La Cina ha consegnato alla Serbia i missili antiaerei a lungo raggio HQ-22

La Cina è solo un attore recente nel campo dell'esportazione di sistemi antiaerei, ma si sta affermando su sempre più mercati, anche in Europa. È così che il cinese HQ-9, un sistema paragonabile al russo S-300, è stato inizialmente selezionato da Ankara nel 2015, offrendo, secondo le autorità turche, un rapporto prestazioni-prezzo molto più alto di quello dei sistemi russi e occidentali. Se, sotto la pressione dei suoi alleati della NATO, la Turchia ha finalmente annullato questo ordine, per rivolgersi finalmente all'S-400 russo, che ha avuto conseguenze ben peggiori per Ankara, Pechino ha registrato negli ultimi anni altri...

Leggi l'articolo

In che modo la guerra russo-ucraina ha ridisegnato la mappa geopolitica globale in pochi giorni?

Al di là dell'eroica resistenza degli ucraini e del loro presidente contro le forze russe, e dell'evidente cambio di strategia nel piano di attacco del Cremlino che torna a una strategia più convenzionale ma anche molto più violenta nei confronti delle popolazioni civili, la decisione di Vladimir Putin di lanciare questa offensiva contro l'Ucraina ha provocato, su scala internazionale, un'ondata geopolitica di portata senza precedenti dalla caduta del muro di Berlino. Perché se i soldati russi hanno seriamente sottovalutato la capacità di resistenza dei soldati ma anche dei civili ucraini, il Cremlino, dal canto suo, ha profondamente sottovalutato l'unità e la risposta che sarà dimostrata...

Leggi l'articolo

Di fronte agli europei, l'esercito russo nel 2030 sarà molto più potente di oggi

L'attuale crisi russo-ucraina, qualunque sia la sua conclusione, avrà consentito a Mosca di dare una straordinaria dimostrazione di forza in Europa, al punto che nessun Paese europeo, nemmeno quello più vicino a Kiev, intende impegnarsi militarmente a fianco degli eserciti ucraini in caso di conflitto. Ed è chiaro che questi eserciti russi sono riusciti a mobilitare, muovere e radunare un centinaio di battaglioni tattici ad armi combinate, l'equivalente russo dei gruppi tattici inter-armati francesi, ovvero il 65% della sua forza operativa terrestre, e questo tra i Novembre e inizio febbraio. Per fare un confronto, l'Armata di...

Leggi l'articolo

La Cina offre i sottomarini Thailand 2 Type 039 Song come soluzione standby

Nel 2016, a seguito di una competizione internazionale, le autorità thailandesi hanno scelto il sottomarino cinese S-26T, derivato dal tipo 039A di classe Yuan, per costituire la forza sottomarina del Paese, di cui la potente Royal Thai Navy è finora carente. Oltre a prestazioni soddisfacenti e propulsione anaerobica affidabile, l'offerta cinese si basava su un notevole vantaggio, un prezzo unitario di soli 460 milioni di dollari, la metà di quello dei suoi concorrenti con le offerte più alte. Tuttavia, nella sua proposta, Pechino aveva incluso apparecchiature europee, in particolare turbine tedesche costruite da MTU, senza aver preso la precauzione di chiedere preventivamente l'autorizzazione al produttore di motori tedesco....

Leggi l'articolo

Fa la sua comparsa un nuovo modello di sottomarino cinese

Come la Russia, la Cina sta sviluppando una flotta mista di sottomarini, composta contemporaneamente da sommergibili a propulsione nucleare e navi a propulsione convenzionale. Oggi, questa flotta convenzionale è composta principalmente da sottomarini Tipo 039, che formano le classi Song (Tipo 039, 13 unità) e la classe Yuan, questa volta integrando propulsione anaerobica AIP, e suddivisa in 3 sottoclassi Tipo 039A/B/C. Secondo la pianificazione ufficiale di Pechino, le forze navali cinesi disporranno di sottomarini di classe 42 Yuan entro il 2025, per una flotta sottomarina convenzionale di circa XNUMX unità. Tuttavia, monitorare la costituzione di questa flotta sottomarina cinese è...

Leggi l'articolo

Queste 7 tecnologie che rivoluzioneranno il campo di battaglia entro il 2040

Se gli ultimi anni della guerra fredda sono stati occasione di numerosi e importanti progressi tecnologici nel campo degli armamenti, con l'arrivo di missili da crociera, aerei e navi stealth e sistemi avanzati di comando e geolocalizzazione, questa dinamica si è completamente arrestata con il crollo del blocco sovietico. In assenza di un avversario importante e tecnologicamente avanzato, e a causa delle numerose campagne asimmetriche a cui hanno preso parte le forze armate, tra il 1990 e il 2020 si sono registrati pochissimi progressi significativi dal punto di vista tecnologico, con la notevole eccezione della generalizzazione di droni aerei di ogni tipo. Ma con l'emergere, dall'inizio di...

Leggi l'articolo

Sottomarini d'attacco nucleari moderni

Con l'episodio dell'annullamento del contratto per i sottomarini Barracuda a propulsione convenzionale da parte dell'Australia a favore dei sottomarini a propulsione nucleare americano-britannica, i sottomarini d'attacco a propulsione nucleare hanno subito, in questi ultimi mesi, una sovraesposizione mediatica relativamente contraddittoria con la missione per natura discreti di questi Leviatani oceanici che costituiscono, ancora oggi, tra le più complesse costruzioni umane mai realizzate. Per quanto siano furtivi, i sottomarini da attacco nucleare sì SNA, le cui missioni vanno dalla raccolta di informazioni alla guerra anti-superficie, ma anche alla caccia di altri sottomarini, sono oggi prerogativa esclusiva delle marine delle 5 maggiori potenze nucleari mondiali...

Leggi l'articolo

Il Pakistan annulla l'ordine per gli elicotteri T-129 turchi di passare allo Z-10 Chinese cinese

Nel 2018 l'industria aeronautica turca aveva ottenuto un notevole successo firmando con il Pakistan la vendita di 30 elicotteri da combattimento T-129 ATAK, un elicottero di fabbricazione locale derivato dall'italiano A-129 Mangusta. Questo contratto da 1,5 miliardi di dollari è stato quindi il più grande contratto di esportazione mai vinto da questo settore, consentendo ad Ankara di nutrire la speranza di posizionarsi come attore internazionale in questo mercato saldamente detenuto da americani, europei e russi per diversi decenni. Con l'intervento militare in Siria, e l'acquisizione delle batterie dei sistemi antiaerei S-400 da Mosca, la Turchia è però, dal 2019, oggetto...

Leggi l'articolo

Quali sono le conseguenze dell'acquisizione da parte del Pakistan di 25 caccia cinesi J-10CE?

Sono passati 13 anni, dal 2008, che le autorità pakistane hanno studiato la possibilità di acquisire una flotta di caccia J-10 monomotore da Pechino, e molte voci hanno annunciato l'ordine come imminente in diverse occasioni. Ora è fatto, poiché hanno confermato di aver firmato un contratto per l'acquisizione di 25 J-10CE, versione da esportazione del J-10C in servizio all'interno delle forze aeree dell'Esercito popolare di liberazione, al fine di equipaggiare due squadroni di 12 velivoli. Se l'importo del contratto non viene menzionato, il suo calendario sembra particolarmente breve, poiché si tratta di presentare il nuovo dispositivo durante i festeggiamenti della festa della Repubblica,...

Leggi l'articolo

Presto in servizio una nuova versione del caccia pesante cinese J-15?

Per quanto riguarda il caccia da superiorità aerea J-11 derivato dal Su-27, o il cacciabombardiere J-16 derivato dal Su-30, il caccia standard da portaerei dell'aviazione navale cinese, il J-15, risulta da un reverse engineering di un caccia russo della famiglia Flanker, in questo caso un Su-33 acquisito dall'Ucraina quando Pechino acquisì lo scafo della portaerei Varyag, lasciato inutilizzato nei cantieri navali ucraini dopo l'implosione dell'Unione Sovietica. Ma a differenza del J-11B, e soprattutto del J-16, il J-15 aveva subito pochi ammodernamenti nel processo di conversione, e soffriva di diversi difetti che già colpivano il suo fratello maggiore sovietico, in particolare...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE