Finlandia e Svezia potranno entrare a far parte della Nato, ma le concessioni alla Turchia sono alte

Poiché la Turchia è oggetto di numerose sanzioni europee a seguito del suo intervento in Siria, Libia e del suo dispiegamento di forze nel Mediterraneo orientale contro Grecia e Cipro, il presidente Erdogan sapeva che Finlandia e Svezia sarebbero state, per lui, un formidabile mezzo di pressione per attenuare queste sanzioni, e di forzare la mano ai due paesi scandinavi nel loro sostegno ai movimenti curdi. Ribadendo la sua opposizione all'adesione dei due paesi all'Alleanza Atlantica, RT Erdogan ha effettivamente raggiunto i suoi scopi, e se i comunicati stampa ufficiali accolgono favorevolmente la revoca...

Leggi l'articolo

La Svezia si unisce alla Finlandia per aderire alla NATO

Dalla fine della seconda guerra mondiale, Svezia e Finlandia hanno condiviso un destino comune in Europa. I due paesi mantennero così una posizione neutrale durante tutta la Guerra Fredda, non aderendo né alla NATO né al Patto di Varsavia, e non aderirono nemmeno alla Comunità economica europea nonostante una profonda cultura democratica e legami stretti con i paesi dell'Europa occidentale, ed episodi drammatici come l'assegnatario del primo ministro svedese Olof Palme. Dopo il crollo del blocco sovietico, Stoccolma e Helsinki sono entrate a far parte dell'Unione Europea nel 1995, ma senza alcuna minaccia dall'Est, né...

Leggi l'articolo

La Finlandia chiede di entrare a far parte della NATO

Durante la Guerra Fredda, la Finlandia, che condivide un confine di 1300 km con la Russia, ha mantenuto un atteggiamento di neutralità nei confronti dell'Unione Sovietica e del blocco occidentale. Se, come la Svezia, è entrata a far parte dell'Unione Europea nel 1995, non aveva mai mostrato alcun desiderio di fare lo stesso nei confronti della NATO. Al contrario, pochi mesi fa, la maggioranza dell'opinione pubblica finlandese era contraria a un simile approccio, anche se da diversi anni Helsinki si avvicinava militarmente agli Stati Uniti e al blocco occidentale, e prendeva le distanze da Mosca. La guerra in Ucraina avrà generato, in questo Paese, un profondo...

Leggi l'articolo

La Francia allineerà il suo sforzo di difesa con la Germania?

Tra i profondi sconvolgimenti geopolitici causati dall'offensiva russa in Ucraina, l'annuncio fatto domenica 27 febbraio dal cancelliere tedesco Olaf Scholz al Bundestag sul massiccio aumento dello sforzo di difesa tedesco, è senza dubbio quello che avrà più conseguenze in Europa a medio e lungo termine. Rompendo con 30 anni di sottoinvestimenti cronici da parte della Bundeswehr, che hanno portato il capo di stato maggiore tedesco ad avvertire pubblicamente Berlino del deterioramento delle capacità operative dei suoi eserciti dal primo giorno del conflitto in Ucraina, Berlino ha annunciato un piano volto a modernizzare l'esercito tedesco eserciti a breve termine con...

Leggi l'articolo

La difesa contro i missili ipersonici è strutturata in Occidente

Dall'entrata in servizio del missile ipersonico Kh47M2 Kinzhal nel 2018, e ancor di più con l'imminente arrivo del missile ipersonico antinave 3M22 Tzirkon, entrambi di origine russa, il timore di vedere queste munizioni neutralizzare permanentemente la potenza navale occidentale ha stato ampiamente diffuso dai media. È vero che a causa della loro velocità, della loro bassa traiettoria e, per alcuni, della loro capacità di manovrare in fase discendente, queste armi minano lo scudo antimissilistico occidentale, basato sui missili a impattore cinetico THAAD e SM-3. Inoltre, i missili antiaerei attualmente in servizio, come l'SM-2, l'Aster 30 o il Sea Ceptor, hanno...

Leggi l'articolo

Questi i conflitti che minacciano nel 2022: Ucraina-Russia

Se c'è stato un fattore significativo nel descrivere l'anno 2021, a parte la crisi del Covid, è senza dubbio il notevole aumento delle tensioni dirette tra molti Stati, con il rischio ormai concretissimo di veder riapparire lo spettro conflitti tra grandi potenze a livello regionale o anche su scala globale. Inoltre, e contrariamente alle tensioni e ai conflitti che hanno segnato il periodo successivo alla Guerra Fredda, queste guerre in divenire minacciano, per la maggior parte, di portare sulla loro scia l'opposizione delle superpotenze nucleari, e persino di avere un effetto scatenante tra di loro, in modo che il deterioramento della situazione per uno di loro possa avere conseguenze significative sul...

Leggi l'articolo

Tecnologie di difesa che hanno fatto notizia nel 2021

Nonostante la crisi legata alla pandemia di Covid-19, le novità del 2021 sono state spesso segnate da alcune tecnologie di difesa, in un contesto geopolitico di crescenti tensioni e crisi critiche. Dall'annullamento a sorpresa da parte dell'Australia dell'ordine per i sottomarini a propulsione convenzionale di fabbricazione francese di passare ai sottomarini d'attacco nucleari statunitensi-britannici, ai missili ipersonici; dai droni subacquei al nuovo sistema di bombardamento orbitale frazionato cinese; queste tecnologie di difesa, a lungo sullo sfondo della scena mediatica mondiale, si sono ritrovate nelle notizie, e talvolta nei titoli dei giornali durante quest'anno. In questo articolo in due parti,...

Leggi l'articolo

L'industria aeronautica francese può riprendersi dal successo dell'F-35 in Europa?

Alla fine della scorsa settimana, e come anticipato, le autorità finlandesi hanno annunciato di aver scelto il caccia americano F-35A per succedere agli F-18 all'interno della propria forza aerea, al termine della competizione HX che ha visto ancora una volta il caccia americano agli altri modelli occidentali, F/A 18 E/F Super Hornet, Gripen, Rafale e Typhoon. Come in Svizzera, le conclusioni presentate dalle autorità finlandesi sono definitive, l'F-35 appare superiore agli altri concorrenti in tutti i settori, anche in quello della sostenibilità di bilancio. E come in Svizzera, ora si levano molte voci per restaurare...

Leggi l'articolo

Non sorprende che l'F-35A sia il vincitore della competizione HX in Finlandia

La competizione HX, che mira a sostituire gli F-18 finlandesi nel decennio in corso, sta volgendo al termine e l'aereo selezionato dovrebbe essere annunciato nei giorni o nelle settimane a venire. A differenza di molte altre recenti competizioni, i 5 costruttori di aerei in lizza, Boeing con il suo F/A 18 E/F Super Hornet, Dassault Aviation con il Rafale, Eurofighter con il Typhoon, Lockheed-Martin con l'F-35A e Saab con il Gripen E/F, hanno continuato i loro sforzi fino alla fine della competizione, senza gettare la spugna di fronte a una gara troncata a favore dell'F-35A, come è avvenuto in Belgio o in...

Leggi l'articolo

Il nuovo aereo da caccia finlandese verrà scelto dopo un wargame

Sta per concludersi la competizione HX finalizzata alla sostituzione degli F/A 18 Hornet dell'Aeronautica Militare Finlandese, mentre tutte le proposte dei 5 costruttori coinvolti, Boeing con l'F/A 18 E/F Super Hornet, Dassault con la Rafale, Eurofighter con il Typhoon, Lockheed-Martin con l'F35 e Saab con il Gripen E/F, sono stati consegnati questa settimana alle autorità del Paese. La scelta del dispositivo per questo contratto da quasi 10 miliardi di euro sarà fatta su considerazioni di prezzo, certo, ma anche sulla sicurezza degli approvvigionamenti e sulla cooperazione industriale. Soprattutto Helsinki intende integrare i risultati delle valutazioni tattiche dei 5 dispositivi...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE