Qual è il nuovo sistema di controllo delle mine future della Marina francese?

Durante la Guerra Fredda, le marine occidentali avevano un'impressionante capacità di contromisure navali contro le mine, segnata in particolare dal prolifico programma Tripartite Minehunter che permise a Francia, Belgio e Paesi Bassi di equipaggiare 35 navi ad alta tecnologia particolarmente performanti entrate in servizio tra il 1981 e il 1990. Nel 2010, come parte degli accordi di Lancaster House, Francia e Gran Bretagna si sono impegnate a progettare congiuntamente il programma Maritime Mine Counter Measures, o MMCM, al fine di sviluppare nuove capacità di contromisure per le mine subacquee entro il 2030. In Francia, questo programma è stato designato di…

Leggi l'articolo

I bombardieri cinesi H-6J si addestrano per sganciare mine navali

Se la Marina cinese è ormai solida in termini di flotta di superficie, con nei prossimi mesi una flotta composta da 5 incrociatori Tipo 055 e 25 cacciatorpediniere Tipo 052D in linea, più un centinaio di fregate e corvette, resta minacciata americana ma anche giapponese , sottomarini sudcoreani o addirittura australiani (in un lontano, molto lontano futuro...), come dimostra l'incidente della USS Connecticut nel Mar Cinese due mesi fa. Nonostante siano state adottate misure a medio termine, come il graduale arrivo di nuovi sottomarini Tipo 039C o la possibile sostituzione dei primi 20...

Leggi l'articolo

La Grecia firma una lettera di intenti per 2 fregate e 6 cacciamine usati con i Paesi Bassi

Durante l'ampia consultazione svolta per Atene per acquisire nuove fregate nell'ambito della modernizzazione della Marina ellenica, due offerte sembravano spiccare dal lotto, l'FDI Belharra del Gruppo Navale, finalmente scelto da Atene, e il Sigma 15515 del Signora olandese. Oltre alle qualità della fregata olandese, Amsterdam ha proposto il trasferimento delle sue due fregate di classe Karel Doorman come soluzione temporanea. Tuttavia, queste navi avevano, agli occhi della Marina ellenica, un interesse molto più alto rispetto alle due fregate Tipo 70 che Parigi proponeva di offrire ad Atene se quest'ultima avesse scelto l'FDI. Alla fine lui...

Leggi l'articolo

A discrezione, Taiwan iniziò la costruzione del primo sottomarino prodotto localmente

Niente è semplice per Taiwan quando si tratta di trovare partner internazionali nel programma di difesa. Ma la sostituzione dei suoi 4 sottomarini d'attacco, due risalenti alla fine della seconda guerra mondiale, e due alla metà degli anni '80, è tanto più difficile, in quanto l'unico Paese che ufficialmente osa sfidare l'embargo di fatto imposto da Pechino sulle armi destinate a Taiwan, gli Stati Uniti non costruiscono un sottomarino a propulsione convenzionale da più di 50 anni. E costruire una nave complessa come un sottomarino da 2000 tonnellate senza supporto esterno è un progetto di difficoltà colossale... È, tuttavia...

Leggi l'articolo

L'Australia lancia un programma di guerra contro le mine sottomarine

Il Dipartimento della Difesa australiano ha appena assegnato alle società Thales Australia e Australia's Trusted Autonomous Systems un budget di 15 milioni di dollari per iniziare il lavoro di ricerca con l'obiettivo di sviluppare una soluzione robotica per rilevare e neutralizzare le mine sottomarine. Le due compagnie australiane dovranno studiare e testare le soluzioni offerte in termini di droni subacquei e navi di superficie autonome per garantire il libero accesso alle rotte marittime che circondano il Paese. Diversi attori locali e laboratori universitari sono integrati nel programma che, secondo le autorità australiane, dovrebbe basarsi su numerose tecnologie come Intelligenza Artificiale, Big Data, ecc.

Leggi l'articolo

Northrop Grumman svela il mini-siluro in grado di imbarcarsi sui droni Fire Scout MQ-8C e sui sottomarini di attacco Virginia

La compagnia americana Northrop Grumman ha recentemente presentato un mini-siluro chiamato Very Lightweight Torpedo, o VLWT, basato su un progetto sviluppato dalla US Navy. Questo nuovo siluro ultraleggero dovrebbe essere offerto nell'ambito del programma CRAW (Compact Rapid Attack Weapon) volto a sviluppare un siluro leggero in grado di fungere da arma di autodifesa "hard-kill" per i sottomarini d'attacco della classe Virginia. Tuttavia, al di là delle applicazioni subacquee, Northrop Grumman prevede di sfruttare appieno il potenziale del suo siluro ultraleggero integrandolo a bordo del suo drone navale MQ-8C Fire Scout. Per Northrop Grumman, questa sarebbe quindi l'occasione per offrire un vero e proprio UCAV (drone da combattimento) navale...

Leggi l'articolo

Il sottomarino nucleare Suffren, il futuro braccio armato della Marina francese, inizia le sue prove in mare

Ne abbiamo parlato nei giorni scorsi: il rinnovo dei sottomarini d'attacco francesi è a buon punto. Da un lato, il Suffren, il primo di una nuova classe di sottomarini da attacco nucleare, ora galleggia liberamente e sta iniziando le sue prove in mare, dall'altro, la Marina francese ha ricevuto la sua prima nuova generazione di siluri pesanti, che costituiranno l'armamento principale di questi nuovi edifici. Insieme, la classe Suffren e il siluro F21 consentiranno la sostituzione dei sottomarini nucleari classe Rubis e dei siluri F17, ormai per molti aspetti obsoleti. L'opportunità per noi di tornare al programma Barracuda che ha portato al...

Leggi l'articolo

La consegna dei siluri F21 di nuova generazione del Gruppo navale è iniziata in Francia e Brasile

Durante la conferenza stampa del 21 febbraio, il boss del gruppo navale Hervé Guillou, a poche settimane dal pensionamento, ha voluto fare il punto sul suo mandato e sui risultati del gruppo navale francese negli ultimi anni. Nel bel mezzo dei principali programmi di sottomarini e fregate del Gruppo Navale (sia in Francia che per l'esportazione), Hervé Guillou non ha mancato di segnalare la consegna del primo lotto di siluri pesanti F21 di nuova generazione. Evoca quindi "la consegna del primo lotto di siluri F21, che è un vero "punto di svolta" in termini di siluri pesanti, con...

Leggi l'articolo

Le nuove armi Poseidon P-8A potrebbero renderlo un bombardiere

In una richiesta di informazioni all'industria pubblicata sul nuovo Federal Procurement Center online, l'Air Systems Command (NAVAIR) della Marina degli Stati Uniti ha divulgato alcuni dei suoi piani per espandere le capacità operative della sua flotta di velivoli da pattugliamento marittimo P-8A Poseidon. Ciò passerebbe infatti attraverso l'integrazione di nuove armi sul Poseidone. Questi armamenti estenderebbero notevolmente le sue capacità militari, al punto da renderlo un vero e proprio bombardiere regionale, mentre lo renderebbero più che mai formidabile per il combattimento navale sull'acqua e sott'acqua. Il dibattito sull'estensione dello spettro operativo dei P-8A infuria da anni in...

Leggi l'articolo

La Turchia annuncia lo sviluppo di nuove miniere di sottomarini mobili di nuova generazione?

Info o intox? Il produttore turco di droni Alabyrak Savunma ha annunciato di aver sviluppato una mina subacquea mobile "capace di distruggere tutti i tipi di navi". Secondo un video pubblicato dall'azienda, che mostra un'animazione 3D (non un vero e proprio video), questa miniera, chiamata Wattoz (Stingray in turco), somiglia davvero a una pastinaca e si muoverebbe allo stesso modo. Tuttavia, queste affermazioni devono essere prese con grande cautela. In effetti, diversi punti in questo video sono molto improbabili, inclusa la capacità di un tale drone di raggiungere una nave da combattimento in movimento con questa modalità di propulsione, tutto sommato inefficiente...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE