Europei e russi sono d'accordo contro "qualsiasi interferenza in Bielorussia"

La Russia non tollererà le interferenze occidentali in Bielorussia, questo è essenzialmente il messaggio inviato dal presidente russo Vladimir Putin ai suoi omologhi francesi e tedeschi durante due conversazioni telefoniche a seguito di un aggiornamento della situazione con il presidente bielorusso Lukashenko. Secondo i comunicati ufficiali, i due colloqui tra il presidente russo e i suoi omologhi europei sono avvenuti successivamente su iniziativa della cancelliera Merkel e del presidente Macron, essendo il presidente russo visibilmente tenuto lo stesso discorso in entrambi i casi. Al termine di queste due conversazioni, il presidente russo ha parlato con Charles Michel, presidente del Consiglio europeo,...

Leggi l'articolo

Queste 5 crisi internazionali che minacciano la pace nel mondo

In poche settimane, diversi ambiti di tensione internazionale si sono trasformati in crisi che minacciano di trasformarsi in conflitto aperto, con un notevole rischio di estensione, al punto da minacciare anche la pace su scala planetaria. In effetti, queste grandi crisi hanno in comune il fatto che coinvolgono tutte, direttamente o indirettamente, nazioni nucleari che sono membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, il più delle volte l'una di fronte all'altra. In questo articolo, forniremo un rapido riassunto delle 5 principali crisi che potenzialmente minacciano di degenerare in conflitto e coinvolgono nazioni con armi nucleari. 1- La crisi bielorussa Per poco...

Leggi l'articolo

La Russia verrà in aiuto di Lukashenko in Bielorussia?

Dopo aver sfruttato l'opposizione con Mosca schierando forze lungo il confine tra Bielorussia e Russia, il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha rivolto questa mattina un appello alla Russia durante un'intervista telefonica con il presidente Vladimir Putin. Il presidente bielorusso ha giustificato questa richiesta sostenendo che le folle sono state manipolate e il malcontento popolare da “forze esterne”, Europa e Stati Uniti, per non parlare di loro. E il presidente russo ha risposto di essere convinto, con il suo omologo, che “la situazione tornerà alla normalità molto presto”, suggerendo la possibilità di un prossimo intervento russo nel Paese…

Leggi l'articolo

La Russia a sua volta schiera forze lungo il suo confine con la Bielorussia

Mentre a Minsk crescono le tensioni interne sullo svolgimento delle elezioni presidenziali con l'arresto della leader della campagna avversaria Svetlana Tikhanovskaïa, anche i rapporti con il vicino russo sono al peggio. Pochi giorni fa, a seguito dell'arresto di una trentina di uomini russi presentati come paramilitari appartenenti alla compagnia militare privata russa Wagner e sospettati da Minsk di essere entrati nel Paese per provocare disordini durante le elezioni presidenziali, il presidente Alexander Lukashenko aveva ordinato il dispiegamento di quasi 3000 uomini al confine con la Russia, per scongiurare uno “scenario ucraino”, ovvero un…

Leggi l'articolo

La Bielorussia schiera truppe al confine russo per prevenire "uno scenario in stile ucraino"

I rapporti tra Minsk e Mosca si sono gravemente deteriorati nelle ultime settimane, con l'approssimarsi delle elezioni presidenziali bielorusse che si terranno domenica 9 agosto. Infatti, il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, in questa posizione dal 1994 e in corsa per il sesto mandato, accusa Mosca di sostenere l'opposizione, avendo egli stesso finora chiesto di mettere a tacere qualsiasi forma di protesta, il più delle volte con la benedizione del Cremlino . Quest'ultimo però ora si oppone più che simboliche resistenze nelle trattative tra Minsk e Mosca sul trattato di unione, accordo firmato nel 1999 che doveva consentire un'integrazione vicina al federalismo...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE