Secondo quanto riferito, l'Australia considera l'ordinazione di nuovi sottomarini convenzionali Collins come "soluzione di attesa"

Quando Scott Morrison annunciò lo scorso settembre l'annullamento del contratto per la costruzione di sottomarini a propulsione convenzionale della classe Attack del Gruppo Navale Francese, per dotarsi di sottomarini a propulsione nucleare di fattura americana o britannica, molti osservatori fecero notare che il il calendario alla base di tale decisione causerebbe seri problemi alla Royal Australian Navy. Infatti, i 6 sottomarini convenzionali classe Collins attualmente in servizio, entrati in servizio tra il 1996 e il 2003, avrebbero grosse difficoltà a rimanere in servizio attivo fino al 2050, data ottimistica per la consegna dell'ultimo sottomarino...

Leggi l'articolo

I soldati statunitensi sono dispiegati da più di un anno nell'isola di Taiwan

Dal 1979, e dallo scioglimento del Comando di difesa statunitense di Taiwan sull'altare della normalizzazione dei rapporti tra Washington e Pechino, gli Stati Uniti avevano ufficialmente ritirato tutte le loro forze presenti sull'isola di Taiwan dalla rottura tra le autorità dell'isola e la Repubblica popolare cinese nel 1949. E se gli Stati Uniti avevano sempre rispettato, più o meno zelante, l'impegno preso a Taipei per garantire la sicurezza dell'isola, nessun esercito americano vi era stato dispiegato da allora, per rispettare le impegni presi con le autorità cinesi. Almeno ufficialmente, poiché secondo un articolo di Wall Street...

Leggi l'articolo

Ucraina, Taiwan: gli Stati Uniti cambieranno posizione nei confronti di Russia e Cina?

La mappa geopolitica globale oggi è ancora largamente condizionata da accordi firmati durante o subito dopo la Guerra Fredda, ed è stata messa in scena in modo molto efficace da Mosca e Pechino negli ultimi 20 anni, senza che né gli Stati Uniti né l'Occidente in generale abbiano mostrato alcun determinazione ad opporvisi. Fu così che dall'inizio degli anni '70 furono negoziati gli accordi sino-americani intorno al caso dell'isola di Taiwan, con l'obiettivo di togliere Pechino dall'equazione Guerra Fredda e campo sovietico, e questo nonostante l'isola avesse nessuna intenzione di entrare nella Repubblica popolare...

Leggi l'articolo

Giappone, India.. È iniziata la corsa ai sottomarini nucleari nel Pacifico?

Il giorno dopo l'annuncio della creazione dell'alleanza AUKUS che riunisce Stati Uniti, Regno Unito e Australia, e l'ordine da parte di quest'ultimo di sottomarini d'attacco nucleare a scapito dei sottomarini Shortfin Barracuda a propulsione convenzionale ordinati dal Naval Group, abbiamo intitolato "In Australia Joe Biden apre un vaso di Pandora molto pericoloso", un'analisi del rischio di vedere, con questa manovra, molti Paesi assolversi dal tacito accordo di accordo che finora impediva alle 5 maggiori nazioni nucleari di esportare sottomarini a propulsione nucleare. Ovviamente, questa opzione sta effettivamente guadagnando slancio molto rapidamente, specialmente con diverse importanti nazioni militari...

Leggi l'articolo

Qual è questo difetto che preoccupa gli specialisti del controllo nucleare sui sottomarini australiani?

Da mercoledì scorso, e dall'annuncio da parte di Canberra, Washington e Londra della firma di un trattato di alleanza tripartito e della sostituzione del programma sottomarino a propulsione convenzionale Shortfin Barracuda di fabbricazione francese con un modello di sottomarino nucleare d'attacco americano o britannico, molte informazioni, spesso confuso, è emerso sulla stampa circa il tipo di reattore che sarebbe stato utilizzato, e il rispetto della legislazione internazionale da parte di questo contratto. Sembra importante presentare una visione chiara e comprensibile delle soluzioni tecnologiche e delle normative a cui spesso si fa riferimento, per comprendere la posta in gioco di tale decisione. Nei fatti,...

Leggi l'articolo

In Australia Joe Biden apre un vaso di Pandora molto pericoloso

Dopo la conferma dell'annullamento del contratto per l'acquisizione di 12 sottomarini Barracuda Shortfin a propulsione convenzionale progettati dal Gruppo Navale Francese, e l'integrazione di Canberra in un'alleanza tripartita con Stati Uniti e Gran Bretagna Gran Bretagna comprendente, tra l'altro, il vendita di sottomarini nucleari americani, la comunità della difesa è in subbuglio, soprattutto in Francia. "Accoltellamento", "Tradimento" .. non mancano le qualificazioni riguardanti la sostanza, ma anche la forma con cui questa decisione è stata resa pubblica, danneggiando gravemente l'immagine internazionale dell'industria navale militare francese per moltissimi anni. D'altra parte, pochissimi, anche tra...

Leggi l'articolo

La Corea del Sud testa con successo il lancio del missile SLBM Hyunmoo 4-4 dal sottomarino

Nel mondo solo 7 paesi hanno sottomarini in grado di implementare missili balistici: i 5 membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (Cina, Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna e Russia), l'India e la Corea del Nord. Un ottavo paese ha appena dimostrato questa capacità. Infatti, il sottomarino Dosan Ahn Chang-ho, la prima unità dell'omonima classe del programma KSS-III, e il primo sottomarino interamente costruito in Corea del Sud, avrebbe effettuato il primo lancio di un missile balistico Hyunmoo 4. -4 secondo diverse fonti concordanti, e nessuna smentita dalle autorità di Seoul. Questo test di successo...

Leggi l'articolo

Joe Biden allinea l'impegno degli Stati Uniti per difendere Taiwan con quello della NATO

Il presidente americano è fortemente conteso negli Stati Uniti ma anche sulla scena internazionale per il catastrofico crollo delle strutture statali e dell'esercito afghano avvenuto in poche settimane dall'inizio del ritiro dei soldati americani. In particolare, molti sono coloro che fanno il collegamento tra questo ritiro e la determinazione, che ora considerano discutibile, degli Stati Uniti di garantire la sicurezza dei suoi stretti alleati, anche tra i leader di alcuni paesi della NATO. È per spiegarsi su queste domande che il presidente americano ha concesso un'intervista al canale ABC, intervista durante la quale è stato interrogato soprattutto sul presunto...

Leggi l'articolo

La Cina costruirà il terzo sito di lancio di missili nucleari ICBM

All'inizio di luglio 2021 due ricercatori americani hanno evidenziato la costruzione di un vasto sito sugli altipiani di Gunza, tra Mongolia e Tibet, destinato ad ospitare almeno 119 silos in grado di implementare missili balistici intercontinentali ICBM, il primo per Pechino, che fino ad ora aveva schierato solo 2 siti limitati per implementare missili DF-5 di vecchia generazione e che sembrava fare affidamento soprattutto sui suoi nuovi missili balistici intercontinentali mobili DF-41 per rafforzare l'aumento di potenza della sua forza di deterrenza strategica. 3 settimane dopo, la costruzione di un secondo sito, a circa 380 km dal primo, è stata identificata da questi...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE