Naval Group si ritira dalla competizione sottomarina P75i AIP dell'India

Fino a poco tempo, Naval Group era considerato uno dei favoriti della competizione P75i lanciata nel 2017 da New Delhi con l'obiettivo di progettare e costruire localmente 6 nuovi sottomarini d'attacco dotati di un sistema di propulsione anaerobico., designati dall'acronimo inglese AIP per Air Independent Propulsione. Lo specialista francese in navi e sottomarini militari poteva infatti fare affidamento sul precedente programma P75, lanciato nel 1999, basato sul sottomarino Scorpene, e la cui sesta ed ultima unità è stata varata mercoledì 6 aprile. Dopo un inizio difficile, come spesso accade in India, il programma è arrivato...

Leggi l'articolo

La Cina offre i sottomarini Thailand 2 Type 039 Song come soluzione standby

Nel 2016, a seguito di una competizione internazionale, le autorità thailandesi hanno scelto il sottomarino cinese S-26T, derivato dal tipo 039A di classe Yuan, per costituire la forza sottomarina del Paese, di cui la potente Royal Thai Navy è finora carente. Oltre a prestazioni soddisfacenti e propulsione anaerobica affidabile, l'offerta cinese si basava su un notevole vantaggio, un prezzo unitario di soli 460 milioni di dollari, la metà di quello dei suoi concorrenti con le offerte più alte. Tuttavia, nella sua proposta, Pechino aveva incluso apparecchiature europee, in particolare turbine tedesche costruite da MTU, senza aver preso la precauzione di chiedere preventivamente l'autorizzazione al produttore di motori tedesco....

Leggi l'articolo

Fa la sua comparsa un nuovo modello di sottomarino cinese

Come la Russia, la Cina sta sviluppando una flotta mista di sottomarini, composta contemporaneamente da sommergibili a propulsione nucleare e navi a propulsione convenzionale. Oggi, questa flotta convenzionale è composta principalmente da sottomarini Tipo 039, che formano le classi Song (Tipo 039, 13 unità) e la classe Yuan, questa volta integrando propulsione anaerobica AIP, e suddivisa in 3 sottoclassi Tipo 039A/B/C. Secondo la pianificazione ufficiale di Pechino, le forze navali cinesi disporranno di sottomarini di classe 42 Yuan entro il 2025, per una flotta sottomarina convenzionale di circa XNUMX unità. Tuttavia, monitorare la costituzione di questa flotta sottomarina cinese è...

Leggi l'articolo

Sottomarini indiani: la gara da non perdere per Naval Group

Dopo il ritiro del Kockums e del suo sottomarino A26 Océanique all'inizio del 2020, è ora il turno del TKMS tedesco e del suo Tipo 214 di gettare la spugna nella competizione indiana P75i che mira a costruire 6 anaerobici AIP oceaniche sottomarini a motore nei cantieri navali del Paese, con un'importante dimensione di trasferimento tecnologico. Sono ancora 4 i costruttori coinvolti in questa competizione: lo spagnolo Navantia con l'S-80 Plus, il sudcoreano Huyndaï con il DSME-3000 derivato dalla classe Dosan Ahn Changho, il russo Rubin con la classe Amur e l'SMX 3.0 dalla classe il gruppo navale francese, derivato da...

Leggi l'articolo

In che modo il nuovo drone sottomarino di Naval Group ridefinirà il combattimento navale?

A seguito della cancellazione del contratto australiano per la progettazione e la fabbricazione di 12 sottomarini a propulsione convenzionale della classe Attack derivati ​​dallo Shortfin Barracuda, il costruttore navale francese Naval Group si trovava in una posizione poco invidiabile, data la sua immagine internazionale che era stata colpita da questa decisione.

Leggi l'articolo

Giappone, India.. È iniziata la corsa ai sottomarini nucleari nel Pacifico?

Il giorno dopo l'annuncio della creazione dell'alleanza AUKUS che riunisce Stati Uniti, Regno Unito e Australia, e l'ordine da parte di quest'ultimo di sottomarini d'attacco nucleare a scapito dei sottomarini Shortfin Barracuda a propulsione convenzionale ordinati dal Naval Group, abbiamo intitolato "In Australia Joe Biden apre un vaso di Pandora molto pericoloso", un'analisi del rischio di vedere, con questa manovra, molti Paesi assolversi dal tacito accordo di accordo che finora impediva alle 5 maggiori nazioni nucleari di esportare sottomarini a propulsione nucleare. Ovviamente, questa opzione sta effettivamente guadagnando slancio molto rapidamente, specialmente con diverse importanti nazioni militari...

Leggi l'articolo

La cancellazione del contratto australiano di Naval Group è davvero una sorpresa?

Tra il grido di dichiarazioni sbalordite che gridano sorpresa e tradimento anglosassone per l'annullamento del contratto per la progettazione e la costruzione locale di 12 sottomarini Barracuda Shortfin a propulsione convenzionale in Australia, una dichiarazione dissonante è passata quasi inosservata, sebbene porti con sé un'innegabile legittimità e sincerità . Secondo Vincent Hurel, segretario generale della CGT Naval Group a Cherbourg, la delusione è solo "moderata", in quanto "il rischio era noto". E infatti, per chi ha seguito agli antipodi l'andamento di questo programma, da qualche mese le prospettive di questo contratto erano gravemente degradate, e...

Leggi l'articolo

Con il Type 212CD, il TKMS tedesco vuole progettare il primo sottomarino veramente furtivo

Dall'inizio degli anni '70 si è svolta una corsa tecnologica tra i progettisti di sonar passivi sempre più efficienti e i produttori di sottomarini, che cercavano di produrre sommergibili sempre più discreti, cioè irradianti il ​​meno possibile di natura meccanica o umana. fatto più rumore possibile. A poco a poco, la guerra antisommergibile ha visto il famoso "bang" di sonar attivi resi famosi da molti film, sostituiti da idrofoni ad alta sensibilità, algoritmi informatici di elaborazione del segnale sempre più efficienti, e le famose "orecchie d'oro", molto goffamente onorate nel film " Le chant du loup”.…

Leggi l'articolo

Barracuda, Shortfin, Scorpene: quali alternative per aumentare la flotta sottomarina francese?

Da diversi mesi diversi Deputati e Senatori francesi, siano essi della maggioranza presidenziale o dell'opposizione, hanno più volte e sempre più precisamente interrogato il Ministro delle Forze Armate Florence Parly in qualità di Capi di Stato Maggiore sulle capacità e carenze della Eserciti francesi nel campo del combattimento ad alta intensità e della deterrenza nucleare. Droni da combattimento, flotte di caccia o fregate, seconde portaerei e veicoli blindati, si sono discussi molti argomenti, con il verissimo timore espresso dai parlamentari che le capacità operative degli eserciti francesi sarebbero state, negli anni a venire, insufficienti per...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE