Cosa risponde se la Turchia acquista di nuovo i sistemi S-400 dalla Russia?

Il presidente turco RT Erdogan ha incontrato ancora una volta il suo omologo russo, Vladimir Putin, nella località balneare di Sochi, sulle rive del Mar Nero. Tra i tanti argomenti discussi dai due capi di Stato, l'acquisizione da parte di Ankara di un secondo reggimento di sistemi antiaerei a lungo raggio S-400 sembra essere il più problematico dal punto di vista occidentale. Il primo ordine di due batterie S-400 complete nel 2017 da parte della Turchia ha provocato una forte risposta da parte di Washington, Donald Trump che, dopo molte procrastinazioni e sotto la pressione del Congresso, ha deciso di escludere Ankara dal programma F-35 e di cancellarlo nel 2020 l'ordine di 100...

Leggi l'articolo

Gli eserciti turchi ricevono i loro primi droni Akinci

Due anni. Questo è il tempo impiegato dallo specialista turco nella produzione di droni militari Baykar, per portare il suo nuovo drone Akinci MALE Medium Altitude Long Endurance dalla fase di prototipo al suo ingresso operativo negli eserciti turchi. Il 29 agosto, durante una cerimonia dai forti slanci nazionalisti, è stato lo stesso presidente RT Erdogan a celebrare l'arrivo del nuovo drone da combattimento nei suoi eserciti, con sincero orgoglio da parte del leader turco. Va detto che l'Akinci PT-2 TIHA ha qualcosa da soddisfare il presidente e i suoi sforzi a favore di un'industria della difesa...

Leggi l'articolo

I droni da combattimento turchi moltiplicano i successi commerciali

I droni TB2 e ANKA hanno avuto un'enorme visibilità mediatica durante la guerra del Nagorno-Karabakh nel 2020, durante la quale, insieme alle munizioni itineranti Harop e Harpy di origine israeliana, hanno contribuito notevolmente al successo delle forze armate azere sulle forze armene. Da allora, Ankara ha moltiplicato contratti e trattative in esclusiva per esportare i suoi preziosi equipaggiamenti, contribuendo a posizionare il Paese tra le prime tre nazioni mondiali in questo campo, insieme a Stati Uniti e Cina. Infatti, oltre agli eserciti turchi e azeri, negli ultimi mesi sono stati ordinati droni turchi anche Ucraina, Qatar, Marocco,...

Leggi l'articolo

L'Egitto è già interessato al Rafale F4

Il Rafale sembra aver più che convinto le autorità del Cairo come l'aviazione egiziana. Infatti, appena avevano firmato un nuovo ordine per 30 velivoli standard F3R, accompagnati da 2 aerei cisterna A330 MRTT e un satellite militare, i negoziatori egiziani hanno annunciato l'intenzione di aumentare la flotta, dall'Egyptian Rafale a 72 velivoli, o addirittura 100 velivoli , effettuando nuovi ordini negli anni a venire. Ovviamente, le capacità del futuro standard F4 del velivolo francese sembrano soddisfare le esigenze del Paese di rafforzare la propria deterrenza e...

Leggi l'articolo

L'elicottero da combattimento russo Mi-28NM entra nell'era dei droni

Come sappiamo, l'elicottero da combattimento russo Mil Mi-28N aveva mostrato alcune limitazioni durante il suo impegno in Siria, il che ha portato le autorità russe a negoziare con il costruttore un'importante fase di ammodernamento del velivolo. Ora sappiamo di più sugli importanti sviluppi apportati all'elicottero e al suo sistema d'arma, nonché sull'evoluzione della dottrina per l'uso degli elicotteri da combattimento da parte delle forze armate russe. Durante un'intervista rilasciata all'Agenzia Tass da Vitaly Shcherbina, capo progettista degli studi di progettazione Mil e Kamov, quest'ultimo ha infatti fornito molti chiarimenti su questa profonda modernizzazione relativa a...

Leggi l'articolo

Elicotteri d'attacco moderni, dall'AH64 Apache allo Z19.

Sebbene gli elicotteri siano stati utilizzati in combattimento dalla fine degli anni '40, in particolare durante la guerra di Corea durante la quale hanno svolto per la prima volta un ruolo determinante nelle missioni di evacuazione dei feriti e di recupero dei piloti espulsi, bisognerà attendere il 1967 per un elicottero armato appositamente progettato per missioni di attacco per partecipare a un conflitto armato. Era l'elicottero americano Bell AH-1 Cobra dell'esercito americano nel contesto della guerra del Vietnam. Da allora, l'elicottero d'attacco si è affermato come uno strumento indispensabile nell'inventario degli eserciti moderni, e il Mi-24 Hind, l'AH-64 Apache e...

Leggi l'articolo

La tensione con gli Stati Uniti è ancora alta mentre Ankara negozia l'acquisizione di nuovi S400

Dopo l'elezione di Joe Biden alla Casa Bianca, le autorità turche, allora sotto sanzioni americane ed europee, sembravano cambiare la loro politica estera, con l'evidente obiettivo di tornare nelle grazie del loro principale alleato durante gli anni 70, gli Stati Uniti , e il suo principale partner commerciale, l'Unione Europea. Ankara ha proposto a Washington approcci "alternativi" all'implementazione dei sistemi S-400 acquisiti da Mosca e principale causa di tensione tra Stati Uniti e Turchia, inizialmente estromessa dal programma F35 e che è la principale causa di tensione tra Stati Uniti e Turchia, soggetti a sanzioni militari ai sensi di...

Leggi l'articolo

Quali sviluppi possono essere previsti e quali ostacoli devono essere superati per la NATO?

In occasione dell'ultimo incontro del G7 organizzato in videoconferenza venerdì 19 febbraio, il Presidente francese, Emmanuel Macron, ha ribadito il suo appello a un profondo cambiamento della NATO per darle un'organizzazione e una legittimità in linea con gli sviluppi nel mondo dalla fine del la Guerra Fredda e la scomparsa del Patto di Varsavia. Per il Capo di Stato, l'Alleanza deve muoversi verso una struttura più equilibrata tra Stati Uniti ed europei, ma anche verso un più ampio ambito di responsabilità, al fine di affrontare le sfide alla sicurezza del pianeta, con l'obiettivo di rendere l'alleanza più efficiente e più potente in...

Leggi l'articolo

Il Mediterraneo è nuovamente un'area di concentrazione delle forze?

Tradizionalmente, quando si pensa ad aree geografiche in tensione dove sono presenti molte forze militari, è comune riferirsi al Medio Oriente e al Golfo Persico, o più recentemente al Pacifico occidentale, soprattutto intorno al Mar Cinese. Il Mediterraneo, ed in particolare il Mediterraneo orientale, che fu tra la seconda guerra mondiale e la fine degli anni Sessanta una delle aree più attive militarmente, è invece scivolato, nella percezione complessiva, verso lo status di un'area sicura, consentendo un notevole traffico commerciale. Ma negli ultimi dieci anni, molte nazioni che si affacciano sul Mediterraneo, così come altre là...

Leggi l'articolo

Synthesis 2020: la Turchia sfida e diffida dell'Occidente

Il 2019 era già stato caratterizzato da crescenti tensioni tra il campo occidentale e Ankara, con l'acquisizione dei sistemi antiaerei S-400 dalla Russia, l'esclusione della Turchia dal programma F-35 e l'intervento delle forze armate nel nord della Siria contro i curdi delle YPG, alleati della coalizione anti-Daesh guidata dagli Stati Uniti nel Paese. È stata scossa anche dalle rivelazioni sui rapporti travagliati tra il regime turco e il Gruppo islamico armato, nonché con molte milizie islamiste presenti in Siria. Tuttavia, è davvero il 2020 che segnerà lo storico passaggio della Turchia al...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE