La Francia dovrebbe acquistare gli elicotteri Australian Tiger e NH90 Taïpan?

Le forze armate australiane stanno schierando oggi 22 elicotteri da combattimento Tiger ARH derivati ​​dallo standard HAD dell'Esercito dell'aviazione leggera francese (ALAT), oltre a 41 elicotteri da manovra NH-90 MRH designati nel Paese con il nome di Taipan. Notevoli problemi di disponibilità hanno portato lo Stato Maggiore Australiano ad annunciare, appena 2 anni fa, l'acquisizione di 29 elicotteri da combattimento AH-64E Guardian per sostituire i suoi Tiger a partire dal 2025E la sua intenzione di sostituire il suo Taipan anch'essi penalizzati da una cattiva organizzazione della filiera, con notevoli problemi di disponibilità e di costi. È a questo proposito che il maggiore generale Jeremy King, capo di stato maggiore dell'esercito australiano, ha confermato ieri che, nonostante gli sforzi compiuti dalla Francia e da Airbus Helicopters per convincere Canberra a mantenere in uso il suo NH90, l'esercito australiano acquisirà, dal 2025, 40 elicotteri UH-60M per un importo di 2,8 miliardi di dollari australiani, ovvero 1,8 miliardi di euro per sostituire i suoi dispositivi.

Al di là delle ragioni, è vero che talvolta sono legate alle stesse esigenze australiane quando sono stati aggiudicati i contratti Tiger e Taipan, avendo portato al ritiro dei due velivoli europei, per sostituirli con elicotteri americani, e alla messa in discussione della legittimità di alcuni osservatori della difesa australiani sull'importanza dell'acquisizione di Black Hawks mentre l'esercito americano entra nella seconda metà del decennio la loro sostituzione con il convertiplano V-280 Valor, offrendo prestazioni molto maggiori, in particolare in termini di velocità e portata, e di fatto più adatte alla realtà del teatro del Pacifico; è opportuno, in Francia, interrogarsi sull'opportunità che rappresenterebbe la disponibilità sul mercato di 22 elicotteri Tiger e 41 elicotteri NH-90, entrambi vicini nella loro configurazione ai dispositivi implementati all'interno dell'ALAT, sufficienti ad armare, ad un costo inferiore, 2 reggimenti di elicotteri da combattimento aggiuntivi.

Il 22 Australian Tiger ARH sarà sostituito dal 29 AH-64E Gardian dal 2025

Entrati in servizio tra il 2004 e il 2010, i 22 Tigri australiani ARH sono infatti dispositivi recenti, con ancora un potenziale molto significativo, e come detto in precedenza, relativamente vicini, nella loro configurazione, allo standard HAD Destruction Support attualmente in fase di implementazione all'interno dell'ALAT , con in particolare l'implementazione del missile anticarro AGM-114 Hellfire 2 con guida laser, razzi da 70 mm e un cannone GIAT da 30 mm. Inoltre, a causa delle difficoltà nell'attuazione del piano logistico australiano, questi velivoli hanno volato in media relativamente poco e quindi conservano un potenziale di volo significativo. Lo stesso vale per i 41 NH-90 MRH, ancora più recenti perché entrati in servizio dal 2010, e che sono simili agli NH-90 TTH Caïman entrati in servizio dal 2011 all'interno dell'ALAT. Inoltre, alcuni dei Taipan australiani sono stati adattati per operazioni speciali, tra cui una mitragliatrice Gatling M134D Minigun port su supporto retrattile e un sistema di distribuzione a fune liscia.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE