Rafale, Caesar, FDI, Scorpene...: quali sono questi articoli di equipaggiamento per la difesa francese che esportano così bene oggi?

L'acquisizione di ordini per le esportazioni francesi di attrezzature per la difesa ha raggiunto 11,7 miliardi di euro nel 2021, il terzo miglior anno mai registrato da questo settore, mentre il 2022 promette di essere l'anno di tutti i record, più di 20 miliardi di euro, in particolare per l'ordine di 80 Rafale aerei degli Emirati Arabi Uniti per oltre 14 miliardi di euro. Dal 1950, infatti, la Francia si è evoluta tra il 3° ed il 4° posto nella classifica mondiale degli esportatori di armi, dietro a Stati Uniti, Unione Sovietica/Russia, e in questo settore alla pari della Gran Bretagna. Le esportazioni francesi oggi rappresentano più di...

Leggi l'articolo

Gli Stati Uniti si opporranno alla vendita di missili antibalistici israeliani Arrow 3 alla Germania?

Appena pochi giorni fa, a seguito del discorso di Praga del cancelliere Olaf Scholz a Praga, che d'ora in poi si sta affermando come il fondatore della strategia tedesca in termini di difesa europea, le autorità tedesche hanno confermato l'intenzione di ordinare l'Arrow 3 anti-israeliano missili balistici a costituire il suo scudo antimissilistico e, di conseguenza, quello dei paesi europei che aderiranno all'iniziativa proposta da Berlino. Se questo annuncio ha fatto rabbrividire Parigi e Roma, che insieme stanno sviluppando il missile antibalistico tutto europeo Aster 1NT, non ha provocato alcuna reazione ufficiale da parte di Washington. È proprio questa assenza di...

Leggi l'articolo

Vendita di sottomarini francesi all'Australia: un'ipotesi più credibile di quanto sembri

Quando nel settembre 2021 le autorità australiane hanno annunciato l'annullamento del programma SEA 1000 per la progettazione e la produzione locale di 12 sottomarini d'attacco di classe Attack a propulsione convenzionale da parte del gruppo navale francese, le relazioni tra Parigi e Canberra sembravano essersi deteriorate da molto tempo . Tuttavia, meno di un anno dopo, la stampa francese e quella australiana menzionarono, senza troppa convinzione è vero, la possibilità per la Francia di offrire all'Australia la vendita di 4 sottomarini così da consentire alla Royal Australian Navy di avere una soluzione provvisoria tra il ritiro dei 6 sottomarini di classe Collins in...

Leggi l'articolo

La Polonia ordina 48 caccia leggeri FA-50 dalla Corea del Sud

Lo scorso luglio, Varsavia ha annunciato un accordo globale con Seoul per una vasta partnership in attrezzature di difesa, inclusi 180 carri medi K2 Black Panther e 670 cannoni semoventi K9 Thunder, oltre a un ambizioso programma di cooperazione industriale e trasferimento tecnologico. Oltre all'armatura, le autorità polacche avevano anche annunciato di essere in trattativa con le loro controparti sudcoreane per acquisire 48 caccia leggeri FA-50 Golden Eagle, un aereo da combattimento monomotore biposto derivato dal velivolo da addestramento e attacco TA- 50. Ovviamente, le trattative si sono svolte a tamburi volanti, poiché appena due mesi dopo Varsavia formalizzò questo ordine per...

Leggi l'articolo

4 argomenti a favore dello sviluppo di un nuovo caccia francese Mirage

Indipendentemente dal fatto che giunga al termine o meno, il programma di velivoli da combattimento di nuova generazione SCAF che riunisce Germania, Spagna e Francia non vedrà la luce prima della fine degli anni 2040, e probabilmente anche all'inizio degli anni 2050, da l'ammissione di Eric Trappier, CEO di Dassault Aviation. Va detto che per il costruttore aeronautico francese, ma anche per il suo omologo tedesco Airbus DS, questa nuova data è tutt'altro che priva di significato. È infatti nel 2050 che si comincerà a prendere in considerazione la sostituzione di una maggioranza dei Rafale e Typhoon, ma anche degli F-35A venduti di recente. Tuttavia, lo SCAF Next Generation Fighter...

Leggi l'articolo

La robustezza torna ad essere una risorsa per l'equipaggiamento della Difesa

Tecnologia o massa? Questa domanda è stata centrale negli sforzi di pianificazione di tutti i principali eserciti del mondo negli ultimi 50 anni, ciascuno di questi attributi ha i suoi punti di forza e di debolezza. Pertanto, la tecnologia aumenta notevolmente l'efficienza e la versatilità delle apparecchiature, nonché la loro sopravvivenza, ma induce un aumento dei costi di progettazione e di produzione non lineari e talvolta vicoli ciechi operativi, come è avvenuto per diversi importanti programmi americani negli ultimi decenni. come i cacciatorpediniere Zumwalt, le Littoral Combat Ships e il programma GCV dell'esercito americano. Ogni volta questi...

Leggi l'articolo

Perché la Polonia soffre di bulimia da difesa?

Ormai da diversi mesi, non è passata settimana senza che le autorità polacche annunciassero nuovi contratti di armi o nuovi investimenti nel settore della difesa. Sullo sfondo della guerra in Ucraina, per la quale Varsavia ha mostrato un sostegno senza precedenti a Kiev, e delle crescenti e ripetute minacce dei portavoce russi contro di essa e i suoi vicini, le autorità del paese hanno intrapreso uno sforzo senza eguali in Europa per trasformare la Polonia eserciti, e di dotarli di capacità che ne facessero, senza il minimo dubbio, la forza meccanizzata terrestre più potente d'Europa. Dopo aver annunciato il...

Leggi l'articolo

LPM 2023: 5 opportunità di capacità per preparare gli eserciti francesi all'alta intensità

Sta per concludersi la serie di articoli dedicati alla Legge di Programmazione Militare 2023. Finora abbiamo affrontato molti argomenti, sia strategici, come il futuro del formato dell'esercito globale ereditato dal generale de Gaulle, sia argomenti puramente tecnici, come l'opportunità di fornire alla Marina francese marinai a propulsione subconvenzionale accanto ai suoi SNA. Se questi articoli hanno permesso di presentare in modo relativamente esauriente la posta in gioco ma anche i vincoli che si applicheranno a questo LPM, gli ultimi due articoli che concluderanno questa serie, trattano, da parte loro, di potenziali Quickwin, capacità su un mano, tecnologica dall'altra, in grado di fornire...

Leggi l'articolo

Il carro pesante EMBT di KNDS può vincere contro il KF-51 Panther di Rheinmetall?

L'ultima mostra Eurodatorio 2022 dedicata agli armamenti terrestri è stata caratterizzata dalla presentazione di due nuovi carri armati europei, i primi da trent'anni. Impegnati congiuntamente in un programma franco-tedesco MGCS volto a progettare il sostituto del Leopard 2 e del Leclerc, Rheinmetall da un lato, e la coppia Nexter-KMW raggruppata nel gruppo KNDS dall'altro, hanno presentato ciascuno il proprio campione, il prototipo del KF-51 Panther del primo e dell'Enhanced Main Battle Tank o EMBT dimostratore del secondo. Se, durante lo spettacolo, i due mezzi blindati erano più o meno alla pari, sia in termini di capacità annunciate che di pubblico, la situazione è...

Leggi l'articolo

L'acquisizione da parte dell'Iran dei Su-35 russi potrebbe incendiare il Medio Oriente

Sebbene l'intervento russo in Ucraina abbia alterato profondamente la geopolitica europea e innescato una grave crisi energetica, la sua influenza sulla geopolitica globale è stata finora relativamente moderata. Col passare del tempo, alcuni paesi sembrano inclini a trarre vantaggio dal relativo isolamento della Russia su questa scena internazionale, a proprio vantaggio. È il caso della Corea del Nord, che nelle ultime settimane ha intensificato gli scambi con Mosca, in particolare offrendo manodopera disponibile ea bassissimo costo per sostenere lo sforzo bellico russo, in particolare per grandi opere, infrastrutture e necessità agricole. In cambio, Pyongyang intende che Mosca sollevi il...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE