Le 7 sfide per difendere la Presidenza del 2022 in Francia

Le questioni della difesa erano state messe in secondo piano durante le precedenti elezioni presidenziali francesi del 2017. La maggior parte dei candidati si era semplicemente impegnata a raggiungere un obiettivo di spesa del 2% alla fine del mandato di cinque anni e si era sforzata di discutere argomenti senza un reale fondamento , come il ritorno alla leva, anche se gli stessi soldati hanno costantemente messo in guardia sull'aspetto irrealistico delle proposte avanzate. Fortunatamente, e con sorpresa di molti, il presidente eletto, Emmanuel Macron, ha rispettato i suoi impegni applicando una legge sulla programmazione militare (LPM) che consente agli eserciti, se non di ricostruire le proprie capacità, per tutto...

Leggi l'articolo

Guerra elettronica-Cyber ​​Convergence nel cuore dei nuovi baccelli Growler E / A18G della Marina degli Stati Uniti

La prossima generazione di jamming pod montati sull'E/A 18G Growler della US Navy, l'unico moderno aereo da combattimento equipaggiato per il jamming attivo nell'arsenale occidentale, avrà capacità oltre il confronto con gli ALQ già molto potenti che equipaggiano oggi il dispositivo. . Oltre a potenziate capacità di disturbo, questi pod saranno anche dotati di funzioni di guerra informatica, secondo una convergenza tra guerra elettronica e informatica che dovrebbe prevalere in quest'area. Questa, in ogni caso, la lettura che ne fa il contrammiraglio John Meier, comandante delle forze navali atlantiche della US Navy, durante una videoconferenza con un...

Leggi l'articolo

DARPA sta commissionando tecnologie per riassemblare la rete elettrica statunitense, vittima di attacchi informatici

La grande vulnerabilità della rete elettrica che permette di distribuire la corrente elettrica in tutti gli Stati Uniti, è motivo di grande preoccupazione per i dirigenti ei soldati americani. Il gigantesco black-out del 2003, legato a fenomeni a cascata originati da errori procedurali all'interno della società FirstEnergy, e che ha privato del potere quasi 50 milioni di americani e canadesi, ha confermato ciò che le autorità americane conoscevano dal 1965, e il grande blackout di New York. A parte incidenti, maltrattamenti o atti terroristici, una delle principali minacce a questa rete intrinsecamente instabile è...

Leggi l'articolo

Le forze speciali statunitensi istituirono la Task Force per la guerra sociale

Le Forze Speciali sono generalmente le prime unità schierate in un teatro delle operazioni, e quindi le prime a dover fare i conti con la percezione locale del loro intervento. Questa percezione è ora regolarmente manipolata dalle operazioni di influenza effettuate da potenze straniere o da gruppi ostili attraverso i social network. Per il colonnello Ed Croot, comandante di corpo del 1° comando delle forze speciali a Fort Bragg nel nord della California, è ora necessario che anche queste forze speciali abbiano i mezzi per rilevare, identificare e contrastare queste operazioni di manipolazione digitale di massa. , grazie a quanto descrive come "…

Leggi l'articolo

Vittime di hacking giganti, le agenzie statunitensi puntano alla Russia

Il caso ha suscitato scalpore dall'altra parte dell'Atlantico. In effetti, molte delle più importanti agenzie governative americane, tra cui il Department of Homeland Security, sono state hackerate per diversi mesi da un team di hacker che potenzialmente avevano accesso a tutte le email e ai documenti scambiati da queste agenzie, creando una delle più grandi violazioni della sicurezza gli Stati Uniti hanno visto negli ultimi decenni. Oltre ai metodi impiegati dagli hacker e ai dati potenzialmente trapelati, il Dipartimento della Sicurezza Nazionale sta ora cercando di determinare l'origine dell'hacking e sembra che tutte le strade portino a Mosca. È attraverso una piattaforma software Orion...

Leggi l'articolo

Come sarà la guerra nel 2035?

Dalla fine della seconda guerra mondiale, gli sviluppi sul campo di battaglia hanno seguito soprattutto una dinamica incrementale, con veicoli corazzati sempre più potenti e meglio protetti, velivoli sempre più veloci e precisi e navi sempre meglio armate. Ma fondamentalmente, la condotta delle operazioni rimane in gran parte modellata su quella prevalente negli anni '50 e '60, con maggiore precisione e comunicazioni più efficaci. Ma oggi una nuova forma di guerra, molto più dinamica, elettronica e...

Leggi l'articolo

La Gran Bretagna cambia radicalmente la dottrina strategica

Per diversi mesi si susseguono dichiarazioni provenienti da Londra sull'evoluzione degli eserciti britannici, con riduzioni molto spesso drastiche dei mezzi, in particolare pesanti, delle sue forze. Si parla infatti di dimezzare la flotta F35B, oltre a ridurre la flotta di superficie della Royal Navy di 5 fregate e di mettere fuori servizio i carri armati Challenger 2 e i Warrior Infantry Combat Vehicles dell'esercito britannico. Finora il governo di Boris Johnson si era accontentato di indicare che nulla era stato deciso oggi in merito agli arbitrati che si svolgeranno al termine della Strategic Review in...

Leggi l'articolo

Possiamo ancora fare affidamento sulla deterrenza nucleare?

Il 5 novembre 1956, un corpo di spedizione franco-britannico sbarcò in Egitto per riprendere il controllo del Canale di Suez recentemente nazionalizzato dal presidente Gamal Abdel Nasser, in un'operazione militare organizzata congiuntamente con Israele, che aveva preso il Sinai egiziano pochi giorni prima. presto. Nonostante i successi militari di questa coalizione, le truppe franco-britanniche si ritirarono dopo pochi giorni, quando l'Unione Sovietica minacciò Parigi e Londra di attacchi nucleari. Anche se la NATO avesse dichiarato in quel momento che una tale azione sovietica avrebbe portato a una risposta della stessa natura, Washington ha anche fatto pressioni sui suoi due alleati europei per ottenere il loro ritiro, effettuando un attacco...

Leggi l'articolo

Come si sta preparando il Pentagono per l'arrivo dei conflitti ad alta intensità?

Dalla fine della Guerra Fredda e dal crollo del blocco sovietico, molti eserciti in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti, si sono allontanati dai concetti di occupazione simmetrica per aumentare la loro efficacia nelle campagne in cui l'impegno contro l'insurrezione era rigoroso. A poco a poco gli eserciti si alleggerirono, per acquisire mobilità e reattività, e concentrarono i loro investimenti verso i bisogni immediati, come droni o veicoli blindati protetti contro gli IED, a scapito delle capacità pesanti, come il combattimento meccanizzato pesante, la guerra elettronica o la manovra oltre il livello di brigata. Mentre gli eserciti occidentali si adattavano agli scontri in Afghanistan,...

Leggi l'articolo

Covid-19 avrà la meglio sulla diplomazia europea dell'intelligence?

“È una questione di sovranità europea. Non appena si vuole acquisire capacità di difesa strategica, è necessario acquisire capacità di intelligence”. Era la fine di febbraio quando ha firmato ufficialmente a Zagabria, in Croazia. "Cooperazione a lungo termine senza precedenti per la sicurezza delle democrazie europee", l'Intelligence College in Europe (ICE) ha voluto essere "la risposta comune alla complessità delle minacce asimmetriche di cyber, terrorismo e destabilizzazione provenienti dalla Russia o dalla Cina. tramite il 5G reti. A tre mesi dalle istanze dei rappresentanti dei servizi interni ed esterni dei 23 paesi firmatari[1], l'organismo “diplomatico” informale promosso da Emmanuel Macron è...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE