Il giocatore cinese rilascia dati riservati per "migliorare" la simulazione dei carri armati di War Thunder

Un giocatore cinese ha pubblicato sul forum del gioco multiplayer di simulazione di carri armati War Thunder dati sconosciuti in Occidente riguardanti il ​​guscio freccia DTC10-125 da 125 mm utilizzato dai principali carri armati cinesi Tipo 96 e Tipo 99, al fine di migliorare la precisione della simulazione. Il 31 maggio, un giocatore cinese ha pubblicato dati precedentemente sconosciuti nel pubblico dominio occidentale sul forum del gioco di simulazione di carri armati multiplayer War Thunder, riguardanti il ​​​​proiettile a freccia DTC10-125 ampiamente utilizzato dai principali carri armati cinesi Tipo 96, Tipo 99 e Tipo 99A, per abbattere i carri armati nemici. Secondo…

Leggi l'articolo

Perché uno sforzo di difesa del 2% del PIL è insufficiente per la Francia?

Al suo arrivo all'Eliseo nel 2017, il nuovo presidente Emmanuel Macron ha compiuto un grande sforzo per portare lo sforzo di difesa della Francia al 2% del suo prodotto interno lordo, come la Francia si era impegnata nel 2014 durante il vertice della NATO a Cardiff. Per raggiungere questo obiettivo, il nuovo esecutivo ha attuato una nuova legge di programmazione militare dal 2019 al 2025 volta a raggiungere questo obiettivo, nonché a riparare le numerose e talvolta drammatiche carenze di cui soffrivano gli eserciti francesi dopo 20 anni di sottoinvestimenti di un attività operativa particolarmente pesante. Questo era un paradosso per questo periodo designato...

Leggi l'articolo

Le 5 armi occidentali Le forze ucraine hanno bisogno di più oggi

Da 12 giorni a questa parte, le Forze armate e la Difesa territoriale ucraine sono riuscite a resistere all'offensiva russa, nonostante un evidente inasprimento delle regole di ingaggio dell'avversario, quando è ovvio che non avrà alcuna possibilità di una rapida vittoria o di conquista il sostegno o addirittura la neutralità della stragrande maggioranza della popolazione ucraina. Iniziate prima del conflitto dagli Stati Uniti e da alcuni paesi europei, le consegne di armi alle forze ucraine svolgono ora un ruolo decisivo nella loro capacità di mantenere la pressione sulle unità che prendono parte all'offensiva russa, colpendo efficacemente i convogli di rifornimenti e bloccando alcune offensive, in…

Leggi l'articolo

Abbiamo sopravvalutato gli eserciti russi?

Dall'inizio dell'offensiva russa contro l'Ucraina, gli eserciti del Cremlino sono stati attentamente osservati da specialisti militari. Questo è, infatti, il primo massiccio dispiegamento di questi eserciti dall'invasione della Georgia nel 2008, un'operazione che ha rivelato molte gravi carenze al loro interno. Tuttavia, come nel 2008, sembra che gli eserciti russi siano oggetto di notevoli difficoltà, anche se le riforme del 2008 e del 2012 sono state pensate proprio per correggerle e portare gli eserciti russi a uno standard operativo molto più elevato di quello osservato sul campo . A queste condizioni, e alla luce delle osservazioni fatte su...

Leggi l'articolo

Russia-Ucraina: il primo conflitto dell'era OSINT

Conosci il termine OSINT? È un acronimo in inglese che significa Open Source Intelligence, o Information on Public Data in francese. Questa metodologia è stata resa popolare dal gruppo Bellingcat creato nel luglio 2014 da Eliot Higgins, impegnato in particolare nell'analisi dei dati relativi alla distruzione del volo Malaysian Airlines MH17 abbattuto il 17 luglio dello stesso anno, a dimostrazione del coinvolgimento dei sistemi BUK russi nella distruzione dell'aereo. Più tardi, questo stesso gruppo di Bellingcat ha dimostrato il coinvolgimento di agenti del GRU, i servizi segreti militari russi, nell'avvelenamento dell'ex agente russo Sergei Skripal e di sua figlia...

Leggi l'articolo

Le nuove ambizioni della Cooperazione Permanente Strutturata Europea

La Cooperazione Europea Strutturata Permanente, o PESCO, è innegabilmente uno dei maggiori progressi ottenuti nel campo della Difesa all'interno dell'Unione Europea. Lanciato a dicembre 2017, consente agli industriali e agli attori politici europei di collaborare allo sviluppo di nuovi programmi, siano essi puramente tecnologici o industriali, con l'obiettivo di evitare il moltiplicarsi di programmi simili all'interno dell'Unione Europea, e quindi spese ritenute irrilevanti perché ridondanti tra i membri. Il 6 marzo 2018 è stato presentato il primo elenco di progetti, incentrato soprattutto sui programmi di supporto, nel campo della formazione, simulazione,…

Leggi l'articolo

I Metavers, una questione di difesa e sicurezza critica nel medio termine

Il 28 ottobre il presidente di Facebook, Mark Zuckerberg, ha annunciato il lancio di un vasto programma volto a fare della sua azienda, ribattezzata in questa occasione "Meta" il pilastro globale nel campo del Metaverse. Pur non essendoci stati, a rigore, annunci precisi durante questa conferenza stampa, né in termini di progetto né in termini di tempistica, questa ambizione segna chiaramente l'inizio di una fase successiva nell'evoluzione del legame che tutti possono avere con digitale. In quanto tale, il Metaverso porta molte opportunità in termini di difesa per chi sa coglierle, ma anche...

Leggi l'articolo

La Francia rafforza la sua risposta alla guerra sociale

Da diversi anni la Francia è oggetto di numerosi attacchi volti a manipolare parte dell'opinione pubblica attraverso i social network, attacchi prevalentemente pilotati da paesi esteri a volte ostili al Paese, oa determinati orientamenti politici. Diversi casi emblematici di questi attacchi coordinati sono stati rivelati al grande pubblico, come lo scoppio sociale pilotato dalla Turchia intorno all'omicidio di Samuel Paty, questo professore assassinato da un islamista radicale nella sua classe, o le false rivelazioni sulle e-mail del candidato Macron squadra della campagna 2 giorni prima del secondo turno delle elezioni presidenziali, rivelazioni che alla fine si sono rivelate composte...

Leggi l'articolo

Stati Uniti, Cina e Russia rafforzano le loro capacità di guerra informatica

In pochi anni Information Warfare, che può essere erroneamente tradotto come Information Battlefields, si è affermato come uno dei principali soggetti all'interno delle maggiori potenze militari mondiali, che vi dedicano ogni anno più risorse. Tre paesi in particolare, gli Stati Uniti da un lato, e la Cina e la Russia dall'altro, hanno integrato questo nuovo campo di battaglia nel cuore stesso delle loro nuove dottrine militari, al punto da integrare a diversi livelli unità di combattimento specialisti in questo campo , e quindi dare alle loro forze nuove capacità operative che, potenzialmente, possono rivelarsi pari o anche più efficaci di un reggimento...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE