La Corea del Sud è una minaccia per l'industria europea della difesa?

Negli ultimi anni, un nuovo attore è apparso sulla scena internazionale delle esportazioni di armi. Mentre la Corea del Sud ha esportato meno di 1 miliardo di dollari in attrezzature all'inizio degli anni 2010, nel 2021 ha registrato più di 10 miliardi di dollari di ordini e il 2022 sembra ancora più promettente, in particolare con una serie di importanti contratti con la Polonia, ma anche altri successi in Asia, Africa, Medio Oriente ed Europa. Il fatto è che oggi l'industria della difesa sudcoreana è diventata un partner forte, sia nella sfera occidentale, anche contro gli Stati Uniti e gli europei, sia...

Leggi l'articolo

La Marina sudcoreana assume un ruolo strategico ampliato di fronte all'evoluzione della minaccia nucleare nordcoreana

Fino alla fine degli anni 2010, la minaccia rappresentata dai sistemi strategici della Corea del Nord era essenzialmente costituita da missili balistici superficie-superficie a capacità nucleare, con sistemi a corto raggio della famiglia SCUD, poi, dall'inizio degli anni 2000, la comparsa di sistemi puramente nazionali, come il missile balistico a medio raggio Hwasong-7 o Nodong-1. Dalla seconda metà degli anni 2010, Pyongyang ha testato nuovi sistemi indigeni ad alte prestazioni, che si tratti di missili balistici con una traiettoria semi-balistica come il KN-17, missili intercontinentali come l'Hwasong-14 e persino missili balistici a...

Leggi l'articolo

Può Pechino imporre un blocco all'isola di Taiwan a breve termine?

Pochi giorni fa, il capo delle operazioni navali americane, l'ammiraglio Gilday, ha insistito sui rischi di un ipotetico conflitto in fuga tra la Repubblica popolare cinese e Taiwan, in tempi ridotti. Per l'ufficiale americano, la Marina degli Stati Uniti ora stima che un'offensiva cinese contro l'isola autonoma dal 1949 sia probabile entro il 2027, e potrebbe intervenire anche in un futuro molto prossimo, specificando che la finestra di opportunità era già iniziata. Le sue osservazioni sono state ampiamente accreditate dalle dichiarazioni del presidente Xi Jinping in occasione del XX Congresso del Partito Comunista Cinese, ma anche dalla riorganizzazione dell'alto comando cinese che lo ha seguito, mettendo a...

Leggi l'articolo

La Marina degli Stati Uniti conferma i suoi timori di un'annessione di Taiwan da parte di Pechino entro il 2027

Nel marzo 2021, il comandante in capo delle forze armate statunitensi nel Pacifico, l'ammiraglio Phil Davidson, ha sbalordito il suo pubblico annunciando che, a suo avviso, le autorità cinesi avrebbero dovuto lanciare operazioni militari in vista dell'annessione l'isola di Taiwan entro il 2027. Secondo l'ufficiale americano, esisteva infatti una lampante dicotomia tra la traiettoria presentata da Pechino secondo cui la Cina sarebbe diventata una potenza militare mondiale entro il 2050, e la realtà dello sforzo osservato, che suggeriva una superamento delle curve tra Stati Uniti e Cina molto prima. Inoltre, considerando i vantaggi...

Leggi l'articolo

Con il RapidFire, la Marina francese ha finalmente il suo sistema di protezione ravvicinata CIWS

A partire dalla metà degli anni '60, le nuove navi da combattimento sovietiche furono dotate di sistemi di protezione ravvicinata AK-630, un cannone a tubo esagonale da 30 mm con guida radar destinato a intercettare aerei da combattimento, elicotteri e missili antinave che minacciavano l'edificio, e dopo aver superato il suo lungo e difesa a medio raggio fornita da missili terra-aria e artiglieria navale. Una quindicina di anni dopo, la Marina degli Stati Uniti iniziò a schierare sui suoi nuovi edifici l'ormai famoso sistema Phalanx, un cannone da 20 mm anche esatubo capace di altissime cadenze di fuoco oltre i 4000 colpi al minuto, per intercettare le minacce...

Leggi l'articolo

La Marina cinese riceve la sua terza portaelicotteri d'assalto di tipo 3

Dall'entrata in servizio della Kunlun Shan, la prima grande nave d'assalto di tipo 071 nel 2007, la flotta d'assalto cinese ha subito cambiamenti molto profondi, passando da una flotta imponente ma limitata nelle capacità di proiezione di oltre 072 carri armati da trasporto o LST Type 073 e il Tipo 5000, navi di meno di 6 tonnellate prive di reali capacità di proiezione a lungo raggio, a una flotta che oggi schiera 071 grandi navi d'assalto anfibie LPD Tipo 25.000 da 40.000 tonnellate e due portaelicotteri d'assalto Tipo 075 da XNUMX tonnellate. il ritmo delle consegne di queste navi non è...

Leggi l'articolo

L'Esercito popolare di liberazione perfeziona l'uso dei traghetti per l'assalto anfibio

Se la guerra in Ucraina ha dimostrato una cosa certa, è che gli attacchi missilistici e di artiglieria a lungo raggio non sono stati in grado di alterare in modo significativo e duraturo le capacità di resistenza di un avversario preparato, e che per effettuare un assalto contro tali forze, è indispensabile disporre di una forza massiccia capace di imporsi rapidamente e di aprire le brecce necessarie alla manovra. La situazione è ancora più delicata quando si tratta di effettuare un assalto anfibio, soprattutto quando si tratta di affrontare un esercito ben equipaggiato e ben addestrato come le forze taiwanesi....

Leggi l'articolo

LPM 2023: La Marina francese affronta la sfida indo-pacifica

Interrogato il 27 luglio dai deputati del Comitato di difesa dell'Assemblea nazionale, l'ammiraglio Pierre ha ripetuto ciò che non ha smesso di dire dalla sua nomina a Capo di Stato Maggiore della Marina Nazionale nel settembre 2020. "Il massiccio riarmo osservato nel mondo renderà il mare una zona di conflitto negli anni a venire”. Infatti, in pochi anni, la Marina francese è passata da un atteggiamento di pace, certa che la migliore difesa a disposizione delle sue navi fosse la bandiera che battono, a una preparazione attiva per impegni di alta o addirittura altissima intensità. Il fatto è,…

Leggi l'articolo

12 portaerei, 150 cacciatorpediniere e fregate, 66 SNA..: il nuovo piano della US Navy affronta finalmente la sfida cinese

Come abbiamo già discusso più volte, la pianificazione delle capacità della Marina degli Stati Uniti è stata a dir poco caotica negli ultimi 20 anni, tra spese sconsiderate per alcuni programmi mal calibrati come i cacciatorpediniere Zumwalt e le corvette LCS, e contraddizioni di trade-off su parte della Casa Bianca e del Congresso. La sfida era quindi notevole per l'ammiraglio Gilday, capo delle operazioni navali, di riportare l'ordine a questa pianificazione, mettendo nella stessa direzione il potere esecutivo e legislativo americano, per raccogliere ciò che sembra buono rappresentare la più grande sfida per la marina statunitense potenza in...

Leggi l'articolo

I parlamentari statunitensi salvano 5 delle 24 navi che la US Navy vuole ritirare dal servizio nel 2023

I parlamentari del Seapower Panel della Camera dei Rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti hanno raggiunto un consenso per respingere la richiesta di ritiro dal servizio di 5 delle 24 navi richieste dalla US Navy nell'ambito del bilancio 2023, mentre il futuro della Le restanti 19 navi saranno discusse il 22 giugno dall'Armed Services Committee Dopo diversi anni di peregrinazioni e decisioni contraddittorie, la US Navy ha deciso, all'inizio dell'anno, di cambiare profondamente la propria strategia in termini di programmazione navale, anche a suo modo di negoziare con il Congresso americano che, in questo ambito, ha più poteri decisionali del...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE