I Paesi Bassi confermano l'ordine di 6 droni F-35A aggiuntivi e 4 nuovi droni MQ-9 Reaper

Seguendo l'esempio della maggior parte dei paesi europei e in seguito all'attacco russo contro l'Ucraina, i Paesi Bassi, finora particolarmente riluttanti ad aumentare il proprio sforzo di difesa, hanno annunciato poche settimane fa un rapido aumento dello sforzo di difesa del Paese per raggiungere l'obiettivo del 2% di PIL conforme ai requisiti NATO, per il 2025. E come questa stessa maggioranza dei paesi europei, Amsterdam ha annunciato un rafforzamento delle capacità dei suoi eserciti, attraverso nuovi comandi di armamento. In questo caso, il Ministero della Difesa olandese ha confermato, pochi giorni fa, la sua volontà di ordinare 6 ulteriori velivoli da combattimento F-35A...

Leggi l'articolo

La Russia perderà il suo esercito in Ucraina?

Dall'intervento militare del 2008 in Georgia, la potenza militare convenzionale russa è stata un potente strumento al servizio del Cremlino, sia per intimidire i suoi vicini sia per riportare la Russia in prima linea sulla scena geopolitica internazionale. I successi registrati in Crimea e poi in Siria hanno creato un'aura di potere che ha permesso a Mosca di imporsi in più occasioni in Europa ma anche in Africa. Questa stessa potenza convenzionale, sostenuta dall'immensa forza deterrente dell'arsenale nucleare russo, spiega ampiamente l'atteggiamento talvolta timoroso degli occidentali a sostegno dell'Ucraina durante le prime settimane del conflitto, quando pochissimi credevano che...

Leggi l'articolo

La Francia allineerà il suo sforzo di difesa con la Germania?

Tra i profondi sconvolgimenti geopolitici causati dall'offensiva russa in Ucraina, l'annuncio fatto domenica 27 febbraio dal cancelliere tedesco Olaf Scholz al Bundestag sul massiccio aumento dello sforzo di difesa tedesco, è senza dubbio quello che avrà più conseguenze in Europa a medio e lungo termine. Rompendo con 30 anni di sottoinvestimenti cronici da parte della Bundeswehr, che hanno portato il capo di stato maggiore tedesco ad avvertire pubblicamente Berlino del deterioramento delle capacità operative dei suoi eserciti dal primo giorno del conflitto in Ucraina, Berlino ha annunciato un piano volto a modernizzare l'esercito tedesco eserciti a breve termine con...

Leggi l'articolo

L'Unione europea schiera una squadra di reazione rapida informatica per proteggere l'Ucraina

Una decina di giorni fa, diversi siti ministeriali e le 3 più importanti banche ucraine sono stati presi di mira da un massiccio attacco informatico di tipo denial of access, o DDOS. Per quasi 24 ore, le capacità di comunicazione ei servizi di queste strutture sono stati così paralizzati da questo attacco, la cui origine è stata attribuita a gruppi di hacker russi. Nell'attuale contesto di tensioni estreme, la capacità delle autorità ucraine di mantenere canali di comunicazione funzionali con la popolazione e di mantenere attivi servizi bancari per la popolazione, è decisiva quanto le risposte militari operative del suo...

Leggi l'articolo

La difesa contro i missili ipersonici è strutturata in Occidente

Dall'entrata in servizio del missile ipersonico Kh47M2 Kinzhal nel 2018, e ancor di più con l'imminente arrivo del missile ipersonico antinave 3M22 Tzirkon, entrambi di origine russa, il timore di vedere queste munizioni neutralizzare permanentemente la potenza navale occidentale ha stato ampiamente diffuso dai media. È vero che a causa della loro velocità, della loro bassa traiettoria e, per alcuni, della loro capacità di manovrare in fase discendente, queste armi minano lo scudo antimissilistico occidentale, basato sui missili a impattore cinetico THAAD e SM-3. Inoltre, i missili antiaerei attualmente in servizio, come l'SM-2, l'Aster 30 o il Sea Ceptor, hanno...

Leggi l'articolo

La corvetta Gowind 2500 del Naval Group è ancora la preferita nelle competizioni greche

Dopo l'italiana Fincantieri con una versione alleggerita delle fregate leggere classe Doha, e la Lockheed-Martin con la secolare MMSC, tocca ora al britannico Babcock provare ad entrare nella competizione greca per costruire localmente 5 corvette alla greca Marina Militare. Come l'americana Lockheed-Martin, Babcock propone ad Atene la stessa nave offerta nella competizione "Frigate" che ha visto il successo dell'FDI Belharra, in questo caso una versione meno armata ed equipaggiata delle sue 140 tonnellate Fregata ArrowHead 5.700 che è stata trattenuta dalla Royal Navy per la classe Type 31,...

Leggi l'articolo

Infuria la competizione tra Naval Group, Fincantieri e Damen per le corvette greche

Il concorso per la costruzione e la consegna di 5 corvette per la Marina ellenica potrebbe benissimo essere la ripetizione di quello che imperversava sulle fregate, e che vide finalmente Atene arbitrare a favore della Fregata Difesa e Intervento o FDI Belharra del Gruppo Navale lo scorso settembre, dopo due anni di intense trattative e clamorosi capovolgimenti. Come prima, nonostante le avanzate discussioni in merito tra il costruttore francese e le autorità greche, i concorrenti europei e americani di Naval Group sono determinati a non facilitare le trattative, con tante controproposte e...

Leggi l'articolo

L'industria aeronautica francese può riprendersi dal successo dell'F-35 in Europa?

Alla fine della scorsa settimana, e come anticipato, le autorità finlandesi hanno annunciato di aver scelto il caccia americano F-35A per succedere agli F-18 all'interno della propria forza aerea, al termine della competizione HX che ha visto ancora una volta il caccia americano agli altri modelli occidentali, F/A 18 E/F Super Hornet, Gripen, Rafale e Typhoon. Come in Svizzera, le conclusioni presentate dalle autorità finlandesi sono definitive, l'F-35 appare superiore agli altri concorrenti in tutti i settori, anche in quello della sostenibilità di bilancio. E come in Svizzera, ora si levano molte voci per restaurare...

Leggi l'articolo

Le nuove ambizioni della Cooperazione Permanente Strutturata Europea

La Cooperazione Europea Strutturata Permanente, o PESCO, è innegabilmente uno dei maggiori progressi ottenuti nel campo della Difesa all'interno dell'Unione Europea. Lanciato a dicembre 2017, consente agli industriali e agli attori politici europei di collaborare allo sviluppo di nuovi programmi, siano essi puramente tecnologici o industriali, con l'obiettivo di evitare il moltiplicarsi di programmi simili all'interno dell'Unione Europea, e quindi spese ritenute irrilevanti perché ridondanti tra i membri. Il 6 marzo 2018 è stato presentato il primo elenco di progetti, incentrato soprattutto sui programmi di supporto, nel campo della formazione, simulazione,…

Leggi l'articolo

La Grecia firma una lettera di intenti per 2 fregate e 6 cacciamine usati con i Paesi Bassi

Durante l'ampia consultazione svolta per Atene per acquisire nuove fregate nell'ambito della modernizzazione della Marina ellenica, due offerte sembravano spiccare dal lotto, l'FDI Belharra del Gruppo Navale, finalmente scelto da Atene, e il Sigma 15515 del Signora olandese. Oltre alle qualità della fregata olandese, Amsterdam ha proposto il trasferimento delle sue due fregate di classe Karel Doorman come soluzione temporanea. Tuttavia, queste navi avevano, agli occhi della Marina ellenica, un interesse molto più alto rispetto alle due fregate Tipo 70 che Parigi proponeva di offrire ad Atene se quest'ultima avesse scelto l'FDI. Alla fine lui...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE