La Cina aumenterà il suo sostegno alla Russia di fronte all'Ucraina?

Dall'inizio dell'offensiva russa in Ucraina il 24 febbraio, le autorità cinesi hanno mantenuto un atteggiamento di benevola neutralità nei confronti della Russia. In accordo con le posizioni ufficiali cinesi sulla scena internazionale, Pechino ha più volte chiesto il rispetto dei confini e dell'integrità territoriale degli Stati, nonché una soluzione negoziata. In occasione del XNUMX° Congresso del Partito Comunista Cinese, che ha confermato la presa di Xi Jinping sul partito e quindi sul Paese, quest'ultimo ha però indurito notevolmente il suo discorso nei confronti degli Stati Uniti e dell'Occidente nel suo insieme, in particolare in tema di Taiwan, e ha annunciato che uno sforzo...

Leggi l'articolo

Perché lo scudo antiaereo europeo tedesco è un terribile fallimento per la Francia?

Il 29 agosto, a Praga, il cancelliere tedesco Olaf Sholz ha annunciato il lancio di un'iniziativa incentrata sulla Germania per la costituzione di uno scudo antiaereo in Europa. Ci sono voluti meno di due mesi perché la diplomazia tedesca desse sostanza a questa iniziativa. Il 13 ottobre, infatti, la Germania e altri 14 paesi europei (Belgio, Bulgaria, Estonia, Finlandia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Norvegia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Romania, Regno Unito, Slovacchia e Slovenia) hanno firmato congiuntamente un dichiarazione di intenti finalizzata a dare vita al programma “European Sky Shield”. Questo innegabile successo di Berlino consentirà probabilmente di rafforzare notevolmente le capacità di difesa antiaerea e antimissilistica...

Leggi l'articolo

Per Berlino, il futuro del programma di pattugliamento marittimo MAWS è nelle mani di Parigi

Nel settembre 2017 il presidente francese Emmanuel Macron e la cancelliera tedesca Angela Merkel hanno annunciato una partnership senza precedenti tra Francia e Germania nel campo dell'industria della difesa, al fine di dare quella che è stata poi presentata come una visione condivisa per la costruzione di un'Europa de La Défense trovando il suo perno nella coppia franco-tedesca. Accanto agli ormai famosi programmi SCAF per lo sviluppo della sostituzione dei velivoli da combattimento Rafale e Typhoon, e MGCS per sostituire i carri pesanti Leclerc e Leopard 2, c'era anche il programma Maritime Airborne Warfare System, o MAWS, che doveva farlo possibile progettare il…

Leggi l'articolo

Gli Stati Uniti hanno sparato al piede del Super Hornet in India contro il Rafale?

Sebbene le autorità indiane non abbiano ancora annunciato il loro arbitrato relativo all'acquisizione di 26 caccia navali per armare la nuova portaerei INS Vikrant entrata in servizio all'inizio di settembre, una decisione americana potrebbe benissimo ostacolare l'offerta di Boeing con il F/A-18 E/F Super Hornet per questa competizione, che ha dato libero sfogo al francese Rafale M. All'inizio di settembre, infatti, le autorità americane hanno espresso parere favorevole per consentire al Pakistan di ammodernare parte della sua flotta di F-16, provocando la rabbia, oltre che una certa incomprensione, dei funzionari indiani. L'autorizzazione all'esportazione degli Stati Uniti copre vari sviluppi software, parti...

Leggi l'articolo

Rafale, Caesar, FDI, Scorpene...: quali sono questi articoli di equipaggiamento per la difesa francese che esportano così bene oggi?

L'acquisizione di ordini per le esportazioni francesi di attrezzature per la difesa ha raggiunto 11,7 miliardi di euro nel 2021, il terzo miglior anno mai registrato da questo settore, mentre il 2022 promette di essere l'anno di tutti i record, più di 20 miliardi di euro, in particolare per l'ordine di 80 Rafale aerei degli Emirati Arabi Uniti per oltre 14 miliardi di euro. Dal 1950, infatti, la Francia si è evoluta tra il 3° ed il 4° posto nella classifica mondiale degli esportatori di armi, dietro a Stati Uniti, Unione Sovietica/Russia, e in questo settore alla pari della Gran Bretagna. Le esportazioni francesi oggi rappresentano più di...

Leggi l'articolo

Gli Stati Uniti si opporranno alla vendita di missili antibalistici israeliani Arrow 3 alla Germania?

Appena pochi giorni fa, a seguito del discorso di Praga del cancelliere Olaf Scholz a Praga, che d'ora in poi si sta affermando come il fondatore della strategia tedesca in termini di difesa europea, le autorità tedesche hanno confermato l'intenzione di ordinare l'Arrow 3 anti-israeliano missili balistici a costituire il suo scudo antimissilistico e, di conseguenza, quello dei paesi europei che aderiranno all'iniziativa proposta da Berlino. Se questo annuncio ha fatto rabbrividire Parigi e Roma, che insieme stanno sviluppando il missile antibalistico tutto europeo Aster 1NT, non ha provocato alcuna reazione ufficiale da parte di Washington. È proprio questa assenza di...

Leggi l'articolo

Olaf Scholz vuole che la Germania prenda il comando nella difesa europea, da sola!

Pochi giorni fa abbiamo scritto che la Germania si stava allontanando dalla Francia senza dirlo in materia di difesa. D'ora in poi, si dice, e in modo molto chiaro. Durante un discorso alla conferenza “La Bundeswehr in una nuova era”, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha definito chiaramente la tabella di marcia di Berlino negli anni e nei decenni in Europa. "Siamo perfettamente chiari, la Germania è pronta a prendere una posizione di primo piano per la protezione del continente europeo". E per aggiungere “In quanto Paese più popoloso, con l'economia più potente d'Europa e posizionato al centro...

Leggi l'articolo

Cresce l'ipotesi dell'F-35 in Spagna sulle tensioni attorno al programma SCAF

In occasione dell'International Fighter Conference di Londra 2021, la fiducia di un direttore esecutivo della Lockheed-Martin alla rivista specializzata Défense Janes ha suscitato un certo scalpore all'interno del programma SCAF che riunisce Germania, Spagna e Francia per la progettazione del sostituto di entro il 2040 i velivoli da combattimento Rafale e Typhoon, nonché i suoi sistemi annessi. Secondo la rivista di riferimento, Madrid si sarebbe infatti impegnata a negoziare discretamente con il costruttore americano l'acquisizione di 50 F-35, 25 in versione B con decollo e atterraggio per sostituire l'AV-8B Harrier II che arma la portaerei Juan Carlos, e 25 in…

Leggi l'articolo

Il probabile fallimento dello SCAF è stato pianificato da Berlino per molto tempo?

Che si tratti di autorità industriali, militari o persino politiche, oggi non ci sono quasi voci in Francia o Germania che sperano che il programma Future Air Combat System, o SCAF, mantenga il suo termine. Anche il Ministero delle Forze Armate francese, voce delle ambizioni di cooperazione europea e franco-tedesca dell'Eliseo da più di 5 anni a questa parte, non è rassegnato, ma quantomeno discreto, addirittura scettico sull'argomento. Questo fallimento in divenire, che ora sembra quasi inevitabile, viene spesso presentato come la conseguenza di un'opposizione industriale tra Dassault Aviation e Airbus Defence & Space in merito al Next...

Leggi l'articolo

La tecnologia Digital Twins può salvare i programmi SCAF e MGCS?

Dall'inizio del 2022, il programma SCAF per Future Air Combat System, che riunisce Germania, Spagna e Francia, nell'ottica di progettare il sostituto del Rafale francese e del Typhoon europeo, è stato giudicato, in un contesto di profondo disaccordo sulla condivisione industriale attorno al primo pilastro del programma volto a progettare l'NGF, Next Generation Fighter, il velivolo da combattimento al centro di questo programma. I due maggiori produttori del programma, la francese Dassault Aviation e la tedesca Airbus Defence & Space, infatti, non riescono a trovare un compromesso sulla gestione di questo pilastro, inizialmente attribuito a...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE