativo e multidominio in fase di sviluppo al Pentagono, e in particolare per proteggere l'accesso ai sistemi di ricognizione e di comunicazione essenziali a questa dottrina....

Leggi l'articolo

Nivotà per i sensori dei futuri sistemi di allarme rapido americani

Negli ultimi mesi, il rinnovamento delle capacità di allerta balistica americane è stato oggetto di aperto volontarismo. Programma importante della nuova "US Space Force", viste le nuove minacce, il "Next-gen Overhead Persistent Infrared" (OPIR) ha superato nei giorni scorsi un importante traguardo attraverso la validazione delle revisioni progettuali preliminari dei satelliti payload a infrarossi. Principale effettore del futuro sistema satellitare in orbita geosincrona, la progettazione quindi lo sviluppo dei sensori a infrarossi (IR) è oggetto di particolare cura. Progettati e sviluppati in modo competitivo da Raytheon Space and Airborne Systems e Ball Aerospace, supereranno la revisione critica entro l'autunno 2021. Il...

Leggi l'articolo

Il "GPS britannico" probabilmente non vedrà mai la luce

Nel 2018, quando l'annuncio dello sfratto del Regno Unito dal programma Galileo a causa della Brexit, le forti reazioni provenienti dalla classe politica e dal governo britannico avevano finalmente convinto Theresa May a brandire la minaccia di erigere un sistema di geoposizionamento nazionale e indipendente dall'iniziativa europea. Uno studio di fattibilità e 130 milioni di sterline dopo, il simbolo dell'indipendenza post-Brexit soffre inconfondibilmente di un ritardo di accensione. Stanno emergendo disaccordi tra ministri britannici e alti funzionari pubblici sulla fattibilità di un progetto costoso ma non meno strategico in un contesto internazionale particolarmente degradato. Infatti, secondo un articolo...

Leggi l'articolo

L'Iran schiera il primo satellite militare mentre aumentano le tensioni tra Teheran e Washington

La Guardia Rivoluzionaria Iraniana ha annunciato ieri di aver lanciato il primo satellite militare del Paese, il Noor-1. Da un punto di vista tecnico, questa orbita è una grande novità per l'Iran, in più di un modo. Ma la tempistica di questo lancio militare contribuisce anche al gioco di strategia dichiarativa tra Teheran e Washington, e contribuisce quindi ad aumentare le tensioni tra i due Paesi. Dopo un inizio promettente, con tre lanci successivi di successo tra il 2009 e il 2012, il programma spaziale iraniano ha accumulato fallimenti. L'ultimo lancio di successo risale quindi al 2015, con il lancio del piccolo satellite sperimentale Fajr da parte di un...

Leggi l'articolo

L'aliante supersonico giapponese potrebbe essere usato per gli attacchi anti-nave

I nostri colleghi di Naval News, sempre ben informati, hanno avuto accesso a un video inedito dell'ATLA, l'agenzia del Ministero della Difesa giapponese responsabile delle acquisizioni, dello sviluppo tecnologico e della logistica. Quest'ultimo mostra come l'aliante ipersonico in fase di sviluppo in Giappone potrebbe servire come arma antinave, e in particolare come arma da trasporto antiaerea. Finora, l'HVPG (Hypervelocity Gliding Projectile) presentato il mese scorso dal Ministero della Difesa giapponese era presentato solo come un'arma da superficie a superficie. Per l'ATLA, tuttavia, le capacità antinave dell'HVPG non dovrebbero essere sviluppate sin dall'inizio del programma. Come affermato con...

Leggi l'articolo

Queste tecnologie che saranno in grado di rilevare un F35 dal 2030

Fin dall'utilizzo dell'F117 durante la prima Guerra del Golfo nel 1991, lo stealth è stato considerato la caratteristica essenziale di un aereo da combattimento, per poter affrontare le moderne difese antiaeree di un determinato avversario. E l'aereo del tenente colonnello Zelko abbattuto da una batteria di missili S-175 (SA-3 nella classificazione NATO), quando aveva appena aperto il portello delle munizioni il 27 marzo 1999 sulla Serbia non è cambiato molto. La furtività era diventata il Santo Graal dei produttori di aeromobili e del personale delle forze aeree mondiali. Da allora in poi sono stati sviluppati diversi programmi basati su questa caratteristica, in...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE