Possiamo salvare il programma di caccia di nuova generazione SCAF europeo?

Annunciato nel 2017 da Emmanuel Macron e Angela Merkel, il programma SCAF per Future Air Combat System mira a sviluppare, entro il 2040, un velivolo da combattimento di nuova generazione (il 6° all'ultimo conteggio), il Next Generation Fighter, oltre a un set di sistemi progettati per fornire al velivolo capacità operative senza rivali. Fin dal suo lancio, il programma si è trovato in più occasioni di fronte a grosse difficoltà, sia legate all'arbitrato politico ed in particolare alle prescrizioni del Bundestag tedesco, sia alla difficile condivisione industriale tra i 3 paesi partecipanti (Germania, Francia e Spagna) e le differenze concettuali e dottrinali tra le forze armate...

Leggi l'articolo

SCAF: brucia asciugamano tra Dassault Aviation e Airbus DS

Il minimo che possiamo dire è che l'ottimismo non era di rigore riguardo al programma di velivoli da combattimento di nuova generazione SCAF al Paris Air Forum. Ovviamente i due principali attori del programma, la francese Dassault Aviation e la tedesca Airbus Defence & Space, non sono riusciti a mettersi d'accordo sulla distribuzione dei ruoli attorno al pilastro Next Generation Fighter, il più imponente del programma che deve progettare il combattimento aereo nel cuore del Future Air Combat System, o FCAS. E per Eric Trappier, presidente di Dassault Aviation, ora è necessario che la decisione venga presa a livello...

Leggi l'articolo

Dopo 100 giorni di guerra in Ucraina, la Francia non ha ancora adattato i suoi sforzi e le sue ambizioni di difesa

Informazioni importanti: un problema tecnico ha impedito agli abbonati di rinnovare l'abbonamento con lo stesso indirizzo e-mail. Il problema ora è risolto. Come l'attacco alla Polonia nel 1939 da parte della Germania nazista, e quello di Pearl Harbor da parte della flotta imperiale giapponese nel 1941, l'avvio dell'"operazione militare speciale" russa in Ucraina, il 24 febbraio 2022, ha preso i leader occidentali, compreso il Regno Unito. Stati, a sorpresa, in particolare a livello strategico. Non solo questo ha segnato il ritorno della guerra ad alta intensità, ma ha coinvolto una delle due potenze nucleari più importanti del pianeta. Peggio ancora, lei aveva...

Leggi l'articolo

Riducendo il programma MMRCA 57 a 2 velivoli, l'India aumenta le possibilità di vincita del Rafale

Nel 2001 New Delhi ha lanciato un importantissimo concorso finalizzato all'acquisizione di 114 velivoli da combattimento medi in sostituzione dei suoi Mig-27 e Jaguar che avrebbero raggiunto il limite di età entro la fine degli anni 2010. Nel 2012 le autorità indiane hanno annunciato la vittoria del Dassault Rafale, e l'avvio delle trattative per la produzione industriale locale di questi velivoli destinati all'Indian Air Force. Tuttavia, molte difficoltà sono arrivate ad ostacolare le discussioni, in particolare per quanto riguarda la partecipazione dell'industriale statale HAL, portando Parigi e Nuova Delhi ad annunciare nel 2015 l'annullamento di questa operazione, sostituita da un ordine fermo di 36 Rafale prodotti in Francia. Tuttavia,…

Leggi l'articolo

Terminator, TOS-2 e Su-57, la Russia schiera i suoi nuovi sistemi d'arma in Ucraina

Durante le prime due fasi dell'offensiva contro l'Ucraina, le forze armate russe facevano affidamento principalmente sulle unità più esperte e meglio equipaggiate, a parte alcune unità d'élite tenute in riserva. Questo è il motivo per cui, durante le prime settimane del conflitto, le documentate perdite materiali russe erano principalmente composte da veicoli corazzati modernizzati come i carri armati pesanti T-72B3 e B3M, T-80U e BVM, e alcuni T-90A, come così come molti BMP-2, BMP-4 e altri BMD. Le numerose perdite registrate dagli eserciti russi durante queste due fasi abortite hanno portato lo Stato Maggiore Generale a cambiare strategia e rivedere i propri obiettivi, ma anche...

Leggi l'articolo

Perché uno sforzo di difesa del 2% del PIL è insufficiente per la Francia?

Al suo arrivo all'Eliseo nel 2017, il nuovo presidente Emmanuel Macron ha compiuto un grande sforzo per portare lo sforzo di difesa della Francia al 2% del suo prodotto interno lordo, come la Francia si era impegnata nel 2014 durante il vertice della NATO a Cardiff. Per raggiungere questo obiettivo, il nuovo esecutivo ha attuato una nuova legge di programmazione militare dal 2019 al 2025 volta a raggiungere questo obiettivo, nonché a riparare le numerose e talvolta drammatiche carenze di cui soffrivano gli eserciti francesi dopo 20 anni di sottoinvestimenti di un attività operativa particolarmente pesante. Questo era un paradosso per questo periodo designato...

Leggi l'articolo

Quali soluzioni per aumentare la disponibilità del French Naval Air Group a fronte delle esigenze operative?

Nel dicembre 2020, il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato il lancio di un nuovo programma di portaerei per la Marina francese. Destinata a sostituire la portaerei nucleare Charles de Gaulle entro il 2038, questa nuova nave, di cui non sappiamo ad oggi se comprenderà uno o due edifici, sarà molto più grande della precedente, con una lunghezza di 300 metri e un dislocamento di 70.000 tonnellate, contro i 261,5 metri e le 42.500 del Charles de Gaulle

Leggi l'articolo

Le simulazioni mostrano che gli sciami di droni sarebbero una soluzione per difendere Taiwan

Se il sostegno all'Ucraina è al centro delle preoccupazioni strategiche dell'esecutivo americano, è proprio la difesa di Taiwan che, da diversi anni, regala incubi a strateghi e pianificatori delle forze armate americane. Infatti, la maggior parte delle simulazioni e dei wargames effettuati negli ultimi anni mostrano che proteggere l'isola indipendente dal 1949 da un massiccio assalto lanciato dall'Esercito popolare di liberazione nel giro di pochi anni sarà un compito che è insieme uno dei più difficili e più pericoloso per le forze americane. Tra le ipotesi di massicci attacchi preventivi contro l'isola e contro le basi militari americane presenti in questo teatro (Giappone, Guam, ecc.), le capacità...

Leggi l'articolo

La Francia ha perso la sua audacia nell'innovazione della Difesa?

All'inizio della settimana, l'Agenzia francese per l'innovazione della difesa ha lanciato due inviti a presentare progetti per la progettazione di modelli di munizioni vagabondi. Queste armi, a volte impropriamente chiamate droni suicidi, segnano le novità nel conflitto ucraino, con l'arrivo dei modelli Switchblade 300 e 600 e del misterioso Phoenix Ghost appositamente progettato dall'industria della difesa statunitense su richiesta degli ucraini. Tuttavia, l'efficacia delle munizioni vagabonde non è emersa durante questo conflitto, né durante la guerra del Nagorno Karabakh nel 2020 durante la quale gli Harops e gli Orbiters di fabbricazione israeliana hanno saturato le difese armene. In effetti, questo tipo di munizioni esiste...

Leggi l'articolo

Il Giappone vuole raddoppiare il suo sforzo di Difesa e trasformare la sua dottrina difensiva

Come la maggior parte dei paesi della cintura dell'Oceano Pacifico asiatico, il Giappone ha aumentato significativamente il suo sforzo di difesa negli ultimi anni, con un aumento del 2,6% per il 2022 e un budget che, per la prima volta, ha superato i 50 miliardi di dollari. Tuttavia, per il Partito Liberal Democratico attualmente al potere, il conto non c'è, in particolare tenendo conto delle lezioni legate alla guerra in Ucraina. E quest'ultimo a proporre, in un documento inviato al governo nipponico, una proposta per aumentare il budget della difesa nipponica al 2% del PIL del Paese, a fronte di solo...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE