La US Navy sospende i finanziamenti per il progetto Rail Gun e proiettili ad alta velocità

Lanciato nel 2005, il programma americano inteso a sperimentare e progettare un cannone elettrico, o Rail Gun, ha dovuto, in più occasioni, far fronte al poco entusiasmo della Marina degli Stati Uniti e del Pentagono nei suoi confronti. Sospese anche le prove relative a questo cannone in grado di lanciare proiettili a velocità comprese tra Mach 6 e Mach 9, e potenzialmente in grado di raggiungere bersagli a quasi 200 km, o addirittura 400 km se la velocità all'uscita della volata superava Mach 10 , molte occasioni. Ma secondo le dettagliate indagini svolte dal sito The War Zone, sembra che...

Leggi l'articolo

DD (x), SSN (x) o NGAD, la US Navy non sarà in grado di finanziare tutti e 3 contemporaneamente

Pur disponendo da sola di un budget pari a quello di Germania, Francia e Regno Unito, la US Navy si trova oggi ad affrontare una situazione molto complessa in termini di pianificazione. Infatti, dopo 30 anni di errori di bilancio e programmi troppo ambiziosi ed eminentemente costosi per applicazioni operative limitate, come le corvette LCS, i cacciatorpediniere Zumwalt o i sottomarini d'attacco nucleare Seawolf, la Marina americana si trova a dover affrontare molti programmi imperativi da finanziare rinnovare e ammodernare le sue attrezzature, e un budget federale già al limite alto, che offre solo deboli margini di crescita in futuro.…

Leggi l'articolo

La US Navy si struttura per iniziare la sostituzione dei cacciatorpediniere Arleigh Burke

Dire che la US Navy oggi naviga per stima quando si tratta dell'evoluzione dei suoi programmi di costruzione navale sarebbe un eufemismo. Tra il piano che puntava a 355 unità navali nel 2030 che probabilmente non sarà realizzato, quello che puntava a 450 navi nel 2045 presentato da un'amministrazione Trump in partenza e che non sarebbe sopravvissuto più di qualche giorno una volta che il team Joe Biden sarà al suo posto , i molteplici e ripetuti errori riguardanti programmi mal progettati e troppo cari come i cacciatorpediniere Zumwalt e la Littoral Combat Ship, e programmi che vedono, ad ogni iterazione, i loro prezzi esplodere,...

Leggi l'articolo

L'esercito americano metterà alla prova l'Iron Dome per proteggere la sua infrastruttura vulnerabile

Una delle principali lezioni della guerra che ha contrapposto le forze azere contro le forze armene nel Nagorno-Karabakh nel 2020 è stata la grande vulnerabilità dei siti di supporto delle forze, come aree logistiche, posti di comando e fortificazioni, di fronte ai moderni sistemi di artiglieria accoppiati con droni da ricognizione. E se le difese antiaeree armene sono riuscite a tenere a distanza i combattenti azeri, sono rimasti in gran parte inattivi di fronte ai piccoli droni da ricognizione che dirigevano il fuoco dell'artiglieria nemica. Al di là di questo esempio, l'aumento della portata e della precisione dei sistemi di artiglieria moderni e futuri, siano essi artiglieria...

Leggi l'articolo

Sciame di droni ed energia diretta, il duo tecnologico americano per superare il diniego di accesso

Tra il crollo dell'Unione Sovietica all'inizio degli anni 2010, le forze aeree occidentali, e americane in particolare, erano certe di poter imporre la loro superiorità nell'aria a qualsiasi altra potenza, al punto da ingaggiare grandi campagne senza mai aver bisogno di schierare truppe di terra, come in Kosovo nel 1999 durante l'operazione Allied Force, o in Libia nel 2011 durante l'operazione Harmattan per la Francia e Unified Protector per le Nazioni Unite. Ma il graduale arrivo di nuovi sistemi di difesa antiaerea, come l'S-400 (2007) e l'S-350 (2019) in Russia, e l'HQ-9B (2007) e HQ-16 (2012) in...

Leggi l'articolo

L'esercito americano invia la prima difesa aerea ravvicinata Stryker M-SHORAD in Germania

5 anni. Questo è il tempo che intercorre tra la richiesta urgente del comando centrale americano in Europa, il Comando europeo degli Stati Uniti, per un sistema mobile di difesa antiaerea e antimissilistica, e la consegna dei primi veicoli Stryker M-SHORAD al 5° Battaglione del 4° Reggimento Artiglieria Antiaerea della 10° Armata USA, con sede ad Ansbach in Baviera. Entro l'estate del 2021 il battaglione avrà ricevuto i 32 M-SHORAD che costituiranno il suo inventario, restituendo alle forze meccanizzate americane dispiegate in Germania una capacità di autodifesa in quest'area in gran parte erosa dal ritiro dei sistemi antidiluviani Chaparral e dei pochi Roland 2 franco-tedeschi acquisiti dagli Stati Uniti...

Leggi l'articolo

Missili ipersonici, laser: i cacciatorpediniere americani Zumwalt sveleranno (finalmente) le loro capacità

I cacciatorpediniere pesanti di classe Zumwalt avrebbero rappresentato la futura punta di diamante della flotta di superficie della Marina degli Stati Uniti all'inizio degli anni '90. Dovevano essere ordinate 32 unità di questa nave da 14.000 tonnellate e 185 m. Ma, come è successo più volte con i programmi di difesa americani del dopo Guerra Fredda, le deliranti ambizioni tecnologiche e la gestione disastrosa hanno reso questa classe uno dei più grandi fiaschi di bilancio per gli eserciti americani negli ultimi 30 anni. Alla fine verranno costruite solo 3 navi della classe, mentre il programma avrà superato il...

Leggi l'articolo

MBDA presenta Skywarden, una visione molto innovativa della lotta ai droni

Sia nel campo dei droni stessi, sia in quello dei sistemi destinati alla protezione contro i droni, le industrie e gli eserciti europei non sono noti per essere all'avanguardia in questi campi. Questo potrebbe cambiare molto rapidamente con il programma Skywarden, sviluppato dal produttore europeo di missili MBDA, che porta una visione efficace e innovativa in questo campo, in grado di rispondere a molti problemi e di attirare molte forze armate negli anni a venire. venire. Non c'è bisogno di cercare un cannone, un missile o un laser, montato su un veicolo blindato, lo Skywarden è prima...

Leggi l'articolo

Gli Stati Uniti sviluppano un cambiamento rivoluzionario del sonar ambientale

Dall'uso del primo sommergibile da combattimento durante la guerra d'indipendenza americana, il Turtle, che altro non era che un proiettile azionato dalla forza umana e destinato a posizionare carichi sugli scafi delle navi britanniche ancorate in porto, le navi da guerra subacquee rilevatrici sono sempre state una grande sfida nel combattimento navale. Ma bisognerà attendere la fine della prima guerra mondiale perché i primi sonar, messi a punto dal francese Paul Langevin oltre che dall'americano Walter Guydon Cady, siano in grado di rilevare efficacemente il famoso Unterseeboot tedesco che causò gravi danni all'interno dei marines. Affari francesi...

Leggi l'articolo

Riepilogo 2020: importanti progressi tecnologici nella difesa nel 2020

Se il 2020 passerà alla storia come l'anno della grande Pandemia da Covid-19, sarà anche, per quanto riguarda le tecnologie per la Difesa, un anno cardine di passaggio tra la visione tecnologica ereditata dalla Guerra Fredda che poco era cambiata in questi 30 anni, e la svolta tecnologica si avvicina in molte forze armate e in molti laboratori di ricerca. Tra questi numerosi e vari progressi, alcuni meritano un'attenzione speciale. 1- Armi ipersoniche Le armi ipersoniche sono state al centro delle preoccupazioni della stragrande maggioranza delle grandi nazioni tecnologiche. L'argomento non è nuovo, dal momento che il missile ipersonico Kh47m2...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE