Di fronte alla resistenza ucraina, gli eserciti russi cambiano strategia

Mentre l'offensiva russa segna il passo davanti a Kiev e Kharkiv, e le città date in mano ai russi, come Kherson e Berdyansk, continuano a resistere nonostante una situazione molto deteriorata per i difensori ucraini, gli eserciti russi sembrano aver cambiato radicalmente la sua strategia per superare la resistenza ucraina. Rinunciando alle operazioni speciali e all'uso massiccio delle forze aviotrasportate, le forze russe sarebbero impegnate in una dottrina molto più convenzionale, con massicci attacchi effettuati da battaglioni di armi combinati supportati da artiglieria di supporto pesante e aviazione tattica, portando a timori di un aumento molto rapido delle perdite ...

Leggi l'articolo

Di fronte agli europei, l'esercito russo nel 2030 sarà molto più potente di oggi

L'attuale crisi russo-ucraina, qualunque sia la sua conclusione, avrà consentito a Mosca di dare una straordinaria dimostrazione di forza in Europa, al punto che nessun Paese europeo, nemmeno quello più vicino a Kiev, intende impegnarsi militarmente a fianco degli eserciti ucraini in caso di conflitto. Ed è chiaro che questi eserciti russi sono riusciti a mobilitare, muovere e radunare un centinaio di battaglioni tattici ad armi combinate, l'equivalente russo dei gruppi tattici inter-armati francesi, ovvero il 65% della sua forza operativa terrestre, e questo tra i Novembre e inizio febbraio. Per fare un confronto, l'Armata di...

Leggi l'articolo

Questi i conflitti che minacciano nel 2022: Ucraina-Russia

Se c'è stato un fattore significativo nel descrivere l'anno 2021, a parte la crisi del Covid, è senza dubbio il notevole aumento delle tensioni dirette tra molti Stati, con il rischio ormai concretissimo di veder riapparire lo spettro conflitti tra grandi potenze a livello regionale o anche su scala globale. Inoltre, e contrariamente alle tensioni e ai conflitti che hanno segnato il periodo successivo alla Guerra Fredda, queste guerre in divenire minacciano, per la maggior parte, di portare sulla loro scia l'opposizione delle superpotenze nucleari, e persino di avere un effetto scatenante tra di loro, in modo che il deterioramento della situazione per uno di loro possa avere conseguenze significative sul...

Leggi l'articolo

La Germania è pronta a tutto per preservare il gas russo?

Nelle ultime settimane, le tensioni tra Mosca e Kiev hanno nuovamente superato non uno, ma diversi livelli. Non solo gli eserciti russi continuano ad accumulare truppe considerevoli ai confini dell'Ucraina, di fronte al Donbass o in Crimea, ma la propaganda interna russa è diventata molto attiva nel presentare l'Ucraina all'opinione pubblica russa, ma anche la NATO, come aggressore e persino gli istigatori delle attuali tensioni. Inoltre, Mosca ha ora strumentalizzato la Bielorussia del dittatore Lukashenko, non solo sfruttando le ondate di migranti dall'Iraq e dalla Siria contro la Polonia e gli Stati baltici, ma anche crescendo artificialmente...

Leggi l'articolo

L'intelligence ucraina e occidentale temono l'offensiva invernale russa in Ucraina

Lo scenario è ormai noto. Secondo le osservazioni satellitari e i servizi di intelligence ucraini e occidentali, la Russia sta infatti ammassando una considerevole forza armata di quasi 100.000 uomini e un centinaio di battaglioni da combattimento sul confine ucraino, di fronte al Donbass e in Crimea. E ancora una volta, come nel marzo 2021, ma anche nel 2019 e nel 2020, riappare abbastanza logicamente il timore di vedere Mosca lanciare un'offensiva contro l'Ucraina. Secondo i servizi di intelligence americani, le forze armate russe avrebbero infatti già più di sessanta BTG (Battalion Tactical group),...

Leggi l'articolo

Esercizio Zapad-21: l'esercito russo testa le sue nuove armi

Di tutte le principali esercitazioni quadriennali dell'esercito russo, l'esercitazione Zapad, che significa Occidente, è di gran lunga quella che porta il maggior valore simbolico, nonché quella che attira la maggiore attenzione dei media, in Europa come in Russia . Quest'anno si svolge per la maggior parte in Bielorussia, mentre Vladimir Putin e Alexander Lukashenko hanno appena firmato uno storico accordo di riavvicinamento tra i due paesi, consentendo al primo di aumentare la presa su questo stato slavo e al secondo di proteggere la sua posizione a capo di esso. Ma al di là dei suoi aspetti politici e geostrategici, parte delle forze russe...

Leggi l'articolo

Alla vigilia dell'esercitazione Zapad-2021 accelera il riavvicinamento tra Minsk e Mosca

Ogni anno, le forze armate russe organizzano una grande grande esercitazione che si svolge all'inizio di settembre. In un ciclo di 4 anni, si svolge alternativamente nella Russia orientale (Vostok), nella Russia centrale (Tzentr), nel Caucaso (Kavkaz) e nella zona occidentale (Zapad). L'esercitazione di quest'anno, Zapad-2021, la cui parte culminante si svolgerà dal 10 al 16 settembre, si svolgerà principalmente in Bielorussia, oltre che intorno a San Pietroburgo e nell'enclave di Kalningrad, e mobiliterà, in totale, quasi 200.000 soldati e civili, anche se il numero di soldati effettivamente schierati dalla Russia per questa esercitazione in Bielorussia non supererà...

Leggi l'articolo

Secondo quanto riferito, la Bielorussia usa migranti siriani e iracheni contro la Lituania

Per diversi anni il presidente turco RT Erdogan ha utilizzato la minaccia di liberare ondate di migranti dalla Siria, dall'Iraq e più in generale, da tutto il Medio Oriente, verso le coste europee, per far cedere Bruxelles e le cancellerie europee. Questa strategia, che ha permesso ad Ankara di negoziare un accordo di compensazione da 6 miliardi di euro per mantenere questi migranti sul suo suolo. Ovviamente il metodo è stato emulato, dal momento che secondo il ministro dell'Interno lituano Agnė Bilotaitė, Minsk ora utilizzerebbe un metodo simile per rispondere alle sanzioni europee e in particolare al sostegno fornito dalla Lituania agli oppositori bielorussi in esilio. Mais…

Leggi l'articolo

In un discorso apparentemente banale, V. Putin conferma la sua supremazia militare sull'Europa

Infine, la montagna avrà partorito un topo? Nel suo discorso annuale davanti al parlamento russo, atteso con ansia da russi, ucraini e bielorussi, Vladimir Putin non ha infine fatto alcun annuncio clamoroso sul possibile attaccamento delle province ucraine secessioniste del Donbass o della Bielorussia alla Federazione russa. Tuttavia, le tensioni rimangono ai massimi livelli nei due paesi, mentre il raduno delle forze russe ai confini dell'Ucraina e il dispiegamento delle forze di sicurezza in Bielorussia rimangono molto elevati. Senza pregiudicare le conseguenze future di questi due file, Vladimir Putin ha una conferenza...

Leggi l'articolo

Tensioni al massimo tra Russia, Ucraina e Occidente

Secondo un rapporto dell'Unione Europea, le forze armate russe hanno radunato quasi 150.000 soldati in Crimea e lungo il confine con il Donbass ucraino, rendendo questo dispiegamento il più grande dalla fine della Guerra Fredda. L'UE, come tutte le capitali europee, così come Kiev e Washington, sono ora più che apertamente preoccupate per le manovre russe, tanto più che altri fattori indicano che l'attuale crisi si sta estendendo oltre l'Ucraina, per diventare una grave crisi tra l'Occidente e la Russia. Negli ultimi giorni si sono moltiplicate le notizie sul potenziamento militare russo ai confini ucraini...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE