I missili ipersonici stanno diventando la priorità del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti per contrastare la minaccia cinese.

Poche settimane fa, prima di iniziare lo studio sulla durabilità delle portaerei della US Navy, Mark Esper, Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, ha pubblicamente messo in dubbio l'importanza di sostituire, con lo stesso budget, una portaerei con una flotta di 100 o 200 missili ipersonici per garantire la difesa iniziale del Giappone o della Corea del Sud. Ovviamente l'idea si è fatta strada, dal momento che in occasione di un Webcast con l'associazione dell'Air Force Mitchell Institute, Mark Lewis, il direttore della modernizzazione del vicedirettore dell'innovazione Mark Griffin, ha annunciato la creazione di una "stanza della guerra ” dedicato esclusivamente al rapido e...

Leggi l'articolo

I bombardieri B-1B potrebbero trasportare missili ipersonici nel prossimo futuro

Come avevamo già parlato su Meta-Defense, l'Aeronautica americana dovrebbe ridurre la sua flotta di bombardieri supersonici B-1B Lancer il prossimo anno, ritirando 17 dei sessanta aerei ancora in servizio oggi. Tuttavia, l'Air Force Global Strike Command (AFGSC), che gestisce i bombardieri strategici dell'USAF, non intende lasciare abbandonata la sua flotta di B-1B in attesa dell'arrivo del nuovo bombardiere stealth B-21. Al contrario, secondo il generale Timothy Ray, comandante dell'AFGSC, i Lancieri rimasti in servizio dovrebbero essere dotati negli anni a venire di nuove capacità offensive. All'ordine del giorno troveremmo prioritariamente...

Leggi l'articolo

I sistemi antiaerei siriani Pantsir S1 fatti a pezzi dai droni turchi a Idleb secondo Ankara

Qualsiasi pubblicità è buona da accettare, ha detto Andy Warhol. L'azienda russa Almaz-Antei, che produce il sistema di protezione ravvicinata antiaerea Pantsir S1, non ha condiviso questa opinione negli ultimi giorni. In effetti, secondo le autorità turche, e video apparentemente pubblicati su Internet, droni armati turchi hanno distrutto 8 di questi sistemi intorno alla città di Idlib, al centro di uno scontro armato tra le forze siriane fedeli a Bashar al Assad e l'islamista filo-turco milizie sostenute dalle forze armate di Ankara. Questi video, e i risultati mediocri che presentano per il siriano Pantsir S1, sono tanto più dannosi in quanto il sistema è...

Leggi l'articolo

L'elicottero russo Ka-52M Alligator potrebbe ricevere "missili da crociera" leggeri

Secondo la stampa russa, citando fonti del complesso militare-industriale, il programma di ammodernamento dell'elicottero da combattimento Ka-52 Alligator, il Ka-52M, potrebbe prevedere l'integrazione di un "missile da crociera" aereo -terreno in grado di trasportare fino a 100 km. L'informazione è sorprendente, ma mette comunque in luce le intenzioni dell'esercito russo nei confronti di questa nuova variante del Ka-52, che potrebbe presto essere ordinata a quasi 114 esemplari da consegnare entro la fine del decennio. Originariamente, la monoposto Kamov Ka-50 e la biposto Ka-52 furono progettate alla fine della Guerra Fredda per succedere al mitico Mil Mi-24 Hind, e furono presentate in...

Leggi l'articolo

MBDA svela il suo missile SPEAR EW per eliminare le difese antiaeree nemiche

La soppressione delle difese antiaeree è riconosciuta come il punto debole delle forze aeree europee, che non dispongono né di velivoli di supporto dedicati al jamming, come l'americano EG-18 Growler, né di munizioni aria-terra specializzate in questo disegno di legge europeo missione. Almeno così è stato fino ad ora, dal momento che il produttore europeo di missili MBDA in collaborazione con l'italiano Leonardo, ha presentato il suo nuovo missile SPEAR EW (Electronic Warfare o Electronic Warfare), destinato principalmente ad equipaggiare gli aerei Typhoon europei. Fino ad oggi le missioni SEAD (Search and Destroy) volte ad eliminare le difese antiaeree nemiche erano affidate a dispositivi in ​​grado di implementare il missile anti-radar...

Leggi l'articolo

Aerei da caccia cinesi moderni

Alla fine degli anni '80 e all'inizio degli anni '90, le forze aeree cinesi erano dotate per la maggior parte di velivoli di fabbricazione locale con prestazioni molto inferiori a quelle dei velivoli occidentali come l'F15, F16, F18 o Mirage 2000, oppure Sovietici come il Mig 29 o il Su27. L'industria cinese poteva quindi produrre solo dispositivi che fossero almeno una generazione indietro rispetto allo standard tecnologico del momento. Nell'arco di una generazione sono entrati in uso velivoli di fabbricazione cinese con prestazioni paragonabili ai più moderni velivoli in servizio nelle forze aeree americane o europee.

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE