Le 5 sfide strategiche della filiera dell'industria della difesa francese

Per il grande pubblico, l'industria della difesa francese si riduce a diversi importanti attori famosi, come Dassault Aviation, Thales o Naval Group. Tuttavia, queste grandi aziende rappresentano solo una parte della Base Industriale e Tecnologica della Difesa Nazionale, o BITD, che sebbene essenziale, avrebbe grandi difficoltà ad affermarsi in Francia oltre che ad esportare senza la rete di negoziazioni sub-densa e molto competente che rappresenta la Catena di Fornitura della Difesa. Tuttavia, oggi, tra gli effetti della crisi del Covid-19, le difficoltà nel trovare un partner bancario o alcuni arbitrati sfavorevoli legati agli impegni di cooperazione internazionale, una parte significativa di questa Supply Chain...

Leggi l'articolo

Servizi bancari: l'industria della difesa sta ottenendo l'obiettivo sbagliato?

Da diversi anni le aziende con attività di Difesa incontrano sempre più difficoltà nell'ottenere supporto dalle banche francesi ed europee. Anche i servizi di base, come crediti di investimento, linee di cassa o crediti documentari, vengono loro rifiutati, con il pretesto della delicatezza delle operazioni, e delle potenziali conseguenze sull'immagine di marca delle banche se dovessero essere rimesse in discussione nei mercati delle armi. Nel tentativo di soddisfare questa esigenza, GICAT, un'associazione che riunisce professionisti degli armamenti terrestri in Francia, ha presentato alle autorità francesi un progetto volto a creare un...

Leggi l'articolo

Perché aumentare il budget dell'esercito di 24 miliardi di euro costerebbe alle finanze pubbliche meno di 3 miliardi di euro?

Nel 2021 il Ministero delle Forze Armate e il Parlamento francese devono consultarsi su quella che viene definita una "clausola di revisione" relativa alla Legge di Programmazione Militare 2019-2025 attualmente in corso. L'obiettivo di questa procedura è di adeguarsi ai cambiamenti dei bisogni, delle tecnologie e della situazione internazionale, alle ambizioni e alle linee principali del LPM, in modo da renderlo più efficiente. Come abbiamo già discusso, e a differenza di altri paesi europei come l'Italia, l'Hotel de Brienne, e soprattutto il Ministero delle Finanze e la Presidenza della Repubblica, non hanno ritenuto rilevante convogliare parte delle risorse dedicate a...

Leggi l'articolo

La Grecia dovrebbe ricevere 20 F35A, 6 dei quali originariamente costruiti per la Turchia

La stampa greca ha rivelato oggi che in occasione della visita ad Atene di Mike Pompeo, segretario di Stato americano, quest'ultimo avrebbe autorizzato la vendita di 20 caccia F35A all'aviazione greca, di cui 6 velivoli già costruiti e che inizialmente dovevano essere consegnati alle forze turche, prima dell'esclusione del paese dal programma a seguito dell'acquisizione dei sistemi S400. Questi 6 velivoli entreranno in servizio nel 2021, insieme ai primi 6 Rafale consegnati dalla Francia, per costituire la punta di diamante delle forze aeree greche, in particolare per contrastare le difese antiaeree turche e i loro sistemi S400. Questa affermazione sorprendente...

Leggi l'articolo

Queste 5 capacità che rendono le fregate FDI Belh @ rra indispensabili in Grecia

Se il dossier sull'ordine di 18 aeroplani Rafale da parte della Grecia è stato negoziato in poche settimane, quello sul possibile trasferimento di fregate francesi alla Marina ellenica si trascina da più di un decennio. I progressi registrati all'inizio dell'anno intorno all'acquisizione delle 2 fregate FDI Belh@rra da Naval Group, in uno standard identico a quelli ordinati dalla Marina francese, sono stati spazzati via durante l'estate da trattative, sembra rischiose da parte francese, avendo portato la Grecia a considerare altre opzioni, come ordinare nuove fregate meno costose dai Paesi Bassi o dalla Germania. Senza entrare nel dettaglio...

Leggi l'articolo

Londra riuscirà a mantenere un pilota a bordo del suo caccia stealth Tempest?

Nel suo ultimo documento di ricerca del luglio 2020, Justin Bronk, ricercatore sull'energia aerea del prestigioso Royal United Services Institute (RUSI), ha formulato diverse raccomandazioni che consentirebbero, visti i vincoli di bilancio che gravano sulla difesa britannica, di mantenere una tabella di marcia credibile per L'aviazione da combattimento britannica, supportando così le capacità industriali e strategiche del paese. Tra le sue raccomandazioni c'è l'idea che sarebbe preferibile eludere la presenza umana a bordo del futuro caccia Tempest di sesta generazione e "dronizzarlo": i guadagni economici ma anche operativi non sarebbero che...

Leggi l'articolo

La Corea del Sud fa di tutto per vendere il carro armato K2 Black Panther alla Polonia

Se l'acquisizione dei carri armati sudcoreani K2 Black Panther da parte della Polonia era, poche settimane fa, solo un'ipotesi di lavoro, da allora è diventata più credibile, visti i disaccordi sulla partecipazione polacca al programma di carri armati franco-tedeschi di nuova generazione MGCS. La proposta molto dettagliata e più attraente fatta da Seoul a Varsavia questa settimana le dà ora uno stato molto probabile. In effetti, le autorità sudcoreane hanno ovviamente percepito perfettamente le esigenze militari, industriali, politiche e di bilancio delle loro controparti polacche, proponendo un'offerta su misura per vincere la decisione. Quindi, il K2PL, tale è...

Leggi l'articolo

Perché l'aeronautica militare francese è seriamente sottocapacità?

La prossima firma del contratto per la vendita di 18 velivoli Rafale alla Grecia è innegabilmente un'ottima notizia per l'industria francese della difesa e per portare avanti la concezione francese di un'Europa capace di difendersi. D'altra parte, questa notizia sarà percepita in modo molto diverso dall'Aeronautica Militare francese che sarà privata, almeno per un periodo, di 12 dei suoi aerei Rafale a beneficio delle forze aeree greche, mentre è già al di sotto la sua capacità necessita data la pressione operativa a cui ha dovuto rispondere negli ultimi anni. E la situazione potrebbe peggiorare con...

Leggi l'articolo

Possiamo sviluppare un elicottero europeo pesante ad alte prestazioni?

Dopo diversi mesi di incertezza, le autorità tedesche hanno annunciato che stanno chiudendo la procedura volta all'acquisizione dagli Stati Uniti di un elicottero pesante in sostituzione della sua flotta di CH-53 giunta alla fine della loro età. Sebbene non siano state fornite ulteriori informazioni sulle ambizioni tedesche in materia, potrebbe essere un'opportunità unica per l'Europa di acquisire finalmente un dispositivo di questo tipo, poiché rappresenta, dopo gli Stati Uniti, il più grande mercato mondiale occidentale per questo tipo di aerei militari. Infatti, oltre alla Germania, 5 eserciti europei oggi utilizzano questo tipo di velivoli, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Grecia e Regno Unito. Quando...

Leggi l'articolo

L'Unione europea cederà alle richieste americane per la PESCO?

Proposti inizialmente nel 2017 dalla Commissione Europea, la Cooperazione Strutturata Permanente, o PESCO, e il Fondo Europeo per la Difesa, o EDF, sono stati istituiti nel 2018 dalle autorità europee. Il loro obiettivo era sostenere la competitività e la cooperazione all'interno dell'Unione Europea per quanto riguarda i programmi di difesa industriale, in modo da evitare la duplicazione di inutili spese di R&S o concorrenza fratricida, come abbiamo potuto constatare in tanti in questi ultimi anni. Ma per gli Stati Uniti, come per la NATO, queste due iniziative, e in particolare l'EDF con un budget di 13 miliardi di euro di investimenti tra il 2021 e il 2027, è...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE