L'esercito americano metterà alla prova l'Iron Dome per proteggere la sua infrastruttura vulnerabile

Una delle principali lezioni della guerra che ha contrapposto le forze azere contro le forze armene nel Nagorno-Karabakh nel 2020 è stata la grande vulnerabilità dei siti di supporto delle forze, come aree logistiche, posti di comando e fortificazioni, di fronte ai moderni sistemi di artiglieria accoppiati con droni da ricognizione. E se le difese antiaeree armene sono riuscite a tenere a distanza i combattenti azeri, sono rimasti in gran parte inattivi di fronte ai piccoli droni da ricognizione che dirigevano il fuoco dell'artiglieria nemica. Al di là di questo esempio, l'aumento della portata e della precisione dei sistemi di artiglieria moderni e futuri, siano essi artiglieria...

Leggi l'articolo

L'elicottero da combattimento russo Mi-28NM entra nell'era dei droni

Come sappiamo, l'elicottero da combattimento russo Mil Mi-28N aveva mostrato alcune limitazioni durante il suo impegno in Siria, il che ha portato le autorità russe a negoziare con il costruttore un'importante fase di ammodernamento del velivolo. Ora sappiamo di più sugli importanti sviluppi apportati all'elicottero e al suo sistema d'arma, nonché sull'evoluzione della dottrina per l'uso degli elicotteri da combattimento da parte delle forze armate russe. Durante un'intervista rilasciata all'Agenzia Tass da Vitaly Shcherbina, capo progettista degli studi di progettazione Mil e Kamov, quest'ultimo ha infatti fornito molti chiarimenti su questa profonda modernizzazione relativa a...

Leggi l'articolo

La tecnologia si sta muovendo troppo velocemente per i programmi di difesa industriale?

Da 2 anni, il Corpo dei Marines degli Stati Uniti ha avviato una profonda riflessione sulla natura della sua missione negli anni a venire, e sui mezzi a sua disposizione per portarla a termine con successo contro un avversario tecnologicamente avanzato con ingenti risorse militari, come l'Esercito popolare di liberazione cinese, il tutto in un contesto di bilancio nel migliore dei casi fisso, nel peggiore in declino. I primi progressi in questo pensiero sono emersi con la pubblicazione lo scorso anno di una nuova dottrina di intervento per il Corpo, basata su unità più piccole, molto più mobili e agili, che agiscono in...

Leggi l'articolo

La tecnologia è un sostituto per le masse in difesa?

Dal suo rilascio pubblico la scorsa notte, il nuovo Libro bianco sulla difesa britannica ha fatto scorrere infiniti flussi di inchiostro digitale. Nel mirino della maggior parte dei commenti, molto spesso ostili all'approccio proposto dal governo conservatore di Boris Johnson, la riduzione della manodopera e del volume della forza dell'esercito britannico, che perderà 10.000 uomini per stabilirsi in 70.000 soldati, alcuni dei suoi Carri pesanti Challenger II e tutti i suoi veicoli da combattimento della fanteria Warrior una volta raggiunto il limite di età, ma anche 24 Typhoon di prima generazione della Royal Air Force, o anche...

Leggi l'articolo

Con lo Skyranger 30, Rheinmetall si posiziona sui sistemi SHORAD in Europa

Con il ritorno della minaccia dei cosiddetti conflitti ad alta intensità, cioè opponendosi a eserciti pesantemente equipaggiati e avendo accesso a tecnologie avanzate, molti eserciti europei si sono nuovamente interessati ai sistemi di difesa antiaerea ravvicinata, o SHORAD (Short Range Air Defense) per la Acronimo inglese, per poter proteggere forze mobili e siti sensibili da aerei da combattimento, elicotteri o missili da crociera. Ma il ruolo centrale svolto dai droni e dalle munizioni itineranti dalle forze azere durante la guerra del Nagorno Karabakh del 2020 ha evidenziato l'urgenza...

Leggi l'articolo

L'americano Raytheon sta sviluppando un drone "cacciatore di droni"

Impegni recenti, come nel Nagorno-Karabakh nel 2020, in Siria o nello Yemen, hanno mostrato l'onnipresenza dei droni sul campo di battaglia, così come la difficoltà che i sistemi antiaerei incontrano nell'eliminarli. Tuttavia, siano essi utilizzati per attacchi diretti di artiglieria, per lanciare munizioni aria-terra leggere o sotto forma di munizioni erranti, i droni leggeri si sono rivelati anche estremamente efficaci, al punto da diventare la principale minaccia individuata dai combattenti in questi teatri operativi. Da allora è stata lanciata la corsa per trovare una contromisura efficace contro questa minaccia e molti eserciti, così come molti industriali, stanno provando...

Leggi l'articolo

L'industria statunitense non è in grado di sostituire le probabili perdite in un conflitto grave

Durante la Guerra Fredda, a partire dalla Guerra di Corea, le autorità americane mantennero stabilmente una capacità industriale di difesa molto elevata, dimensionata per poter compensare la distruzione di equipaggiamenti in caso di un grande conflitto, così da mantenere un volume di combattimento costante forze anche nel tempo. Dagli anni '90, tra l'euforia causata dall'implosione del blocco sovietico e la vittoria radicale contro l'Iraq, la pianificazione industriale statunitense si è progressivamente allontanata da questa nozione, strutturandosi con la certezza che le guerre in arrivo sarebbero state brevi, lontane e di scarsa impronta materiali.…

Leggi l'articolo

Synthesis 2020: la Turchia sfida e diffida dell'Occidente

Il 2019 era già stato caratterizzato da crescenti tensioni tra il campo occidentale e Ankara, con l'acquisizione dei sistemi antiaerei S-400 dalla Russia, l'esclusione della Turchia dal programma F-35 e l'intervento delle forze armate nel nord della Siria contro i curdi delle YPG, alleati della coalizione anti-Daesh guidata dagli Stati Uniti nel Paese. È stata scossa anche dalle rivelazioni sui rapporti travagliati tra il regime turco e il Gruppo islamico armato, nonché con molte milizie islamiste presenti in Siria. Tuttavia, è davvero il 2020 che segnerà lo storico passaggio della Turchia al...

Leggi l'articolo

Synthesis 2020: Black year for Defence Europe

Il 2020 sarà stato segnato da diverse crisi in Europa, al di là della crisi del Covid-19, molte delle quali legate alle ambizioni del governo turco nel bacino del Mediterraneo e nel Caucaso. Ma laddove nel 2019 l'Europa cercava ancora di presentare un fronte unito e l'ambizione di andare verso la creazione di un'Europa della Difesa e di un'Autonomia strategica europea, queste crisi del 2020 avranno messo in luce le profonde differenze tra molti paesi europei su questo tema , e più in particolare tra Parigi e Berlino, eppure finora il motore trainante di questa iniziativa. Le conseguenze del vertice della NATO di Londra L'inizio dell'anno è stato...

Leggi l'articolo

Riepilogo 2020: importanti progressi tecnologici nella difesa nel 2020

Se il 2020 passerà alla storia come l'anno della grande Pandemia da Covid-19, sarà anche, per quanto riguarda le tecnologie per la Difesa, un anno cardine di passaggio tra la visione tecnologica ereditata dalla Guerra Fredda che poco era cambiata in questi 30 anni, e la svolta tecnologica si avvicina in molte forze armate e in molti laboratori di ricerca. Tra questi numerosi e vari progressi, alcuni meritano un'attenzione speciale. 1- Armi ipersoniche Le armi ipersoniche sono state al centro delle preoccupazioni della stragrande maggioranza delle grandi nazioni tecnologiche. L'argomento non è nuovo, dal momento che il missile ipersonico Kh47m2...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE