Le simulazioni mostrano che gli sciami di droni sarebbero una soluzione per difendere Taiwan

Se il sostegno all'Ucraina è al centro delle preoccupazioni strategiche dell'esecutivo americano, è proprio la difesa di Taiwan che, da diversi anni, regala incubi a strateghi e pianificatori delle forze armate americane. Infatti, la maggior parte delle simulazioni e dei wargames effettuati negli ultimi anni mostrano che proteggere l'isola indipendente dal 1949 da un massiccio assalto lanciato dall'Esercito popolare di liberazione nel giro di pochi anni sarà un compito che è insieme uno dei più difficili e più pericoloso per le forze americane. Tra le ipotesi di massicci attacchi preventivi contro l'isola e contro le basi militari americane presenti in questo teatro (Giappone, Guam, ecc.), le capacità...

Leggi l'articolo

In che modo la guerra in Ucraina trasformerà la pianificazione strategica in Europa?

Solo 3 settimane fa, pochissimi in Occidente credevano che la Russia avrebbe davvero intrapreso una guerra globale di aggressione contro l'Ucraina. Per molti, il dispiegamento delle forze russe intorno all'Ucraina aveva lo scopo di far piegare il presidente Zelensky sulla sua appartenenza alla NATO e sullo status delle repubbliche separatiste del Donbass. Per i più informati, come lo Stato maggiore degli eserciti francesi, e come abbiamo discusso in un articolo del 23 febbraio, i rischi militari e politici associati a tale offensiva non superavano i potenziali benefici, sicché tale decisione appariva irrazionale e quindi poco...

Leggi l'articolo

Droni marittimi: americani e turchi aprono la strada

di Noam Akhoune In un momento in cui i droni rimescolano le carte della guerra, il settore navale è ben lungi dall'essere risparmiato da questa evoluzione. A differenza dei droni aerei e/o di supporto a terra che abbiamo visto all'opera durante il conflitto tra Azerbaigian e Armenia, o in Siria, le navi senza pilota o i droni navali non hanno ancora affrontato il combattimento, ma potrebbe accadere prima di quanto si pensi . Insieme alle armi a energia diretta, armi ipersoniche, intelligenza artificiale e capacità informatiche, le navi senza pilota (o navi di superficie senza pilota – usv) sono una delle nuove capacità,...

Leggi l'articolo

L'esercito americano testa un drone Coyote 3 per contrastare uno sciame di droni

Il drone antidrone è in voga da qualche mese, ed in particolare da quando l'Arpia e altri Defender 1C di fattura israeliana implementati dagli operatori azeri, hanno spazzato i punti di resistenza, il DCA e l'artiglieria armena appena un anno fa, durante la guerra del Nagorno-Karabakh del 2020. Da allora, droni da ricognizione leggeri, munizioni vaganti e sciami di droni sono diventati contemporaneamente sfide tecnologiche che è diventato imperativo e urgente acquisire rapidamente, ma anche minacce dalle quali dovevamo proteggerci il più rapidamente possibile possibile. Oltre i sistemi cinetici e...

Leggi l'articolo

Sciame di droni ed energia diretta, il duo tecnologico americano per superare il diniego di accesso

Tra il crollo dell'Unione Sovietica all'inizio degli anni 2010, le forze aeree occidentali, e americane in particolare, erano certe di poter imporre la loro superiorità nell'aria a qualsiasi altra potenza, al punto da ingaggiare grandi campagne senza mai aver bisogno di schierare truppe di terra, come in Kosovo nel 1999 durante l'operazione Allied Force, o in Libia nel 2011 durante l'operazione Harmattan per la Francia e Unified Protector per le Nazioni Unite. Ma il graduale arrivo di nuovi sistemi di difesa antiaerea, come l'S-400 (2007) e l'S-350 (2019) in Russia, e l'HQ-9B (2007) e HQ-16 (2012) in...

Leggi l'articolo

Rivelate le ambizioni del programma bombardiere strategico PAK DA della Russia

Sebbene avviato all'inizio del decennio precedente, il programma di bombardieri strategici russi PAK DA, destinato a sostituire dal 2027 l'antidiluviano Tu-95 Bear ancora in servizio nell'arsenale strategico di Mosca, rimane molto misterioso, e ben poche informazioni sono state effettivamente divulgato al riguardo, senza che sia possibile giudicarne la veridicità. Un articolo pubblicato sul sito RIA Novosti offre una visione leggermente più illuminata di quello che sarà questo nuovo velivolo, che si evolverà insieme ai bombardieri strategici Tu-160M ​​Black Jack e ai bombardieri supersonici a lungo raggio Tu-22M3M Backfire. l'inizio del prossimo...

Leggi l'articolo

I droni annidati diventeranno l'arma tattica definitiva?

Ovviamente conosci le bambole che nidificano, a volte chiamate bambole russe o Matryoshka, queste piccole bambole che aprono e forzano bambole più piccole, sempre più piccole. Questo stesso principio è in procinto di imporsi in molti programmi militari in fase di sviluppo, applicati questa volta ai droni. Non avendo ancora una denominazione universale, prendiamo la parte di designarli con il termine Drones-Gigognes. Che cos'è esattamente? Invece di trasportare armi tattiche, come bombe o missili, come nel caso degli European Remote Carriers o dell'American Longshot, un Nesting Drone trasporterà diversi droni più piccoli,...

Leggi l'articolo

L'americano Raytheon sta sviluppando un drone "cacciatore di droni"

Impegni recenti, come nel Nagorno-Karabakh nel 2020, in Siria o nello Yemen, hanno mostrato l'onnipresenza dei droni sul campo di battaglia, così come la difficoltà che i sistemi antiaerei incontrano nell'eliminarli. Tuttavia, siano essi utilizzati per attacchi diretti di artiglieria, per lanciare munizioni aria-terra leggere o sotto forma di munizioni erranti, i droni leggeri si sono rivelati anche estremamente efficaci, al punto da diventare la principale minaccia individuata dai combattenti in questi teatri operativi. Da allora è stata lanciata la corsa per trovare una contromisura efficace contro questa minaccia e molti eserciti, così come molti industriali, stanno provando...

Leggi l'articolo

La Marina degli Stati Uniti vuole droni aerei lanciati dai sottomarini per individuare obiettivi navali

I sottomarini affermano che ci sono solo due tipi di navi, sottomarini e bersagli. È vero che i sottomarini d'attacco, nucleari o a propulsione convenzionale, per la loro naturale discrezione e per i loro sempre più efficienti sensori e armamenti di bordo, rappresentano oggi una delle principali minacce per le unità di superficie, come per il traffico marittimo commerciale, qualora dovesse arrivare sotto attacco. Ma nonostante il loro arsenale tecnologico a bordo, i sommergibili stanno ancora lottando per rilevare e soprattutto identificare navi di superficie relativamente vicine, ma fuori dalla portata del rilevamento visivo o...

Leggi l'articolo

L'aeronautica americana potrebbe trasformare gli aerei da trasporto in bombardieri e altro ancora

La scorsa settimana, l'Air Force Research Laboratory (AFRL) e l'Air Force Special Operations Command hanno rivelato congiuntamente di aver effettuato diversi test di caduta di missili da crociera dalle rampe posteriori degli aerei cargo C-130 Hercules tra gennaio e febbraio e C-17 Globemaster III. Questi test fanno parte della lunga serie di programmi della US Air Force volti a fornire ai suoi aerei da trasporto una capacità di bombardamento di precisione secondaria. Per questa campagna di test di volo, la US Air Force avrebbe utilizzato dimostratori di almeno un nuovo tipo di armamento, il CLEAVER (Cargo Launch Expendable Air Vehicles with Extended Range – Vehicles…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE