Tecnologie di difesa che hanno fatto notizia nel 2021

Nonostante la crisi legata alla pandemia di Covid-19, le novità del 2021 sono state spesso segnate da alcune tecnologie di difesa, in un contesto geopolitico di crescenti tensioni e crisi critiche. Dall'annullamento a sorpresa da parte dell'Australia dell'ordine per i sottomarini a propulsione convenzionale di fabbricazione francese di passare ai sottomarini d'attacco nucleari statunitensi-britannici, ai missili ipersonici; dai droni subacquei al nuovo sistema di bombardamento orbitale frazionato cinese; queste tecnologie di difesa, a lungo sullo sfondo della scena mediatica mondiale, si sono ritrovate nelle notizie, e talvolta nei titoli dei giornali durante quest'anno. In questo articolo in due parti,...

Leggi l'articolo

L'industria aeronautica francese può riprendersi dal successo dell'F-35 in Europa?

Alla fine della scorsa settimana, e come anticipato, le autorità finlandesi hanno annunciato di aver scelto il caccia americano F-35A per succedere agli F-18 all'interno della propria forza aerea, al termine della competizione HX che ha visto ancora una volta il caccia americano agli altri modelli occidentali, F/A 18 E/F Super Hornet, Gripen, Rafale e Typhoon. Come in Svizzera, le conclusioni presentate dalle autorità finlandesi sono definitive, l'F-35 appare superiore agli altri concorrenti in tutti i settori, anche in quello della sostenibilità di bilancio. E come in Svizzera, ora si levano molte voci per restaurare...

Leggi l'articolo

L'ordine di Rafale dagli Emirati Arabi Uniti potrebbe portare a nuovi contratti a breve termine

L'ordine di 80 velivoli Rafale firmato venerdì scorso dagli Emirati Arabi Uniti ha profondamente sconvolto le dinamiche industriali attorno ai velivoli da combattimento francesi, assicurando la sostenibilità e la produzione della catena di montaggio nei prossimi dieci anni, e mettendo in vendita il Rafale e l'F35 su un piano di parità, Abu Dhabi ha confermato di essere ancora determinato ad acquisire i 50 aerei da combattimento americani dalla Lockheed-Martin per evolversi insieme al nuovo velivolo francese. Ma questo ordine mette anche sotto pressione diversi partner francesi, che avevano manifestato una potenziale intenzione di ordinare il dispositivo, quindi...

Leggi l'articolo

Perché lo standard Rafale F4 sta riscuotendo un tale successo internazionale?

Con l'annuncio dell'ordine fermo di 80 velivoli da combattimento da parte degli Emirati Arabi Uniti, il Rafale è diventato, con 242 velivoli ordinati per l'esportazione da 6 forze aeree, il più grande successo commerciale internazionale della sua generazione, nettamente surclassando altri velivoli della stessa categoria come l'Eurofighter Typhoon, il Super Hornet o il Su-35, e aerei ancora più leggeri della stessa generazione come lo svedese Gripen o l'americano F-16 Block 70/72+ Viper. Al mondo, solo il Lockheed-Martin F-35, che gode del costante supporto strategico di Washington e di un budget di ricerca e sviluppo 12 volte superiore a quello dell'aereo...

Leggi l'articolo

Le nuove ambizioni della Cooperazione Permanente Strutturata Europea

La Cooperazione Europea Strutturata Permanente, o PESCO, è innegabilmente uno dei maggiori progressi ottenuti nel campo della Difesa all'interno dell'Unione Europea. Lanciato a dicembre 2017, consente agli industriali e agli attori politici europei di collaborare allo sviluppo di nuovi programmi, siano essi puramente tecnologici o industriali, con l'obiettivo di evitare il moltiplicarsi di programmi simili all'interno dell'Unione Europea, e quindi spese ritenute irrilevanti perché ridondanti tra i membri. Il 6 marzo 2018 è stato presentato il primo elenco di progetti, incentrato soprattutto sui programmi di supporto, nel campo della formazione, simulazione,…

Leggi l'articolo

Grecia, Belgio .. Questi paesi che indicano la strada per la Difesa Europa

Dalla rinascita del concetto di difesa europea in seguito all'elezione del presidente Macron nel 2017 e dall'inizio di una cooperazione attiva ma così caotica con Berlino, i progressi registrati sul campo sono stati contrastanti. A livello europeo, ormai non ci sono più dubbi sul fatto che la Cooperazione Strutturata Permanente, o PESCO, rappresenti una forma efficace per sostenere questa cooperazione europea, e l'ultima versione dei progetti presentata il 16 novembre 2021, segna al riguardo un chiaro spostamento verso una cooperazione tecnologica e industriale incentrata su obiettivi operativi e tempi ridotti, in accordo con le esigenze degli eserciti. Nel campo…

Leggi l'articolo

La Grecia firma una lettera di intenti per 2 fregate e 6 cacciamine usati con i Paesi Bassi

Durante l'ampia consultazione svolta per Atene per acquisire nuove fregate nell'ambito della modernizzazione della Marina ellenica, due offerte sembravano spiccare dal lotto, l'FDI Belharra del Gruppo Navale, finalmente scelto da Atene, e il Sigma 15515 del Signora olandese. Oltre alle qualità della fregata olandese, Amsterdam ha proposto il trasferimento delle sue due fregate di classe Karel Doorman come soluzione temporanea. Tuttavia, queste navi avevano, agli occhi della Marina ellenica, un interesse molto più alto rispetto alle due fregate Tipo 70 che Parigi proponeva di offrire ad Atene se quest'ultima avesse scelto l'FDI. Alla fine lui...

Leggi l'articolo

Cosa risponde se la Turchia acquista di nuovo i sistemi S-400 dalla Russia?

Il presidente turco RT Erdogan ha incontrato ancora una volta il suo omologo russo, Vladimir Putin, nella località balneare di Sochi, sulle rive del Mar Nero. Tra i tanti argomenti discussi dai due capi di Stato, l'acquisizione da parte di Ankara di un secondo reggimento di sistemi antiaerei a lungo raggio S-400 sembra essere il più problematico dal punto di vista occidentale. Il primo ordine di due batterie S-400 complete nel 2017 da parte della Turchia ha provocato una forte risposta da parte di Washington, Donald Trump che, dopo molte procrastinazioni e sotto la pressione del Congresso, ha deciso di escludere Ankara dal programma F-35 e di cancellarlo nel 2020 l'ordine di 100...

Leggi l'articolo

Trattative per le corvette Gowind 2500 costruite in Grecia per avanzare rapidamente

Dopo aver seguito con dolore i commenti più spesso faziosi e privi di materiale sulla stampa australiana sul programma sottomarino Shortfin Barracuda, seguiamo le reazioni della stampa greca all'annuncio della scelta delle fregate FDI Belh@ rra per l'ammodernamento di la flotta del paese è più che rinfrescante, poiché l'entusiasmo trabocca dagli articoli di stampa e dai commenti degli stessi greci. Apprendiamo anche, a cavallo di un paragrafo, che la fregata del Gruppo Navale aveva ricevuto, di gran lunga, la migliore valutazione dal Consiglio superiore della Marina ellenica, lasciando poche possibilità di...

Leggi l'articolo

Configurazione, pianificazione .. Maggiori dettagli sulle fregate greche FDI HN

Sicuramente significativo è stato l'annuncio fatto il 18 settembre dal primo ministro greco Kyriákos Mitsotakis e dal presidente francese Emmanuel Macron sulla nuova alleanza formata da Francia e Grecia, oltre agli ordini per 3 fregate FDI e 6 velivoli Rafale. ma era anche avara di dettagli. Occorreva quindi attendere l'intervento di questa mattina di Hervé Grandjean, portavoce del Ministero delle Forze armate, per saperne di più su questo argomento. E questa volta i dettagli sono stati numerosi, soprattutto per quanto riguarda la configurazione delle fregate elleniche, ma anche per quanto riguarda i tempi di consegna, e la sua influenza...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE