La Germania può diventare la prima forza armata convenzionale in Europa?

L'inizio dell'offensiva russa in Ucraina provocò una profonda scossa elettrica nella società tedesca, come ovunque in Europa: all'improvviso, il rischio di una guerra divenne molto più pressante nel vecchio continente e l'opinione pubblica si rivolse con entusiasmo ad alcuni temi, in particolare alla capacità delle loro forze armate di proteggerli da quella che allora veniva spesso presentata come una potenziale ondata di potenza di fuoco e carri armati russi. Il giorno dopo l'inizio di questa offensiva, il capo di stato maggiore tedesco, tenente generale Alfons Mais, ha pubblicato un post sul social network LinkedIn che ha scosso ulteriormente...

Leggi l'articolo

Gli eserciti belgi si stanno preparando a ordinare 19 cannoni CAESAr NG aggiuntivi

Dopo aver agito da cattivo studente della NATO con uno sforzo di difesa appena superiore all'1,1% del PIL nel 2020, e aver dedicato meno dell'1% alla sua difesa tra il 2013 e il 2019, le autorità belghe, come molte altre cancellerie europee, hanno annunciato un aumento molto significativo questo sforzo negli anni a venire. Questo aumento avverrà in due fasi, una prima puntata all'1,54% del PIL nel 2025, e una seconda punta a raggiungere il 2% richiesto dalla NATO nel 2035, ovvero 10 anni dopo la scadenza fissata dall'Alleanza Atlantica. In queste condizioni, gli eserciti belgi, prosciugati finanziariamente dal...

Leggi l'articolo

La Grecia si rivolge all'F-35A per integrare la sua potenza aerea

Se per la maggior parte dei paesi europei la minaccia maggiore arriva, ad oggi, dalla Russia, la Grecia, dal canto suo, deve affrontare un conflitto latente con la Turchia da diversi decenni, e rianimato negli ultimi anni dalle ambizioni territoriali e marittime del Presidente RT Erdogan. E se gli europei sanno di poter contare sull'appoggio di Stati Uniti e US Air Force contro Mosca, Atene dal canto suo sa che gli Stati Uniti, ma anche la maggioranza dei paesi europei, Germania in primis, e con i notevoli ad eccezione della Francia, non interverrà in caso di deterioramento di...

Leggi l'articolo

Finlandia e Svezia potranno entrare a far parte della Nato, ma le concessioni alla Turchia sono alte

Poiché la Turchia è oggetto di numerose sanzioni europee a seguito del suo intervento in Siria, Libia e del suo dispiegamento di forze nel Mediterraneo orientale contro Grecia e Cipro, il presidente Erdogan sapeva che Finlandia e Svezia sarebbero state, per lui, un formidabile mezzo di pressione per attenuare queste sanzioni, e di forzare la mano ai due paesi scandinavi nel loro sostegno ai movimenti curdi. Ribadendo la sua opposizione all'adesione dei due paesi all'Alleanza Atlantica, RT Erdogan ha effettivamente raggiunto i suoi scopi, e se i comunicati stampa ufficiali accolgono favorevolmente la revoca...

Leggi l'articolo

La NATO si doterà di una forza di risposta di 300.000 uomini per affrontare la minaccia russa

Solo qualche anno fa, sotto le percosse di Donald Trump e RT Erdogan, diverse cancellerie europee hanno cominciato a dubitare dell'efficacia dell'Alleanza Atlantica, al punto che il presidente francese, in riferimento alla mancata reazione dell'alleanza di fronte delle provocazioni turche nel Mediterraneo occidentale, ha ritenuto di essere in uno stato di “morte cerebrale”, e che gli europei, Francia e Germania in testa, si sono impegnati a cercare di consolidare le capacità di risposta europee di fronte alle minacce emergenti. Quattro anni dopo, mentre la Russia ha riacceso una crisi di sicurezza in Europa di dimensioni paragonabili a quella della Guerra...

Leggi l'articolo

Iraq, Serbia, Colombia: il Rafale ancora all'offensiva sui mercati di esportazione

Il 2021 sarà senza dubbio l'anno del Rafale, con 188 velivoli ordinati per l'esportazione da Grecia (18+6 unità), Croazia (12 velivoli), Egitto (30 velivoli), Emirati Arabi Uniti (80 velivoli) e Indonesia (42 velivoli), oltre ai 96 Rafale precedentemente ordinati da Egitto (24 velivoli), Qatar (24+12 velivoli) e India (36 velivoli). Così facendo, l'ammiraglia di Dassault Aviation e dell'intera industria aeronautica francese, si avvicina ai punteggi delle esportazioni del suo predecessore, il Mirage 2000 con 284 velivoli ordinati da 7 paesi, contro i 298 velivoli ordinati da 8 paesi per il 2000. Tuttavia, il costruttore aeronautico francese non intende fermarsi...

Leggi l'articolo

I 4 maggiori progressi della nuova portaerei cinese CV-18 Fujian

Come previsto, la nuova portaerei cinese, soprannominata CV-18 Fujian, è stata varata venerdì a Shanghai, segnando una nuova tappa nell'evoluzione industriale e operativa della Marina dell'Esercito popolare di liberazione. Al di là dell'innegabile successo industriale per Pechino, che in meno di 12 anni avrà varato 3 portaerei di crescente tecnologia e tonnellaggio, il Fujian costituisce una risorsa fondamentale per la Marina cinese nella sua resa dei conti in divenire con la US Navy e i suoi alleati, offrendo diversi importanti progressi nelle capacità che saranno disponibili per i militari e gli industriali cinesi negli anni a venire, che vanno dalla propulsione elettrica...

Leggi l'articolo

Compensazione industriale intorno all'F-35 in meno della metà del previsto in Belgio

Nell'ottobre 2018 le autorità belghe hanno annunciato l'acquisizione di 34 aerei da combattimento F-35A dall'americana Lockheed-Martin per sostituire la sua flotta di F-16, allineandosi così alla scelta olandese, avendo Amsterdam ordinato nel 2013 37 dispositivi di questo tipo , un formato che oggi si evolverà a 52 dispositivi e che potrebbe continuare a crescere ora che le autorità olandesi si sono impegnate ad aumentare il loro sforzo di difesa al 2% del PIL. Tuttavia, la decisione del governo Michel nel 2018, in gran parte condizionata dall'intensa attività di lobbying della NATO e del ministro della Difesa fiammingo Steven Vandeput, non ha mai smesso di suscitare polemiche in tutto il Paese,...

Leggi l'articolo

Gli ulteriori 45 miliardi di dollari stanziati dal Congresso degli Stati Uniti alle forze armate compenseranno l'inflazione e il sostegno all'Ucraina

Poiché la minaccia di Russia e Cina diventava sempre più pressante, il Congresso degli Stati Uniti si è mosso per aumentare il budget assegnato alle forze armate statunitensi per l'anno fiscale 2023 di $ 45 miliardi oltre gli $ 803 miliardi richiesti dalla Casa Bianca. Questo aumento è stato ora approvato dal Senato e dalla Camera dei Rappresentanti, e il Pentagono avrà infatti 847 miliardi di dollari nel suo bilancio 2023. Le sfide future, alla fine, potrebbero rivelarsi solo una compensazione per affrontare l'importantissimo inflazione...

Leggi l'articolo

La nuova politica di reclutamento degli eserciti indiani genera molte proteste

Eredi di una tradizione britannica, le forze armate indiane sono completamente professionali e i soldati indiani generalmente firmano un contratto a lunghissimo termine al momento dell'arruolamento, fino a 17 anni per i ranghi inferiori. Per il governo Modi questa situazione sembrava problematica, poiché si trattava di mantenere una forza di 1,4 milioni di soldati professionisti, il cui stipendio continua ad aumentare mentre il tenore di vita nel Paese cresce. Come le forze armate occidentali professionali, New Delhi ha quindi deciso di attuare una nuova politica di reclutamento per le proprie forze armate, con un contratto iniziale di 4 anni offerto a...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE