L'Unione europea schiera una squadra di reazione rapida informatica per proteggere l'Ucraina

Una decina di giorni fa, diversi siti ministeriali e le 3 più importanti banche ucraine sono stati presi di mira da un massiccio attacco informatico di tipo denial of access, o DDOS. Per quasi 24 ore, le capacità di comunicazione ei servizi di queste strutture sono stati così paralizzati da questo attacco, la cui origine è stata attribuita a gruppi di hacker russi. Nell'attuale contesto di tensioni estreme, la capacità delle autorità ucraine di mantenere canali di comunicazione funzionali con la popolazione e di mantenere attivi servizi bancari per la popolazione, è decisiva quanto le risposte militari operative del suo...

Leggi l'articolo

Le nuove ambizioni della Cooperazione Permanente Strutturata Europea

La Cooperazione Europea Strutturata Permanente, o PESCO, è innegabilmente uno dei maggiori progressi ottenuti nel campo della Difesa all'interno dell'Unione Europea. Lanciato a dicembre 2017, consente agli industriali e agli attori politici europei di collaborare allo sviluppo di nuovi programmi, siano essi puramente tecnologici o industriali, con l'obiettivo di evitare il moltiplicarsi di programmi simili all'interno dell'Unione Europea, e quindi spese ritenute irrilevanti perché ridondanti tra i membri. Il 6 marzo 2018 è stato presentato il primo elenco di progetti, incentrato soprattutto sui programmi di supporto, nel campo della formazione, simulazione,…

Leggi l'articolo

Secondo quanto riferito, la Bielorussia usa migranti siriani e iracheni contro la Lituania

Per diversi anni il presidente turco RT Erdogan ha utilizzato la minaccia di liberare ondate di migranti dalla Siria, dall'Iraq e più in generale, da tutto il Medio Oriente, verso le coste europee, per far cedere Bruxelles e le cancellerie europee. Questa strategia, che ha permesso ad Ankara di negoziare un accordo di compensazione da 6 miliardi di euro per mantenere questi migranti sul suo suolo. Ovviamente il metodo è stato emulato, dal momento che secondo il ministro dell'Interno lituano Agnė Bilotaitė, Minsk ora utilizzerebbe un metodo simile per rispondere alle sanzioni europee e in particolare al sostegno fornito dalla Lituania agli oppositori bielorussi in esilio. Mais…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE