La Francia allineerà il suo sforzo di difesa con la Germania?

Tra i profondi sconvolgimenti geopolitici causati dall'offensiva russa in Ucraina, l'annuncio fatto domenica 27 febbraio dal cancelliere tedesco Olaf Scholz al Bundestag sul massiccio aumento dello sforzo di difesa tedesco, è senza dubbio quello che avrà più conseguenze in Europa a medio e lungo termine. Rompendo con 30 anni di sottoinvestimenti cronici da parte della Bundeswehr, che hanno portato il capo di stato maggiore tedesco ad avvertire pubblicamente Berlino del deterioramento delle capacità operative dei suoi eserciti dal primo giorno del conflitto in Ucraina, Berlino ha annunciato un piano volto a modernizzare l'esercito tedesco eserciti a breve termine con...

Leggi l'articolo

La Francia e l'Europa possono affrontare la sfida della sicurezza russa?

Dopo settimane e mesi di speculazioni e tentativi di mediazione diplomatica, Vladimir Putin ha svelato parte del suo gioco ieri lunedì 21 febbraio, all'indomani della fine dei Giochi Olimpici Cinesi, riconoscendo l'indipendenza delle due sedicenti repubbliche del Donbass, e commovente poche ore dopo, parte delle sue unità in questa regione, sulla base di pretesti tanto discutibili quanto artificiali. Tuttavia, l'eccezionale dispiegamento di forze effettuato dagli eserciti russi intorno all'Ucraina supera di gran lunga le esigenze di quest'ultima manovra da sola per dissuadere l'Ucraina da qualsiasi tentativo di rappresaglia, e il...

Leggi l'articolo

12 portaerei, 50 fregate: la US Navy torna ai suoi fondamenti

Dire che la pianificazione della US Navy è stata caotica negli ultimi 30 anni sarebbe un eufemismo. Tra programmi calamitosi e cronicamente overcost come i cacciatorpediniere Zumwalt, le corvette Littoral Combat Ship, o i sottomarini Seawolf, notevoli difficoltà tecniche come per le portaerei classe Ford, e obiettivi segnati da considerazioni politiche ed economiche, e non da esigenze operative , le prospettive e le opzioni della principale forza navale mondiale sono state irrimediabilmente oscurate, mentre allo stesso tempo, le potenze navali dei suoi principali concorrenti come la Russia e soprattutto la Cina, si sono sviluppate con rigore...

Leggi l'articolo

La Commissione Europea vuole abolire l'Iva per i programmi di difesa europei

Da diversi anni le autorità europee hanno compiuto sforzi significativi per stimolare la cooperazione europea nell'area dei programmi di difesa. L'osservazione iniziale è stata che nel 2000 gli eserciti europei hanno implementato più di una dozzina di diversi modelli di aerei da combattimento e quasi un centinaio di modelli di veicoli corazzati, molti dei quali sono stati prodotti e mantenuti al di fuori dei confini dell'Europa. Si trattava quindi di trovare approcci per razionalizzare l'equipaggiamento degli eserciti europei, per mettere in sicurezza le catene di produzione e manutenzione e per stimolare l'autonomia strategica europea in questo campo. Tra le soluzioni implementate troviamo la Cooperazione Strutturata Permanente, ovvero…

Leggi l'articolo

I 4 arbitrati chiave per le elezioni presidenziali francesi in termini di Difesa

Mentre Mosca ha appena annunciato contemporaneamente il ritiro parziale di alcune unità dislocate lungo i confini ucraini, e la Duma ha appena approvato l'integrazione delle Oblast' di Donetsk e Lugansk nel Donbass nella Federazione Russa, la decisione finale resta nelle mani di Vladimir Putin, i recenti eventi hanno dimostrato che le questioni della Difesa non possono più essere ignorate dai candidati alle elezioni presidenziali francesi. Tuttavia, i programmi finora presentati si accontentano il più delle volte di elencare determinate misure e promesse, senza offrire sufficiente visibilità agli elettori sulla reale strategia dei candidati se raggiungono...

Leggi l'articolo

India, Indonesia: dovremmo cambiare i paradigmi del programma Rafale per anticipare il successo futuro?

Il 2021 sarà stato senza dubbio l'anno della consacrazione per Dassault Aviation, Safran, Thales, MBDA e le circa 400 società francesi che formano il Team Rafale, con 146 ordini fermi per l'esportazione o in compensazione di aeromobili usati. E anche il 2022 potrebbe essere un buon anno, con due importanti contratti in vista, l'India per la sua Marina da un lato, e per rafforzare le sue forze aeree dall'altro di fronte all'ascesa del potere cinese e pakistano. , e Indonesia, che ora include sistematicamente il Rafale nelle sue presentazioni sull'evoluzione della sua forza aerea. Allo stesso tempo, la stessa Francia ha ordinato...

Leggi l'articolo

Perché la Francia dovrebbe puntare a uno sforzo di difesa del 3% del PIL? e come raggiungerlo?

Benché trattate in modo relativamente superficiale fino ad oggi, le questioni della difesa stanno iniziando a interferire nella campagna presidenziale francese e diversi candidati hanno già dichiarato l'intenzione di aumentare il budget delle Forze armate verso una soglia pari al 3% del PIL. Altri candidati, dichiarati o meno, se credono anche che lo sforzo di difesa debba crescere negli anni a venire, si interrogano sulla sostenibilità di questo sforzo, oltre che sul suo interesse geopolitico. Tuttavia, come vedremo in questa analisi, e anche se viene affrontato solo molto raramente, l'obiettivo di uno sforzo di difesa del 3% del PIL entro...

Leggi l'articolo

Il Congresso degli Stati Uniti accelera il ritiro degli aerei più antichi dell'aeronautica americana tranne l'A-10

Dalla metà degli anni 2010, ogni nuova legge di finanziamento del Pentagono ha dato luogo a una resa dei conti tra l'aviazione americana e il Congresso degli Stati Uniti, per il ritiro accelerato di aeromobili ritenuti inadatti alle moderne esigenze operative, in modo da liberare risorse di bilancio e umane per ospitare nuove apparecchiature, e in particolare l'F-35A Lighting II e il futuro NGAD, destinato a sostituire l'F-22 entro la fine del decennio. E ogni anno, un aereo concentra questa opposizione, l'A-10 Thunderbolt II, il mitico velivolo di supporto antincendio a bassa quota, progettato per eliminare le colonne dei carri armati...

Leggi l'articolo

Quali sono i punti di forza e di debolezza dell'Air and Space Force?

Nella notte dal 13 al 14 aprile 2017, 5 aerei Rafale della base di Saint-Dizier scortati da 4 Mirage-2000-5, 2 aerei Awacs e 6 aerei cisterna KC-135, hanno effettuato un raid della durata di 10 ore e 7000 km colpire e distruggere utilizzando i 2 missili da crociera SCALP portati da ciascuno dei Rafale, gli impianti chimici siriani utilizzati dal regime del presidente Bashar El Assad, nel quadro di una coalizione tripartita che riunisce Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia. Nonostante le significative difese antiaeree siriane implementate, tutti gli obiettivi presi di mira dalla coalizione colpiscono in...

Leggi l'articolo

La Spagna nega ufficialmente l'interesse per l'F-35 americano

Chiaramente, le informazioni trapelate la scorsa settimana su una possibile acquisizione da parte della Spagna di 50 F-35, 25 in versione B per la sua portaerei Juan Carlos I e 25 in versione A per sostituire alcuni dei suoi F/A 18 Hornet, hanno generato un molto trambusto tra Madrid, Berlino e Parigi. In effetti, il portavoce del Ministero della Difesa spagnolo ha ufficialmente negato la veridicità di questo annuncio e ha insistito sul fatto che Madrid era pienamente impegnata nel programma SCAF che riunisce i 3 paesi, senza lasciare alcuna opzione per aderire a un altro programma come l'F-35. Questo annuncio...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE