L'esercito ordina urgentemente munizioni americane Switchblade 300 vagabondi: di chi è la colpa?

In occasione della mostra Eurosatory che si è svolta la scorsa settimana a La Villette, l'Esercito, tramite il suo capo del Pan Office, il colonnello Arnaud Goujon, aveva sollevato la possibilità di ordinare ad American AeroVironment munizioni vagabonde American Switchblade 300, poiché confermato dal Ministero, con l'obiettivo di colmare un urgente deficit di capitano. Questa procedura non è eccezionale, tanto più che lo Switchblade 300 non è un equipaggiamento particolarmente avanzato, né particolarmente costoso. Consentirà infatti alla fanteria o alle unità smontate dell'esercito di acquisire una capacità di fuoco di precisione indiretta, completando il personale di...

Leggi l'articolo

Droni TB2 Bayraktar ormai “inutili” in Ucraina contro la difesa antiaerea russa

Prima del conflitto in Ucraina, diversi specialisti hanno messo in dubbio l'efficacia dei droni MALE in un cosiddetto conflitto ad alta intensità, giudicandoli troppo vulnerabili alle moderne difese antiaeree. Tuttavia, durante le prime settimane di combattimento, i Bayraktar TB2 forniti dalla Turchia all'Ucraina hanno svolto un ruolo importante nell'arrestare l'avanzata delle colonne russe verso Kiev, riuscendo a insinuarsi nelle porose difese antiaeree messe in atto dalle forze russe in modo ovviamente mal pianificato offensivo e per colpire o guidare attacchi di artiglieria contro colonne di rifornimento, armature e persino diversi sistemi di difesa aerea....

Leggi l'articolo

La Marina russa non ordinerà il secondo lotto di 6 corvette della classe Vasily Bykov

Deluso da alcune delle prestazioni osservate in situazioni di combattimento, l'Ammiragliato russo avrebbe deciso di non ordinare il secondo lotto di corvette di classe Vasily Bykov, di cui 4 unità attualmente costituiscono la spina dorsale della flotta del Mar Nero. Inoltre, le prime 4 corvette in servizio saranno tutte dotate di un sistema antiaereo Tor-M2MK già visto sulla prima unità della classe. Le prime 4 corvette di classe Vasily Bykov sono oggi uno dei principali pilastri operativi della flotta russa del Mar Nero. Grazie alla loro capacità di implementare 8 missili da crociera Kalibr-NK, queste navi...

Leggi l'articolo

Tra missili e munizioni erranti, l'israeliano Rafael presenta il suo nuovo Spike NLOS con una gittata di 50 km

Alla fine della Guerra Fredda, il mercato occidentale dei missili anticarro era nelle mani degli Stati Uniti con il TOW della Hughes Aircraft e l'arrivo del missile Hellfire della Lokheed-Martin, e dall'Europa con l'HOT e lo stesso effettiva fanteria MILANO sviluppata da Euromissiles. Ma con la fine della minaccia sovietica, americani ed europei hanno abbassato notevolmente i loro investimenti in quest'area, aprendo la strada all'emergere di altri attori del pianeta.

Leggi l'articolo

La Lituania vuole ordinare pistole CAESAR dalla francese Nexter

Durante la sua visita in Francia per incontrare il suo omologo Sébastien Lecornu, il ministro della Difesa lituano Arvydas Anusauskas ha confermato in un tweet che il suo paese intendeva acquisire sistemi di artiglieria CAESAR da 155 mm progettati e fabbricati dal francese Nexter senza specificare il numero o il programma. Aggiornamento 15 giugno: la Lituania firma una lettera di intenti per 18 CAESAR francesi. Il CAmion dotato di un sistema di artiglieria, o CAESAR, è oggi uno dei più importanti successi di esportazione dello specialista francese in armamenti terrestri Nexter. Il sistema da 155 mm, rinomato per la sua precisione, la sua lunghezza...

Leggi l'articolo

Le forze russe prevalgono in Electronic Warfare nel Donbass

Se durante i primi due mesi di guerra gli eserciti russi sembravano incapaci di imporsi nel campo della guerra elettronica, recenti rapporti sui combattimenti nel Donbass indicano che Mosca avrebbe imparato la lezione di questi fallimenti passati e ora si affida a un jamming elettromagnetico molto intenso su questo teatro. Temute prima della guerra in Ucraina, le capacità di guerra elettronica degli eserciti russi erano sorprendentemente inefficaci durante le prime settimane del conflitto, consentendo alle forze ucraine di svolgere azioni coordinate di numerosi piccoli gruppi di combattimento, supportati da un gran numero di...

Leggi l'articolo

La Marina russa incorpora i sistemi antiaerei TOR sulle sue corvette nel Mar Nero

Un'istantanea pubblicata sui social media mostra la corvetta Vasily Bykov del progetto 22160 lungo la costa della Crimea che naviga con un sistema antiaereo modulare terrestre Tor M2KM installato sulla sua piattaforma per elicotteri, probabilmente per rafforzare la sua difesa antiaerea e antiaerea capacità.-missile. Dopo la perdita dell'incrociatore Moskva il 14 aprile 2022, affondato da due missili anti-nave ucraini P360 Neptune, la flotta russa del Mar Nero, che fino ad oggi si considerava invulnerabile in queste acque, ha cambiato profondamente la sua dottrina, le sue navi non sono più evolvendo secondo traiettorie predefinite e ripetitive, e soprattutto mantenendo una buona distanza dalle coste sotto il controllo ucraino.…

Leggi l'articolo

La Russia schiera carri armati T-62M in Ucraina

I rapporti avevano indicato la possibilità per le forze russe di un dispiegamento di carri armati T-62M in Ucraina, un veicolo blindato risalente agli anni 60. Foto recenti pubblicate sui social network hanno confermato la presenza di questi carri armati nella regione di Kherson, nell'Ucraina meridionale. Le recenti foto pubblicate sui social network hanno confermato la presenza di carri armati T-62M appartenenti all'esercito russo in Ucraina, più precisamente nella regione di Kherson nel sud del Paese. I carri armati erano dotati, come ampiamente osservato sui carri armati russi T-72 e T-80, di una griglia protettiva...

Leggi l'articolo

Dopo 100 giorni di guerra in Ucraina, la Francia non ha ancora adattato i suoi sforzi e le sue ambizioni di difesa

Informazioni importanti: un problema tecnico ha impedito agli abbonati di rinnovare l'abbonamento con lo stesso indirizzo e-mail. Il problema ora è risolto. Come l'attacco alla Polonia nel 1939 da parte della Germania nazista, e quello di Pearl Harbor da parte della flotta imperiale giapponese nel 1941, l'avvio dell'"operazione militare speciale" russa in Ucraina, il 24 febbraio 2022, ha preso i leader occidentali, compreso il Regno Unito. Stati, a sorpresa, in particolare a livello strategico. Non solo questo ha segnato il ritorno della guerra ad alta intensità, ma ha coinvolto una delle due potenze nucleari più importanti del pianeta. Peggio ancora, lei aveva...

Leggi l'articolo

Terminator, TOS-2 e Su-57, la Russia schiera i suoi nuovi sistemi d'arma in Ucraina

Durante le prime due fasi dell'offensiva contro l'Ucraina, le forze armate russe facevano affidamento principalmente sulle unità più esperte e meglio equipaggiate, a parte alcune unità d'élite tenute in riserva. Questo è il motivo per cui, durante le prime settimane del conflitto, le documentate perdite materiali russe erano principalmente composte da veicoli corazzati modernizzati come i carri armati pesanti T-72B3 e B3M, T-80U e BVM, e alcuni T-90A, come così come molti BMP-2, BMP-4 e altri BMD. Le numerose perdite registrate dagli eserciti russi durante queste due fasi abortite hanno portato lo Stato Maggiore Generale a cambiare strategia e rivedere i propri obiettivi, ma anche...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE