Lo scenario georgiano sta prendendo forma in Ucraina

Nel 2008, un corpo dell'esercito russo di 90.000 uomini ha dislocato le difese georgiane in soli 5 giorni, dopo che il focoso presidente georgiano Saakashvili ha ordinato alle sue forze di impossessarsi della città osseta di Tskhinvali, provocando la morte di 16 soldati della "forza di interposizione IEC" presente sul posto. Ma questa narrazione è solo una parte della storia, perché nelle settimane precedenti a questo sconsiderato assalto da parte di un presidente georgiano troppo sicuro del sostegno dei suoi alleati occidentali, le forze ossete, equipaggiate e addestrate da Mosca, e in gran parte composte da russi soldati, molestato il...

Leggi l'articolo

La Cina potrebbe sviluppare videogiochi bellicosi per non esporre i suoi militari ai valori occidentali

Il Partito Comunista Cinese e l'Esercito popolare di liberazione hanno compreso da diversi anni il ruolo che i videogiochi potrebbero svolgere nella loro politica di comunicazione, reclutamento e persino addestramento dei loro soldati. Ma al di là di questi aspetti puramente mediatici, il videogioco è anche un formidabile vettore ideologico, e può, in questo senso, rappresentare un pericolo per il futuro della Cina, perché la maggior parte dei videogiochi "guerrieri" a cui l'esercito cinese è entrato in l'abitudine di suonare per rilassarsi proviene dagli studi occidentali e sostiene valori come democrazia e libertà, che non corrispondono a...

Leggi l'articolo

Le forze speciali statunitensi istituirono la Task Force per la guerra sociale

Le Forze Speciali sono generalmente le prime unità schierate in un teatro delle operazioni, e quindi le prime a dover fare i conti con la percezione locale del loro intervento. Questa percezione è ora regolarmente manipolata dalle operazioni di influenza effettuate da potenze straniere o da gruppi ostili attraverso i social network. Per il colonnello Ed Croot, comandante di corpo del 1° comando delle forze speciali a Fort Bragg nel nord della California, è ora necessario che anche queste forze speciali abbiano i mezzi per rilevare, identificare e contrastare queste operazioni di manipolazione digitale di massa. , grazie a quanto descrive come "…

Leggi l'articolo

Social Warfare, questa nuova minaccia contro le democrazie occidentali

L'assalto al Campidoglio da parte di un gruppo di rivoltosi il 6 gennaio, a margine della fine del mandato di Donald Trump, ha avuto l'effetto di una scossa elettrica per tutte le capitali occidentali. Improvvisamente, la minaccia cospirativa, che fino a quel momento era stata considerata un epifenomeno, certamente grave, ma limitato nei suoi potenziali danni, è stata spinta al rango di minaccia maggiore per la sopravvivenza stessa della Democrazia e dello Stato di diritto. Da quel momento in poi, tutti i capi di stato occidentali si sono impegnati ad agire per cercare di controllare questa minaccia manipolata da alcuni politici senza scrupoli e da alcune persone il cui status di guru sociale è lusinghiero...

Leggi l'articolo

Quali sono le lezioni della guerra in Nagorno-Karabakh?

Insieme al conflitto nel Donbass, la guerra che si è appena conclusa nel Nagorno-Karabakh è stato uno dei rari conflitti che hanno coinvolto mezzi militari pesanti di stato da entrambe le parti dei belligeranti negli ultimi anni. Nuove tattiche e nuovi equipaggiamenti sono stati usati massicciamente, aumentando la loro efficacia ma anche i loro limiti in un ambiente ad alta intensità. Tutto il personale di tutto il mondo ha lavorato, dall'inizio di questo conflitto, all'analisi degli impegni e dell'efficacia dimostrata o meno da ciascuna di queste strutture. Ferme restando le conclusioni che queste analisi possono trarre, è tuttavia possibile trarre...

Leggi l'articolo

La Russia schiera una base militare navale in Sudan

Da oltre 20 anni le autorità russe e cinesi criticano aspramente gli Stati Uniti, ma anche Gran Bretagna e Francia, per il dispiegamento di basi militari esterne, sia in Asia che in Africa. Tuttavia, nel 2017 Pechino ha inaugurato un'importante base navale cinese nel piccolo stato africano di Gibuti, che già ospita una base americana e una base francese. Quanto alla Russia, ha firmato, il 6 novembre, un accordo con le autorità sudanesi del tenente generale Abdel Fattah Abdelrahman al-Burhan, per schierare un'importante base navale sulla costa dell'Oceano Indiano, come annunciato dal primo ministro russo...

Leggi l'articolo

La Turchia avrà un ruolo di osservatore nelle forze russe dispiegate nel Nagorno-Karabakh

Dall'annuncio di un trattato di pace imposto da Mosca ad Armenia e Azerbaigian nel contesto del conflitto in Nagorno-Karabakh, Ankara ha moltiplicato le iniziative per apparire al centro della soluzione, insieme alla Russia. E le autorità turche hanno ribadito che la Turchia parteciperà alla forza di interposizione schierata per garantire l'accordo di pace, e impedire ai belligeranti di riprendere le armi, come è successo tante volte durante i precedenti cessate il fuoco. Tuttavia, Mosca intende tenere Ankara a stretto contatto in questo fascicolo e non lasciare che le autorità turche si impongano come il principale interlocutore di Mosca in...

Leggi l'articolo

Pechino utilizza missili ipersonici DF-17 per aumentare la pressione su Taiwan

L'annessione con la forza dell'isola indipendente di Taiwan sembra diventare una delle principali preoccupazioni dei leader cinesi e dell'Esercito popolare di liberazione, che moltiplicano le dichiarazioni e le azioni prendendo come cornice tale ipotesi. L'ultima azione non è altro che il presunto dispiegamento di batterie di missili terra-superficie DF-17 vicino alle coste sud-orientali del Paese per poter colpire Taiwan in brevissimo tempo se necessario, il DF-17 presentato come un missile ipersonico. Il sito web statale in lingua inglese globaltimes.cn, che trasmette informazioni dai media taiwanesi e di Hong Kong, ha effettivamente...

Leggi l'articolo

La Turchia riaccende le tensioni nel Mediterraneo orientale schierando Oruc Reis

Mentre la Russia e il Gruppo di Minsk tentano, con relativo successo, di portare Armenia e Azerbaigian al tavolo dei negoziati nonostante le pressioni di Ankara su Baku affinché mantenesse l'offensiva nel Nagorno-Karabakh, le autorità turche hanno annunciato questa mattina che la nave da esplorazione mineraria Orus Reis era una volta nuovamente schierato nel Mediterraneo orientale in un'area rivendicata da Cipro, riaccendendo naturalmente le tensioni con Nicosia e Atene dopo i tentativi di mediazione europei e Nato, e questo nonostante le assicurazioni fornite proprio questo fine settimana dal ministro degli Esteri turco, Mevlüt Çavuşoğlu. Questa distribuzione, che ci sarà...

Leggi l'articolo

La Gran Bretagna cambia radicalmente la dottrina strategica

Per diversi mesi si susseguono dichiarazioni provenienti da Londra sull'evoluzione degli eserciti britannici, con riduzioni molto spesso drastiche dei mezzi, in particolare pesanti, delle sue forze. Si parla infatti di dimezzare la flotta F35B, oltre a ridurre la flotta di superficie della Royal Navy di 5 fregate e di mettere fuori servizio i carri armati Challenger 2 e i Warrior Infantry Combat Vehicles dell'esercito britannico. Finora il governo di Boris Johnson si era accontentato di indicare che nulla era stato deciso oggi in merito agli arbitrati che si svolgeranno al termine della Strategic Review in...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE