Le simulazioni mostrano che gli sciami di droni sarebbero una soluzione per difendere Taiwan

Se il sostegno all'Ucraina è al centro delle preoccupazioni strategiche dell'esecutivo americano, è proprio la difesa di Taiwan che, da diversi anni, regala incubi a strateghi e pianificatori delle forze armate americane. Infatti, la maggior parte delle simulazioni e dei wargames effettuati negli ultimi anni mostrano che proteggere l'isola indipendente dal 1949 da un massiccio assalto lanciato dall'Esercito popolare di liberazione nel giro di pochi anni sarà un compito che è insieme uno dei più difficili e più pericoloso per le forze americane. Tra le ipotesi di massicci attacchi preventivi contro l'isola e contro le basi militari americane presenti in questo teatro (Giappone, Guam, ecc.), le capacità...

Leggi l'articolo

Queste 7 tecnologie che rivoluzioneranno il campo di battaglia entro il 2040

Se gli ultimi anni della guerra fredda sono stati occasione di numerosi e importanti progressi tecnologici nel campo degli armamenti, con l'arrivo di missili da crociera, aerei e navi stealth e sistemi avanzati di comando e geolocalizzazione, questa dinamica si è completamente arrestata con il crollo del blocco sovietico. In assenza di un avversario importante e tecnologicamente avanzato, e a causa delle numerose campagne asimmetriche a cui hanno preso parte le forze armate, tra il 1990 e il 2020 si sono registrati pochissimi progressi significativi dal punto di vista tecnologico, con la notevole eccezione della generalizzazione di droni aerei di ogni tipo. Ma con l'emergere, dall'inizio di...

Leggi l'articolo

Perché lo standard Rafale F4 sta riscuotendo un tale successo internazionale?

Con l'annuncio dell'ordine fermo di 80 velivoli da combattimento da parte degli Emirati Arabi Uniti, il Rafale è diventato, con 242 velivoli ordinati per l'esportazione da 6 forze aeree, il più grande successo commerciale internazionale della sua generazione, nettamente surclassando altri velivoli della stessa categoria come l'Eurofighter Typhoon, il Super Hornet o il Su-35, e aerei ancora più leggeri della stessa generazione come lo svedese Gripen o l'americano F-16 Block 70/72+ Viper. Al mondo, solo il Lockheed-Martin F-35, che gode del costante supporto strategico di Washington e di un budget di ricerca e sviluppo 12 volte superiore a quello dell'aereo...

Leggi l'articolo

Parigi e Londra rilanciano la loro cooperazione nel campo dei missili tattici

La cooperazione franco-britannica in termini di sviluppo dei sistemi militari è stata spesso difficile e costellata da amari fallimenti, come nel caso, ad esempio, del progetto della portaerei tra i due paesi. Ma quando ci riesce, spesso fornisce attrezzature di altissima qualità. Questo è stato il caso nel campo degli elicotteri con il Gazelle e il Puma, nel campo degli aerei da combattimento con il Jaguar e, più recentemente, nel campo dei cannoni di artiglieria con il sistema da 40 mm con munizioni telescopiche. Ma il campo prediletto di questa cooperazione è stato per diversi decenni quello dei missili...

Leggi l'articolo

Droni marittimi: americani e turchi aprono la strada

di Noam Akhoune In un momento in cui i droni rimescolano le carte della guerra, il settore navale è ben lungi dall'essere risparmiato da questa evoluzione. A differenza dei droni aerei e/o di supporto a terra che abbiamo visto all'opera durante il conflitto tra Azerbaigian e Armenia, o in Siria, le navi senza pilota o i droni navali non hanno ancora affrontato il combattimento, ma potrebbe accadere prima di quanto si pensi . Insieme alle armi a energia diretta, armi ipersoniche, intelligenza artificiale e capacità informatiche, le navi senza pilota (o navi di superficie senza pilota – usv) sono una delle nuove capacità,...

Leggi l'articolo

Il Corpo dei Marines degli Stati Uniti vuole rivoluzionare la sua strategia per le risorse umane per affrontare la Cina

Dal suo arrivo a capo del Corpo dei Marines degli Stati Uniti nel marzo 2019, il generale David H. Berger ha intrapreso un grande progetto per trasformare questa unità d'élite. Mentre dalla fine della Guerra Fredda, il Corpo si era gradualmente evoluto in un'unità di fanteria meccanizzata di alta qualità, ampiamente dispiegata ad esempio in Afghanistan e Iraq, ha dovuto cambiare profondamente la struttura stessa di questo esercito professionale per tornare alla sua missione fondamentale, l'assalto anfibio, in particolare per essere in grado di raccogliere la potenziale sfida posta dalla modernizzazione dell'Esercito popolare di liberazione cinese. Per…

Leggi l'articolo

L'aeronautica cinese schiera ex combattenti trasformati in droni contro Taiwan

La Repubblica Popolare Cinese ha prodotto, tra gli anni Cinquanta e Ottanta, quasi 50 aerei da combattimento derivati ​​da modelli sovietici, come lo Shenyang J-80 derivato dal Mig-8500 prodotto in 5 esemplari, lo Shenyang J-17 e il Nanchang Q- 1800 derivato dal Mig-6 prodotti rispettivamente in 5 e 19 esemplari, nonché il Chengdu J-4500 derivato dal Mig-1300 e prodotto in più di 7 esemplari

Leggi l'articolo

In che modo il nuovo drone sottomarino di Naval Group ridefinirà il combattimento navale?

A seguito della cancellazione del contratto australiano per la progettazione e la fabbricazione di 12 sottomarini a propulsione convenzionale della classe Attack derivati ​​dallo Shortfin Barracuda, il costruttore navale francese Naval Group si trovava in una posizione poco invidiabile, data la sua immagine internazionale che era stata colpita da questa decisione.

Leggi l'articolo

Clonando il drone Valkyrie XQ-98A, la Cina evidenzia la debolezza della strategia statunitense

In un tweet pubblicato il 29 settembre, il sottosegretario ad interim dell'esercito Christopher Lowman si è meravigliato della superiorità operativa che le forze armate statunitensi avranno sul campo di battaglia nel prossimo futuro quando F-35, droni e missili da crociera colpiranno simultaneamente obiettivi impegnati dagli Stati Uniti truppe di terra che utilizzano munizioni di precisione a lungo raggio, il tutto grazie a uno scambio di informazioni costante e in tempo reale da tutte le unità e ai progressi dell'Intelligenza Artificiale. Si fa ovviamente riferimento alla dottrina Joint All-Domain che oggi rappresenta il perno della strategia...

Leggi l'articolo

L'ex architetto del programma NGAD Will Roper si unisce al programma Tempest

I 3 anni durante i quali il dottor Will Roper ha diretto le acquisizioni e la ricerca e sviluppo della US Air Force, da febbraio 2018 a gennaio 2021, sono stati caratterizzati da un dinamismo dimenticato per diversi decenni dalle forze americane, sia nella progettazione stessa del nuovo velivolo da combattimento che nel pilotare i programmi stessi. Architetto della "Digital Century Series" che oggi sovrintende ai programmi USAF, compreso il promettente programma Next Generation Air Dominance, o NGAD, che dovrebbe dare vita al sostituto dell'F-22 Raptor prima del 2030, e che potrebbe benissimo produrne un sostituto per l'F-16 in lavorazione...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE