La fusione dei programmi Tempest e FX ha convinto la Germania a rilanciare FCAS?

Pochi giorni fa, Dassault Aviation ha confermato che le trattative con Airbus DS sul tema della condivisione industriale attorno al programma SCAF erano effettivamente andate a buon fine e che il programma era ora pronto per iniziare la fase 1B della progettazione del dimostratore. Se questo annuncio è stato accolto come si deve da Parigi, Berlino e Madrid, è il risultato di un evidente ammorbidimento delle posizioni tedesche, che improvvisamente hanno accettato le linee rosse tracciate da Dassault Aviation, in particolare in termini di pilotaggio del primo pilastro, quello che deve progettare con precisione il caccia NGF ei suoi comandi di volo. A prima vista, potresti pensare...

Leggi l'articolo

Giappone, Germania: si va verso la nascita di nuovi eserciti ipertecnologici?

A pochi giorni dall'inizio dell'offensiva russa contro l'Ucraina, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato, davanti al Bundestag, la sua intenzione di portare lo sforzo di difesa del Paese "oltre il 2% del PIL", rompendo con 3 decenni di cronico sottoinvestimento da parte della Bundeswehr, che oggi è più simile a un'amministrazione che a un esercito operativo. Pochi mesi dopo, è toccato al Partito liberaldemocratico giapponese, che governa il Paese dal 2012, annunciare l'intenzione di aumentare considerevolmente lo sforzo di difesa del Paese, rompendo il soffitto di ferro che limitava il finanziamento dell'autodifesa giapponese forze all'1% del PIL, e per portare questo...

Leggi l'articolo

Il Giappone vuole armare i suoi sottomarini con missili da crociera a cambio medio

Relativamente preservato durante la Guerra Fredda, il Giappone, a differenza della Germania, ha mantenuto fino ad oggi i rigidi vincoli della sua costituzione postbellica in termini di forze armate. Pertanto, per Tokyo, le forze armate giapponesi, designate sotto il titolo di forze di autodifesa, sono progettate solo per garantire l'immediata difesa del paese. Infatti, anche se le forze giapponesi sono tutt'altro che trascurabili, con in particolare una forza aerea che schiera 240 aerei da combattimento di cui 150 F-15J, e una forte forza navale di 20 sottomarini, 36 cacciatorpediniere (di cui 8 AEGIS), 8 fregate (22 alla fine) oltre a 2 portaerei leggere, queste non furono equipaggiate, fino a quando…

Leggi l'articolo

Il Giappone è sempre più vicino all'alleanza AUKUS

Creata nel settembre 2021, l'AUKUS Alliance (Australia, Regno Unito, Usa) mirava ad andare oltre il quadro degli accordi bilaterali di difesa tra gli Stati Uniti e i suoi alleati nel Pacifico. Infatti, per far fronte all'ascesa degli eserciti cinesi, a Washington è apparso subito chiaro che un'alleanza, se non paragonabile, comunque ispirata al principio della NATO, poteva costituire la migliore risposta per contenere e scoraggiare la Cina, soprattutto nei confronti nei confronti di Taiwan. Sfortunatamente per le ambizioni americane, la pietosa parte della cancellazione del programma di sottomarini a propulsione convenzionale Attack sviluppato dal 2015 da Canberra con il gruppo navale francese, al fine di ...

Leggi l'articolo

In Occidente vengono lanciate importanti manovre per progettare droni da combattimento di nuova generazione

Esistono, ad oggi, ben 7 programmi volti a progettare o integrare droni al fine di estendere le capacità degli aerei da combattimento, e questo solo per il campo occidentale. Negli Stati Uniti, questi programmi ruotano attorno al Next Generation Air Dominance della US Air Force e all'F/A-XX della US Navy; in Europa intorno ai programmi SCAF e Tempest; e in Asia intorno ai programmi FX giapponesi, KF-21 Boramae sudcoreano, così come l'australiano MQ-28 Ghost Bat. Tutti mirano a progettare droni da combattimento stealth ad alte prestazioni, in grado di evolversi attorno e a beneficio degli aerei da combattimento con equipaggio, in modo da...

Leggi l'articolo

Di fronte a Cina e Russia, Tokyo vuole acquisire mille missili a lungo raggio

Di tutte le trasformazioni in atto della geopolitica globale, il rafforzamento senza precedenti delle capacità militari delle maggiori potenze asiatiche è senza dubbio quello che avrà la maggiore influenza a lungo termine sugli equilibri globali. Oltre alla Cina che, in pochi decenni, è arrivata a tangere la potenza militare americana al punto che quest'ultima deve ora intensificare gli sforzi per resistervi, l'ascesa al potere dei draghi asiatici, Taiwan, Singapore, Giappone e Sud La Corea, sconvolgerà profondamente l'equilibrio di potere militare e politico ben al di là del solo teatro indo-pacifico. Pertanto, Seoul intende portare i suoi sforzi a...

Leggi l'articolo

Il nuovo Libro bianco sulla difesa giapponese indica la Cina e la Russia come le principali minacce

“Se va da sé, andrà ancora meglio dicendolo”. Questa famosa frase di Talleyrand pronunciata dal diplomatico francese al vertice di Vienna del 1814, potrebbe essere la battuta finale del nuovo Libro bianco sulla difesa pubblicato nella terra del sol levante. In effetti, il Giappone, sebbene tradizionalmente discreto e avveduto sulla scena internazionale, è particolarmente direttivo e chiaro in questo documento che inquadrerà lo sforzo di difesa giapponese per il decennio a venire, designando chiaramente la Russia come "nazione aggressiva". e la Cina e le sue ambizioni su Taiwan come una grave minaccia alla pace...

Leggi l'articolo

Il Giappone ha deciso di eliminare il tetto alla spesa per la difesa

Alla fine della seconda guerra mondiale, il Giappone occupato dalle forze americane fu dotato di una costituzione frettolosamente redatta dai servizi plenipotenziari di Washington sotto lo stretto controllo del generale MacArthur. Quella che seguì fu una costituzione molto restrittiva per quanto riguarda le capacità di difesa del Paese. A differenza della Germania Federale, che a metà degli anni Cinquanta ottenne il via libera da Washington, Londra e Parigi per aumentare il proprio sforzo di difesa nell'ambito della NATO, per diventare in pochi anni la più grande forza armata convenzionale del vecchio continente, l'autonoma giapponese -le forze di difesa sono rimaste contenute in uno sforzo rigorosamente di investimento...

Leggi l'articolo

I programmi di caccia britannici FCAS/Tempest e giapponesi FX potrebbero presto fondersi

Mentre il programma SCAF di nuova generazione di velivoli da combattimento che riunisce Francia, Germania e Spagna è sospeso da diversi mesi per mancanza di un accordo equilibrato sulla condivisione industriale, gli inglesi e il loro programma FCAS concorrente con i caccia Tempest di nuova generazione continuano a spingere avanti, nonostante le minacce al suo finanziamento. Questo rischio potrebbe essere affrontato molto presto. Infatti, dopo aver sedotto Roma e, in misura minore, Stoccolma per aderire al programma e partecipare al suo finanziamento, Londra è, secondo Reuters, sul punto di firmare uno storico accordo con Tokyo per fondersi...

Leggi l'articolo

Il Giappone lancia lo sviluppo del proprio drone "Loyal Wingman".

Le autorità giapponesi hanno annunciato il lancio di un programma volto a progettare e produrre entro il 2026 un drone da combattimento in grado di accompagnare i propri aerei da combattimento per estenderne le capacità di rilevamento e trasporto di munizioni, in linea con il concetto di "Loyal Wingman", al fine di compensare per la sua debolezza numerica nei confronti della Cina. Dopo Stati Uniti, Russia, Gran Bretagna e Australia, il Giappone ha annunciato che sta intraprendendo la progettazione di un drone da combattimento destinato ad evolversi attorno ai suoi aerei da combattimento per estenderne le capacità di rilevamento, considerando la possibilità di poter armare tali droni in un…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE